SUNDAY, DECEMBER 29,2013:
The Feast Day of, The HOLY FAMILY OF JESUS, MARY AND JOSEPH






SUNDAY, DECEMBER 22, 2013: FOURTH SUNDAY OF ADVENT





DECEMBER 15, 2013: THIRD SUNDAY OF ADVENT

Dear Friends in Christ,
This Sunday is Gaudete – “rejoice” Sunday. We will rejoice in a new way this year with the inaugural Christmas Concert of our Children’s Choir at 12:45 pm after the 11:30 am Mass. A reception of cookies and coffee will follow in the Madonna Room.

Rejoicing is also the theme of the Holy Father’s comprehensive post-apostolic exhortation, Evangelii Gaudium, “Joy of the Gospel”. I hope we will be able to learn from the Holy Father’s message and it will help to shape our parish in the years to come. The document is well worth your attention and available in many languages. I would certainly look forward to the opportunity to discuss it with you in the new year.

So, once Christmas is over, if you find some free time, please, take the first step, pick up this message, read it, think about it and the pray about it. Then let’s get together and see how it might inspire us to make St Rocco “…a community of missionary disciples, who take the first step, who are involved and supportive, who bear fruit and rejoice (24)”. I wish you a peaceful and happy preparation for Christmas.
God bless you,
Father Elias







Cari Amici in Cristo,
Questa Domenica è Gaudete - tutti voi gioite – Domenica. Noi gioiamo in modo nuovo quest’anno con il Concerto inaugurale di Natale del Coro dei nostri bambini alle 12:45 dopo la Messa delle 11:30. Il ricevimento di biscotti e caffè seguirà nella sala della Madonna.

Gioia è anche il tema della globale esortazione post-apostolica del Santo Padre, Evangelii Gaudium, "La gioia del Vangelo". Spero che possiamo imparare dal messaggio del Santo Padre e contribuirà a modellare la nostra parrocchia negli anni a venire. Il documento merita la vostra attenzione e disponibile in molte lingue. Vorrei guardare avanti per l'opportunità di discutere con voi nel nuovo anno.

Quindi dopo che il Natale è passato, se trovate un pò di tempo libero, vi prego, di fare il primo passo, prendete questo messaggio, leggetelo, pensate e pregate su di esso. Poi vediamo chi è interessato a riunirsi per vedere come si potrebbe ispirare per rendere San Rocco "... una comunità di discepoli missionari, che prendono il primo passo, che sono coinvolti e solidali, che portano frutta e gioiscono (24)". Vorrei augurarvi una preparazione pacifica e contenta per il Natale.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias






DECEMBER 8, 2013: SECOND SUNDAY OF ADVENT

Dear Friends in Christ,
Thank you to our volunteers and benefactors who made it possible for us to give out 130 turkeys and the trimmings for Thanksgiving. Of course, this great work means we need to fill up our pantry. Please drop off at the Parish Office or in the church non-perishable food so that we can be su re to help many people have a brighter Christmas.
December 8 th is the Solemnity of the Immaculate Conception. However, the Sundays of Advent take precedence. Therefore, th e Immaculate Conception, whose celebration is transferred to Monday, Decem- ber 9 th , is NOT a Holy Day of Obligation this year. On Tuesday, December 10 th , at 7 pm Dom Am- bros presents an evening of Christmas Carols and explanation thereof in the church. Next Sunday, December 15 th is Gaudete – “rejoice” Sunday.
We will rejoice in a new way this year with the inaugural Christmas Concert of our Children’s Choir at 12:45 pm. A reception of cook- ies and coffee will follow in the Madonna Room.
On Tuesday, December 17 th , the RCIA and the Bible Study will meet as normal starting at 7 pm. This final Bible Study of the year will treat the Christmas prophecies of the Old Testament. The next RCIA/Bible Study will take place on January 7, 2014.
I want to encourage families with smaller children to come the Children’s Christmas Mass at 5:15 pm on Christmas Eve. This children’s Christmas Mass features the procession with the baby Jesus and the children’s homily.
God bless you,
Father Elias





