English
Italiano

Saint Elizabeth Ann Seton. Patron Saint of: Loss of parents
Elizabeth Ann Bayley Seton led a life which was filled with much conflict, loss and struggle. Through it all she retained a strong and loving faith which those who knew her couldn’t help but marvel at.

Born in New York in 1774, her mother died when she was three, and although she eventually had a loving stepmother, this first loss gave her a longing for eternity which her child’s mind didn’t fully grasp. She grew up quiet and faithful with a love of Scripture and married William Magee Seton, whom she loved with all her heart. Their marriage was her dream-come-true, but when William’s father died the family business took a turn for the worse, and William and Elizabeth were left caring for their own family of five children along with his seven brothers and sisters.

With their financial situation becoming desperate, William contracted tuberculosis and Elizabeth traveled with him to Italy, hoping for a cure. Sadly, he died there, but Elizabeth was drawn to the Catholic Church, and so began her conversion. It was a tumultuous one, with family members opposing her every step of the way. She prayed constantly for guidance, and was received into the Church in 1805. She opened a school to support her family; and her life of faith was such that, even though she was a widowed mother of five, she received permission to become a nun four years later and was known as Mother Seton from that time on.

Mother Seton’s faith was soon to be tested, because her next loss was that of a daughter, Anna. She clung to the Church in response, and one year later in 1813 she founded the Sisters of Charity with 17 women taking their vows. Still, her losses continued with the death of her sister-in-law and another daughter, Rebecca. Somehow this remarkable woman was united even closer with Christ and continued her good works, opening an orphanage and caring for the sick and poor with her Sisters.

She wrote much, documenting her love of God’s will and the Eucharist despite her many sorrows. The rule of the Sisters of Charity was based on St. Vincent de Paul’s Daughters of Charity, and today six different congregations still flourish. St. Elizabeth Ann Seton died of tuberculosis in 1821 at the age of 46. She was canonized on September 14, 1975.

The saints and our lives

• Throughout the loss of parents, husband, children and close friends, Mother Seton retained her trust in God’s continuous care and ultimate goodness. She wrote: “The accidents of life separate us from our dearest friends, but let us not despair. God is like a looking glass in which souls see each other. The more we are united to Him by love, the nearer we are to those who belong to Him.” Such faith! She saw mirrored in God the faces of those she loved, and was comforted by their closeness to Him, and so to her also. When we face a devastating loss, let’s remember her words and try to draw closer to God.

• Elizabeth Ann Bayley Seton was a convert to the Catholic faith — strictly raised by her Episcopalian family, she was well-schooled in Scripture and recognized the truth of Catholicism when she first encountered it in Italy: “My becoming a Catholic was a very simple consequence of going to a Catholic country, where it was impossible for anyone interested in any religion not to see the wide difference between the first established Faith given by our Lord and spread by His Apostles, and the various forms it has since taken in other countries.” Her heart, already in the tender grip of God’s grace, was ready to receive the fullness of Christ found in Catholicism. Her experience was not an easy one, however, as her family and friends did not understand her conversion. If you have ever experienced misunderstanding because of your faith, you are not alone. The things of the world and the things of God do not usually co-exist peacefully. Let Mother Seton be your guide, and trust in God to lead you to the truth.

• “Be children of the Church,” she told her Sisters and daughter as she lay dying. The Church which sustained St. Elizabeth Ann Seton throughout her life was on her lips at her death. She wanted her loved ones to know of the strength she received from the Sacraments and from those saints who went before her. May we learn this from her as well.


Mother Seton is one of the keystones of the American Catholic Church. She founded the first American religious community for women, the Sisters of Charity. She opened the first American parish school and established the first American Catholic orphanage. All this she did in the span of 46 years while raising her five children.
Elizabeth Ann Bayley Seton is a true daughter of the American Revolution, born August 28, 1774, just two years before the Declaration of Independence. By birth and marriage, she was linked to the first families of New York and enjoyed the fruits of high society. Reared a staunch Episcopalian by her mother and stepmother, she learned the value of prayer, Scripture and a nightly examination of conscience. Her father, Dr. Richard Bayley, did not have much use for churches but was a great humanitarian, teaching his daughter to love and serve others.

The early deaths of her mother in 1777 and her baby sister in 1778 gave Elizabeth a feel for eternity and the temporariness of the pilgrim life on earth. Far from being brooding and sullen, she faced each new “holocaust,” as she put it, with hopeful cheerfulness.

At 19, Elizabeth was the belle of New York and married a handsome, wealthy businessman, William Magee Seton. They had five children before his business failed and he died of tuberculosis. At 30, Elizabeth was widowed, penniless, with five small children to support.

While in Italy with her dying husband, Elizabeth witnessed Catholicity in action through family friends. Three basic points led her to become a Catholic: belief in the Real Presence, devotion to the Blessed Mother and conviction that the Catholic Church led back to the apostles and to Christ. Many of her family and friends rejected her when she became a Catholic in March 1805.

To support her children, she opened a school in Baltimore. From the beginning, her group followed the lines of a religious community, which was officially founded in 1809.

