English
Italiano

Rocca di Neto (KR)-Crowned our Lady of Setteporte
Big party at the Rocca di Neto, which involved not only the resident and the inhabitants of neighbouring countries, but many of our countrymen who emigrated. On this occasion, finally, the faithful of rocchitana communities have achieved the dream that they have cultivated for many years: see crowned our Lady of Setteporte. The crowns and Diadems, works of Michele Goldsmith Entrusted and blessed by his Holiness Benedict XVI, Sunday, may 03, were placed on the head of the Holy effigy of framework and of the statue. In addition to numerous faithful to sacred coronation, attended civil and military authorities. This year, the Festival began more than six months ago, when he started collecting the gold needed for the realization of sacred objects. A large number of faithful, with great devotion, offering some of the jewels, intended to participate in the sacred rite of the donation, in use since ancient times, symbolizing the Union of a people.
The Festival has continued in recent months with moments of great involvement: on 25 January, the day on which the maestro Michele Entrusted, at the sanctuary of Setteporte, packed with the faithful and civil and military authorities, has provided for the merger of gold offered, and the 15 of March day in which the sacred jewelry, made with great skill by our countryman, received the blessing in the Vatican. It is recalled that, on this occasion, the Holy Father congratulated the crotonese Goldsmith, for his precious creations, calling them "rich art of light and color". A judgment shared by those who have had the chance to see them, remaining attracted by high quality design and workmanship. The crowns were made entirely by hand with a meticulous workmanship and intertwining tunnel of gold. Twelve stars adorn the Summit, whilst the Central floral shapes highlights, on which were mounted on several stones of colour and two brilliant cut diamonds of Kt. or .82 and Kt. 051. Wreaths, subject to a special polishing over-abundance of a light effect. As it was called the party for rocchitani has lasted more than six months, and ended on Sunday with the coronation of sacred images, which has provided his Excellency Mons. Domenico Graziani, Archbishop of Crotone-Santa Severina.
On this occasion, Michele Goldsmith Entrusted, before its completion, the officiating, he proceeded to thank Mons. Francesco Frandina, Marian feasts, the Mayor and those who have had confidence in his art, and then extend a wish, liked by everyone, "that the seven ports indicating the seven graces our Lady gave the population of Rocca di Neto, imploring and exasperated by the pains of life, you must renew to eliminate the State of social unrest that has invaded the world."
Among the applause and praise for the fine accomplishments that contribute to enriching the Calabrian heritage of sacred art, Michele Entrusted has filed another great success. In just the last six months, there have been many manifestations and events of national significance, which have seen the crotonese Goldsmith.

source: http://www.corrieredelsud.it-site-modules-article-view.article.php7277-c39 - Translator

 

English
Italiano

Rocca di Neto (KR) - Incoronata la Madonna di Setteporte

Grande festa a Rocca di Neto, che ha coinvolto non solo i residente e gli abitanti dei paesi viciniori, ma molti nostri conterranei emigrati. Nell’occasione, finalmente, i fedeli della comunità rocchitana hanno realizzato il sogno che hanno coltivato per molti anni: vedere incoronata la Madonna di Setteporte.
Le corone e i diademi, opere dell’orafo Michele Affidato e benedette da Sua Santità Benedetto XVI, domenica scorsa, 03 maggio, sono state poste sulla testa delle sacre effige, del quadro e della statua.
Oltre ai numerosissimi fedeli, alla sacra incoronazione, hanno assistito autorità civili e militari.
Quest’anno, la festa ha avuto inizio oltre sei mesi fa, quando si è dato avvio alla raccolta dell’oro necessario alla realizzazione dei sacri oggetti. Un elevato numero di fedeli, con grande devozione, offrendo alcuni dei propri gioielli, ha inteso partecipare al sacro rito della donazione, in uso sin all’antichità, a simboleggiare l’unione di un popolo. La festa ha proseguito in questi mesi con momenti di gran coinvolgimento: il 25 gennaio, giorno in cui il maestro Michele Affidato, presso il Santuario di Setteporte, gremito di fedeli e autorità civili e militari, ha provveduto alla fusione dell’oro offerto, e il 15 di marzo giorno in cui i sacri monili, realizzati con gran maestria dal nostro conterraneo, hanno ricevuto la benedizione in Vaticano. Si ricorda che, nell’occasione, il Santo Padre si è complimentato con l’Orafo crotonese, per le sue preziose creazioni, definendole “opere d’arte ricche di luce e di colore”. Un giudizio condiviso da quanti hanno avuto la possibilità di vederle, restando attratti dall’alta qualità di progettazione e lavorazione. Le corone sono state realizzate interamente a mano con una minuziosa lavorazione di traforo e di intrecci dell’oro. Dodici stelle ne ornano la sommità, mentre la parte centrale evidenzia delle forme floreali, sulle quali sono state incastonate diverse pietre di colore e due diamanti taglio brillante di Kt. O,82 e di Kt. 051. Le corone, sottoposte ad una particolare brillantatura fanno sfoggio di un suggestivo effetto luce. Come si diceva la festa per i rocchitani è durata oltre sei mesi, e si è conclusa domenica scorsa con l’incoronazione, delle sacre immagini, alla quale ha provveduto Sua Eccellenza Mons. Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone - Santa Severina. Nell’occasione, l’orafo Michele Affidato, prima di consegnare le sue realizzazione, all’officiante, ha provveduto a ringraziare Mons. Francesco Frandina, il comitato feste Mariane, il Sindaco e quanti hanno avuto fiducia nella sua arte, per poi porgere un augurio, gradito da tutti, “che le sette porte indicanti le sette grazie che la Madonna concesse alla popolazione di Rocca di Neto, implorante ed esasperata dalle angustie della vita, si rinnovino per eliminare lo stato di malessere sociale che ormai ha invaso tutto il mondo”. Tra gli applausi e gli apprezzamenti per le belle realizzazioni, che contribuiscono ad arricchire il patrimonio calabrese d’arte sacra, Michele Affidato ha archiviato un ennesimo grande successo. In soli quest’ultimi sei mesi, sono state tante le manifestazioni ed eventi di rilievo nazionale, che hanno visto protagonista l’orafo crotonese.

 
  Fonte: sito web della : http://www.corrieredelsud.it/site/modules/article/view.article.php?7277/c39

 

SITE MAP:HOMEPAGE,....CHURCH INFO,....LITURGY(MASS&SACRAMENTS),....HISTORY&CULTURE(EVENTS,CHURCH HISTORY,PHOTOGRAPHS),....History of St. ROCCO,.... CHURCH BULLETINS, ....FATHER ELIAS' PASTORS' LETTERS,