Cari Amici in Cristo,
Ringrazio i nostri volonta ri e benefattori che hanno reso possibile per noi di distribuire 130 tacchini e altro cibo per la buona celebrazione del Ringraziamento. Certo, ora abbiamo bisogno di riempire la nostra dispensa di nuovo. Vi prego di lasciare presso l'uffi cio parrocchiale e nella chiesa alimenti non deperibili affinché possiamo essere sicuri di aiutare molte persone ad avere un Natale più luminoso.
Domenica, 8 Dicembre è la solennità dell'Immacolata Concezione. Tuttavia, le domeniche di Avvento hanno la precedenza. Pertanto, l'Immacolata Concezione, la cui celebrazione è trasferita a Lunedi, 9 Dicembre, non è un giorno di precetto quest'anno. Martedì, 10 Dicembre, alle 19:00 Dom Ambros presenta una serata di canti natalizi e la loro spiegazione nella chiesa. La prossima Domenica è Gaudete - tutti voi gioite – Domenica.
Noi gioiamo in modo nuovo quest’anno con il Concerto inaugurale di Natale con il Coro dei nostri bambini alle 12:45. Il ricevimento di biscotti e caffè seguirà nella sala della Madonna.
Martedì 17 Dicembre, il RCIA si incontra con lo studio della Bibbia come normale alle 19:00. Questo è l'incontro finale dell'anno considera le profezie di Natale del Vecchio Testamento. Il prossimo incontro del RICA / lo studio Bibbia avverrà il 7 gennaio 2014.
Voglio incoraggiare le famiglie con i bambini più piccoli a venire alla Messa di Natale per Bambini alle 17:15 la vigilia di Natale . La
Messa di Natale per i bambini presenta la processione con il bambino Gesù e omelia dei bambini.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias






DECEMBER 1, 2013: FIRST SUNDAY OF ADVENT

Dear Friends in Christ,
Advent is underway. You will find published in this bulletin and in the subsequent weeks the Christ- mas Mass schedule. It is the same as last year.
I want to encourage families with smaller children to come the Children’s Christmas Mass at 5:15 pm on Christmas Eve.
This children’s Christmas Mass features the procession with the baby Jesus and the children’s homily.
The annual blessing of the Nativity Scene in downtown Glen Cove at 7 pm on Friday, Decem- ber 6 th .
Given the widespread intolerance of the symbols of Christmas in public, this event consti- tutes a significant opportunity to bear witness to Je- sus as the Prince of Peace and Lord of Lords. I hope that many from Saint Rocco will attend this joyful occasion to start Advent.
Next Sunday, December 8 th is the Solemnity of the Immaculate Concepti on. However, the Sundays of Advent take precedence. Therefore, the Immacu- late Conception, whose celeb ration is transferred to Monday, December 9 th , is NOT a Holy Day of Obli- gation this year.
The Third Sunday of Advent is Gaudete – “rejoice” Sunday. We will rejoice in a new way this year with the inaugural Christmas Concert of our Children’s Choir at 12:45 pm. A reception of cook- ies and coffee will follow in the Madonna Room.
God bless you,
Father Elias


Cari Amici in Cristo,
L’Avvento è in corso. Tr overete pubblicati in questo bollettino e nelle settimane successive l'orario delle Messe di Natale. È come lo scorso anno.
Voglio incoraggiare le famiglie con i bambini più piccoli a venire alla Messa di Natale per 1i Bambini alle 17:15 la vigilia di Natale . La Messa di Natale per i bambini presenta la processione con il bambino Gesù e omelia dei bambini.
La benedizione annuale del Presepe nel centro di Glen Cove alle 19:00 il Venerdì, 6 Dicembre.
Data la diffusa intolleranza dei simboli del Natale in pubblico, questo evento rappresenta un’opportunità significativa di testimoniare Gesù come il Principe della Pace e Signore dei Signori. Spero che molti parrocchiani di San Rocco parteciperanno a questa gioiosa occasione per iniziare l'Avvento. La prossima Domenica 8 Dicembre è la solennità dell'Immacolata Concezione. Tuttavia,
le Domeniche dell’Avvento hanno la precedenza. Pertanto, l'Immacolata Concezione, la cui celebrazione è tr asferita a Lunedi, 9 Dicembre, non è un giorno di precetto quest'anno. La Terza Domenica di Avvento è Gaudete -
tutti voi gioite– Domenica. Noi gioiamo in modo nuovo questo anno con il Concerto inaugurale di Natale con il Coro dei nostri bambini alle 12:45. Un ricevimento con biscotti e caffè seguirà nella sala della Madonna.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias








NOVEMBER 24, 2013: THIRTY– FOURTH SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
I wish you a Happy Thanksgiving Day. We will have a special Mass at 9 am and request that you bring food for the pantry, which will naturally be low because of the distribution for Thanksgiving. Advent starts next Saturday evening.