The thousand or more letters of Mother Seton reveal the development of her spiritual life from ordinary goodness to heroic sanctity. She suffered great trials of sickness, misunderstanding, the death of loved ones (her husband and two young daughters) and the heartache of a wayward son. She died January 4, 1821, and became the first American-born citizen to be beatified (1963) and then canonized (1975). She is buried in Emmitsburg, Maryland.

Comment:

Elizabeth Seton had no extraordinary gifts. She was not a mystic or stigmatic. She did not prophesy or speak in tongues. She had two great devotions: abandonment to the will of God and an ardent love for the Blessed Sacrament. She wrote to a friend, Julia Scott, that she would prefer to exchange the world for a “cave or a desert.” “But God has given me a great deal to do, and I have always and hope always to prefer his will to every wish of my own.” Her brand of sanctity is open to everyone if we love God and do his will.

Quote:

Elizabeth Seton told her sisters, “The first end I propose in our daily work is to do the will of God; secondly, to do it in the manner he wills it; and thirdly, to do it because it is his will.”

Patron Saint of: Loss of parents

St. Elizabeth Ann Seton Parish: Shrub Oak, New York Erected 1963,First In The World Named After Mother Seton

 

 

English
Italiano

Santa Elizabeth Ann Seton. Patrono di: perdita dei genitori
Elizabeth Ann Bayley Seton condusse una vita che è stata riempita con molta conflitto, la perdita e la lotta. Attraverso tutto questo ha mantenuto una fede forte e amorevole che chi conosceva lei non poteva fare a meno di ammirare.

Nato a New York nel 1774, sua madre morì quando lei aveva tre anni, e sebbene avesse alla fine una matrigna amorevole, questa perdita prima le diede una nostalgia per l'eternità che mente del suo bambino non ha completamente di afferrare. Lei è cresciuto con un amore della scrittura e sposò William Magee Seton, che lei amava con tutto il suo cuore fedele e tranquilla. Il loro matrimonio è stato il suo sogno divenuto realtà, ma quando morì il padre di William gli affari di famiglia ha preso una svolta per il peggio, e William ed Elisabetta sono stati lasciati cura per la propria famiglia di cinque figli, insieme con i suoi sette fratelli e sorelle.

Con la loro situazione finanziaria, diventando disperata, William contrasse la tubercolosi ed Elizabeth viaggiato con lui in Italia, nella speranza di una cura. Purtroppo, vi morì, ma Elisabetta è stata disegnata per la Chiesa cattolica e così ha cominciato la sua conversione. Esso è stato un tumultuoso, con membri della famiglia opposte lei ogni passo del cammino. Lei ha pregato costantemente per l'orientamento e fu accolto nella Chiesa nel 1805. Ha aperto una scuola per sostenere la sua famiglia; e la sua vita di fede era tale che, anche se lei era una madre vedova di cinque, ha ricevuto il permesso di farsi suora quattro anni più tardi ed era conosciuta come madre Seton da quel tempo su.

Fede della madre Seton era presto per essere testato, perché la sua perdita successiva è stata quella di una figlia, Anna. Lei si aggrappava alla Chiesa in risposta e un anno più tardi, nel 1813 ha fondato le sorelle della carità con 17 donne prendendo i voti. Eppure, le sue perdite continuarono con la morte di sua cognata e un'altra figlia, Rebecca. In qualche modo questa donna notevole fu unita ancora più vicini con Cristo e continuò le sue opere buone, aprendo un orfanotrofio e la cura per i malati e poveri con le sue sorelle.

Lei ha scritto molto, che documentano il suo amore per volontà di Dio e l'Eucaristia, nonostante i suoi molti dispiaceri. La regola delle Suore della carità si basava su figlie della carità di San Vincenzo de Paoli, e oggi fioriranno ancora sei diverse congregazioni. St Elizabeth Ann Seton morì di tubercolosi, nel 1821, all'età di 46 anni. Lei è stata canonizzata il 14 settembre 1975.

I Santi e le nostre vite

• Per tutta la perdita dei genitori, marito, figli e amici intimi, madre Seton mantenne la sua fiducia nella cura continua e definitiva bontà di Dio. Lei ha scritto: "gli incidenti della vita ci separano dai nostri amici più cari, ma cerchiamo di non disperare. Dio è come uno specchio in cui anime vedere l'altro. Più ci siamo uniti a lui dall'amore, il più vicino che ci sono coloro che appartengono a lui." Tale fede! Lei vide rispecchiata in Dio i volti di chi amava e fu confortato dalla loro vicinanza a lui, e così a lei anche. Quando ci troviamo di fronte una perdita devastante, Let's ricordare le sue parole e cercare di avvicinarsi a Dio.