The Close of the Year of Faith Wednesday, November 27th, Mass at 7:30 with Benediction of the Blessed Sacrament following the Novena
God bless you,
Father Elias


Cari Amici in Cristo,
Vorrei augurarvi un buon giorno del Ringraziamento. Celebriamo una Messa speciale alle 9:00 del mattino. Vi pr ego di portare il cibo per la dispensa, che naturalmente ne avremo bisogno a causa della distribuzione per il giorno del Ringraziamento.

Avvento inizia il prossimo Sabato sera.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias







NOVEMBER 17, 2013: THIRTY– THIRD SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
NOVEMBER 17, 2013: THIRTY– THIRD SUNDAY IN ORDINARY TIME Dear Friends in Christ, First, we still are over $2,200 short on our parish assessment for the Catholic Ministries Appeal. If you have not yet made a donation to this worthy cause, please do so. The parish receives a rebate if we hit our target and I would hate for us to miss it when we are so close.

Second, I have included in today’s bulletin an arti- cle about Saint Leopold by my friend, Amy Bonac- corso. On January 6, 2014 my abbey celebrates the 900th Anniversary of when St Leopold founded the Stift.
The Jubilee begins with the ordination to the diaconate of Dom Ambros and Dom Basilius (and possibly Dom Florian ) at Epiphany and runs through the Feast of St Leopold, November 15, 2014.
The Jubilee consists of a variety of activities that we hope will include the Provost’s visit to the Feast of Saint Rocco next summer and a Pilgrimage to Klosterneuburg.

Third, this year there will be an extra Mass on Thanksgiving , Thursday, November 28th, at 9 am with music from the choir.

Fourth, on December 15 th – Gaudete Sunday – the Children’s Choir will hold its first Christmas Con- cert at 12:45 pm after the last Mass.

Fifth, Luigi Greco has accepted my offer to be- come the Youth Director for Saint Rocco. This part -time position will help our parish initiate and coor- dinate additional activiti es for the young people of our parish beyond Religious Education and CYO.

Finally, Thanks to everyone who came to the 4 pm Mass last Saturday we made a very good impres- sion for the film. We can hope that the film will be worth producing in English so we will have a chance to see it next year.
God bless you,
Father Elias
Cari Amici in Cristo,
Prima di tutto, la nostra parrocchia ha bisogna ancora di $2.200 dollari per raggiungere la quota per l’Appello dei Ministeri Cattolici. Se non avete ancora fatto una donazione per questa nobile causa, vi prego di farlo. La parrocchia riceve un rimborso se raggiungiamo il nostro obiettivo e odierei perdere questo rimborso quando siamo così vicini.

Secondo, ho incluso nel bollettino di oggi un articolo su San Leopoldo dalla mia amica, Amy Bonaccorso. Il 6 Gennaio 2014, la mia abbazia celebra il 900° anniversario di quando San Leopoldo fondò Stift Klosterneuburg.
Il Giubileo inizia con l'ordinazione diaconale di Dom Ambros e Dom Basilio (e forse Dom Florian ) inizia alla Epifania e dura fino alla Festa di San Leopoldo, 15 Novembre 2014.
Il Giubileo è costituito da una serie di attività, che ci auguriamo possa includere la visita del Provosto per la festa di San Rocco la prossima estate, e un pellegrinaggio a Klosterneuburg.

Terzo quest’anno ci sarà una Messa in più il giorno del Ringraziamento, Giovedì, 28 Novembre a lle 9:00 con la musica e il coro.

Quarto il 15 Dicembre - Domenica Gaudete - Il coro dei Bambini terrà il suo primo concerto di Natale alle 12.45 dopo l’ultima Messa.

Quinto, Luigi Greco ha accettato la mia offerta di diventare il Direttore della Gioventù di San Rocco. Questa posizione a tempo parziale aiuterà la nostra parrocchia avviare e coordinare le attività aggiuntive per i giovani della nostra parrocchia oltre l’educazione religiosa e il CYO. Infine, grazie a tutti coloro che sono venuti a Messa Sabato scorso. Penso che abbiamo fatto una buona impressione per il film. Spero che vale la pena a produrre in lingua inglese così avremo la possibilità di vederlo l'anno prossimo.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias












OCTOBER 27, 2013: THIRTIETH SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
Tanti auguri to Clelia and Fiorentino Grella. On October 27th, this Sunday, Bishop Murphy confers St Agnes Medal to them for their service to the Church. We are grateful for their generous service to St. Rocco. On Wednesday, November 4th, 7 pm - 9 pm, we will hold the first Open House for All Saints Regional Catholic School. This Open House provides the opportunity to have a look at the exciting developments at our parish school.

This year All Saints is a Holy Day of Obligation. One fulfills this obligation by attendance at a Mass, either here or at another parish. It is gravely sinful to miss Mass intentionally on a Sunday or Holy Day of Obligation; one must go to confession before receiving Holy Communion (cf. Catechism of the Catholic Church, 2181: The Sunday Eucharist is the foundation and confirmation of all Christian practice. For this reason the faithful are obliged to participate in the Eucharist on days of obligation, unless excused for a serious reason [for example, illness, the care of infants] or dispensed by their own pastor. Those who deliberately fail in this obligation commit a grave sin.)

At Saint Rocco, we will celebrate a Vigil Mass on October 31 at 7:30 pm and three Masses on the day at 7:30 am and 8:45 am (in Italian) and at 7:30 pm (Bilingual) Additional possibilities are found at the neighboring parishes at Saint Patrick, Saint Hyacinth and Saint Boniface.

The Novena for All Souls starts Saturday. This year we will intercede for the beloved dead of our families and parish on November 2 at 4 pm Mass. This Mass fulfills your Sunday Obligation. For nine days (November 2-11) Masses will be offered for the holy souls to aid them on their way to God.

The Canons will be in Austria from Wednesday- Friday, November 6th-8th, for the Chapter. The following weekend, November 9-10, Father Nicholas will visit us with a film crew who are shooting a program about the abbey for the Jubilee Year next year. They will likely film the 4 pm Mass on Saturday, November 9th.
God bless you,
Father Elias





Cari Amici in Cristo,
Tanti auguri a Clelia e Fiorentino Grella. Domenica, 27 Ottobre, Mons. Murphy conferisce loro la medaglia di S. Agnese per il loro servizio alla Chiesa. Siamo tutti grati per il loro impegno a favore della nostra parrocchia. Il Mercoledì 4 Novembre, 19:00-09:00, si terrà la prima casa aperta per tutti i Santi Regionale Scuola Cattolica. Questa “casa aperta” offre l'opportunità di vedere gli sviluppi interessanti nella nostra scuola parrocchiale.

Quest'anno il giorno di Tutti i Santi è una festa di precetto. Si adempie tale obbligo quando si assiste ad una messa, sia qui o in un'altra parrocchia. È gravemente peccaminoso di perdere intenzionalmente la Messa di Domenica o del Giorno di Precetto; è necessario di confessarsi prima di ricevere di nuovo la Santa Comunione (cf. Catechismo della Chiesa Cattolica 2181: L'Eucaristia domenicale fonda e conferma tutto l'agire cristiano. Per questo i fedeli sono tenuti a partecipare all'Eucaristia nei giorni di precetto, a meno che siano giustificati da un serio motivo [per esempio, la malattia, la cura dei neonati o ne siano dispensati dal loro parroco]. Coloro che deliberatamente non ottemperano a questo obbligo commettono un peccato grave.)

A San Rocco, si celebrerà una Santa Messa della veglia il 31 Ottobre alle 19:30 e tre Messe il 1 Novembre alle 7:30 am, 08:45 (in italiano) e alle 19:30 (bilingue). Altre possibilità si trovano presso le parrocchie vicine a San Patrizio, San Giacinto e San Bonifacio. La Novena per tutte le anime comincia Sabato.