• Elizabeth Ann Bayley Seton era convertito alla fede cattolica — rigorosamente generato dalla sua famiglia episcopale, lei era well-schooled nella scrittura e riconosciuto la verità del cattolicesimo quando si incontrano prima in Italia: "mio diventare cattolico fu una conseguenza molto semplice di andare in un paese cattolico, dove era impossibile per chiunque sia interessato in qualsiasi religione di non vedere la vasta differenza tra la prima stabilita fede data da nostro Signore e diffuse dai suoi apostolie le varie forme che da allora ha preso in altri paesi. " Suo cuore, già in tenera preda della grazia di Dio, è pronto a ricevere la pienezza di Cristo trovato nel cattolicesimo. La sua esperienza non fu una facile, tuttavia, come la sua famiglia e gli amici non capivo sua conversione. Se si è mai verificati equivoco a causa della vostra fede, non siete soli. Le cose del mondo e le cose di Dio non solitamente coesistere pacificamente. Sia la madre Seton la vostra guida e fiducia in Dio di guidarvi alla verità.

• "Essere figli della Chiesa", ha detto sorelle e figlia come lei giacque morente. La Chiesa che sostenne St Elizabeth Ann Seton durante la sua vita era sulle sue labbra, alla sua morte. Voleva il suoi cari di sapere della forza che ha ricevuta dai sacramenti e da quei Santi che è andato prima di lei. Potremmo impariamo ciò da lei pure.


Madre Seton è una delle chiavi di volta della Chiesa cattolica americana. Ha fondato la prima comunità religiosa statunitense per le donne, le Suore della carità. Aprì la prima scuola parrocchiale americano e stabilito l'orfanotrofio cattolico americano prima. Tutto questo ha fatto nell'arco di 46 anni mentre alzavano i suoi cinque figli.
Elizabeth Ann Bayley Seton è una vera figlia della rivoluzione americana, nata il 28 agosto 1774, appena due anni prima della dichiarazione d'indipendenza. Nascita e matrimonio, lei era legata alle prime famiglie di New York e goduto i frutti dell'alta società. Allevato una strenua vescovile da sua madre e matrigna, ha imparato il valore della preghiera, scrittura e un esame di coscienza di tutte le sere. Suo padre, il Dr. Richard Bayley, non aveva molto uso per le chiese, ma è stato un grande umanitario, l'insegnamento di sua figlia per amare e servire gli altri.

La morte di sua madre nel 1777 e la sorella del bambino nel 1778 diede Elizabeth un tatto per l'eternità e la temporaneità della vita Pellegrino sulla terra. Lungi dall'essere cupe e scontroso, ha affrontato ogni nuovo "olocausto", come lei ha detto, con allegria pieno di speranza.

A 19 anni, Elisabetta era la belle di New York e sposò un bello, ricco imprenditore, William Magee Seton. Ebbero cinque figli, prima la sua impresa fallì e morì di tubercolosi. 30, Elizabeth era vedovo, senza un soldo, con cinque figli piccoli a sostenere.

Mentre in Italia con il marito morente, Elizabeth testimone cattolicità in azione attraverso amici di famiglia. Tre punti fondamentali la portò a diventare un cattolico: fede nella presenza reale, devozione verso la Madre Santissima e la convinzione che la Chiesa cattolica ha portata indietro agli apostoli e a Cristo. Molti dei suoi amici e parenti lei ha respinto quando divenne un cattolico nel marzo 1805.

Per supportare i suoi figli, aprì una scuola a Baltimora. Fin dall'inizio, il suo gruppo seguito le linee di una comunità religiosa, che è stata ufficialmente fondata nel 1809.

Le mille o più lettere della madre Seton rivelano lo sviluppo della sua vita spirituale da ordinario bontà di santità eroica. Ha subito grandi prove di malattia, l'incomprensione, la morte di amava ones (il marito e due figlie giovani) e l'angoscia di un figlio ribelle. Morì il 4 gennaio 1821 e divenne il primo cittadino statunitense ad essere beatificato (1963) e poi Canonizzato (1975). È sepolta in Emmitsburg, Maryland.

Commento:
Elizabeth Seton non avuto nessun straordinarie doti. Non era un mistico o stigmatic. Lei non profetizzare o parlare in lingue. Lei aveva due grandi devozioni: abbandono alla volontà di Dio e un ardente amore per il Santissimo Sacramento. Lei ha scritto a un amico, Julia Scott, che lei preferisce scambiare il mondo per una "grotta o un deserto". "Ma Dio mi ha dato molto da fare e hanno sempre e la speranza sempre a preferire la sua volontà a ogni desiderio del mio". La sua prima marca di santità è aperto a tutti, se amiamo Dio e fare la sua volontà.


Citazione:
Elizabeth Seton ha detto le sorelle, "il primo fine che propongo nel nostro lavoro quotidiano è quello di fare la volontà di Dio; in secondo luogo, per farlo nel modo egli testamenti e in terzo luogo, fare perché è il suo volontà."
Patrono di: perdita dei genitori

St. Elizabeth Ann Seton Parish: Shrub Oak, New York Erected 1963,First In The World Named After Mother Seton

SITE MAP:HOMEPAGE,....CHURCH/INFO,....LITURGY(MASS&SACRAMENTS),....HISTORY&CULTURE (EVENTS, saints & HISTORy, PHOTOGRAPHS),....History of St. ROCCO,.... CHURCH BULLETINS, ....FATHER ELIAS' PASTORS' LETTERS,