Quest'anno vogliamo intercedere per i nostri cari defunti delle nostre famiglie e la nostra parrocchia 2 Novembre alla Messa alle 16:00. Questa Messa soddisfa il vostro obbligo a partecipare alla Messa Domenicale. Per nove giorni (2-11 Novembre), Messe saranno offerte in suffragio per le anime sante per aiutarli nel loro cammino verso Dio.

I Canonici saranno in Austria da Mercoledì-Venerdì, 6-8 Novembre, per il Capitolo. La fine settimana successivo, 9-10 Novembre, Padre Nicholas ci visiterà con una troupe cinematografica che fanno un programma sull'abbazia per l'anno giubilare del prossimo anno. Probabile essi potranno filmare la Messa alle 16 il Sabato, 9 Novembre.
Dio Vi Benedica,
Padre Elias














OCTOBER 13, 2013: TWENTY-EIGHTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
Prayer takes many shapes: liturgical, devotion and personal. Let’s look at each one this week.
At the Mass we pray together as the Mystical Body of Christ united to Jesus Christ, Our Head and Great High Priest. We therefore dare to pray His Great Prayer to the Father. This transforms us when we allow it to gain for us the Mind of Christ. The prayer of Jesus shapes our mind, our hearts and our spirit so that we might see and feel God as He sees and feels Him. Liturgical Prayer therefore occupies a unique place in our life as Catholics because such prayer builds up the Church and makes the Kingdom of God powerfully present on the earth.
We pray together in the Mass, but we can also pray together when we recite the Holy Rosary or other devo- tions or formulas of prayer that elevate our hearts and our minds to God because our voices and our spirits be- come one through such prayers. These prayers inflame our passion for God, leading us to grow in greater of Love of Him. We can do this through greater love for Our Lady or for His Saints, all of whom ultimately lead us to the source of Love, God Himself. Praying together permits us to escape from our self preoccupations and to become the voice of all of mankind and indeed the whole Creation in praise of God and His marvelous works, petitioning God for our needs and those of the whole world, thanking God for His blessings and glorifying Him.
Personal prayer is a third essential mode of Christian prayer. Through it we open our hearts and minds to God. We do so through the meditative reading of Sacred Scripture (lectio divina), silent prayer, meditation and contemplation. The Saints teach us how to achieve un- ion with God through personal prayer by their examples of dedication to prayer and by their words that give us indications along the ascent of the soul to God. Silence plays a fundamental role in meditation and the preparation for contemplation. We must learn to quiet our minds of thoughts and images so that we can descend deeper into the mystery of God. Every day we should set aside a period of time to be quiet in the presence of God, so that He can heal us and make us whole/holy.
These three kinds of prayer will be available for everyone on Friday at the Holy Hour and Mass sponsored by the Padre Pio Prayer Group. Every third Friday of the month (except summer) we will have a Holy Hour and a Mass. The Holy Hour will begin at 7 pm with the Exposition of the Blessed Sacrament. The first half hour we pray in silence. We then pray Night Prayer and then the group leads various devotions; confessions will also be heard. The Holy Hour will end with Benediction of the Blessed Sacrament. Mass will be celebrated afterwards. All are most welcome to partici- pate in all or part of the evening.
Finally, on All Souls’ Day we will remember the deceased of the parish at the 4 pm Mass on Saturday, No- vember 2nd. This Mass also fulfils your Sunday obligation. We start with novena for All Souls with this Mass and continue for the following eight days.
God bless you,
Father Elias









Cari Amici in Cristo,
La preghiera prende molte forme: liturgica, devozione e personale. Diamo un'occhiata a ciascuna questa settimana.
Alla Messa preghiamo insieme come Corpo mistico di Cristo unito a Gesù Cristo, nostro Capo e Sommo Sacerdote. Osiamo quindi pregare la sua grande preghiera al Padre. Questa ci trasforma quando lo permettiamo di ottenere la mente di Cristo. La preghiera di Gesù modella la nostra mente, il nostro cuore e il nostro spirito in modo che possiamo vedere e sentire Dio come Egli vede e si sente lui. La preghiera liturgica occupa quindi un posto unico nella nostra vita di cattolici perché tale preghiera edifica la Chiesa e rende il Regno di Dio potentemente presente sulla terra.
Preghiamo insieme alla Messa, ma possiamo anche pregare insieme quando recitiamo il Santo Rosario o altre preghiere o formule di preghiera che elevano i nostri cuori e le nostre menti a Dio, perché le nostre voci ed il nostro spirito diventano uno attraverso tale preghiere. Queste preghiere infiammano la nostra passione per Dio, che ci porta a crescere in più d’ amore per Lui. Possiamo farlo attraverso un grande amore per la Madonna o per i santi, i quali in ultima analisi, ci conducono alla fonte d’ amore, per Dio stesso. Pregare insieme ci permette di fuggire dalla preoccupazioni e di diventare la voce di tutta l'umanità e in effetti tutta la creazione nella lode di Dio e le sue opere meravigliose, a chiedere Dio per le nostre esigenze e quelle del mondo intero, a ringraziare Dio per le Sue benedizioni e a glorificarlo. La preghiera personale è una terza modalità essenziale della preghiera cristiana. Attraverso lei apriamo i nostri cuori e le nostre menti a Dio. Preghiamo attraverso la lettura meditativa della Sacra Scrittura (lectio divina), preghiera in silenzio, la meditazione e la contemplazione. I santi ci insegnano come realizzare l'unione con Dio attraverso la preghiera pers onale con il loro esempio di dedizione alla preghiera e dalle loro parole che ci conducono lungo la ascesa dell'anim a a Dio. Il silenzio ha un ruolo fondamentale nella meditazione e la preparazione per la contemplazione. Dobbiamo imparare a calmare la nostra mente di pensieri e immagini in modo da poter scendere più in profondità nel mistero di Dio. Ogni giorno dovremmo mettere da parte un periodo di tempo taciturno in presenza di Dio in modo che Egli possa guarirci e farci interi/santi. Questi tre tipi di preghiera saranno disponibili per tutti il Venerdì all'Ora Santa e alla Santa Messa promosso dal Gruppo di Preghiera di Padre Pio. Ogni terzo Venerdì del mese (tranne in estate) avremo una Ora Santa e una Messa. L'Ora Santa inizierà alle 19:00 con l' Esposizione del Santissimo Sacramento. La prima mezz'ora preghiamo in silenzio. E poi preghiamo Compline (preghiera delle notte) e poi il gruppo con varie devozioni; le confessioni saranno ascoltati. L'Ora Santa termina con la Benedizione del Santissimo Sacramento. La Messa si celebra dopo. Tutti sono benvenuti a partecipare in tutto o della parte della serata.
Infine, 2 Novembre, ci ricordiamo i defunti della parrocchia alla Santa Messa alle 16:00 commemorando tutti i fedeli defunti. Questa Messa soddisfa anche l'obbligo di partecipare alla Messa domenicale. Iniziamo la novena per tutte le anime con questa Messa e proseguiamo per gli otto giorni di seguito.
Dio Vi benedica,
Padre Elias







OCTOBER 6, 2013: TWENTY-SEVENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
With the arrival of October means also the arrival of the Mass Passports for our children and young adults in Religious Education. This year we will implement additi onal programs for children at the Mass.
At the Masses at 4 pm, 10:15 am and 11:30 am, we will reserve rows up front for the use of the children so that they can more easily see what is going on in sanctuary. These children will be accompanied by the confirmandi and high school students who will help them to participate in the liturgy.
We will launch this next week, October 12-13. I am sure I can count on your cooperation. We will continue to have the children’s choir sing at the 10:15 am Mass once a month at which Mass there will be a children’s homily. On the other Sundays the children will be brought to a Children’s Liturgy of the Word. They will rejoin the Mass at the Offertory. If you wish to assist, please contact Luigi Greco. I can put you in touch with him through the parish email or the office.
And finally, a little something light hearted. Frank Scafuri asked me to pass on this link to Youtube in which he st ars. Just google "Frank's Waiting!" whose got rhythm? and enjoy
God bless you,
Father Elias









Cari Amici in Cristo,
Con l'arrivo del mese di Ottobre significa anche l'arrivo dei Passaporti della Santa Messa per i nostri bambini e giovani adulti in educazione religiosa. Quest'anno noi cominiciamo i programmi aggiuntivi per i bambini alla Santa Messa.
Alle Messe delle 4:00, 10:15 e 11:30, riserviamo banchi nella pa rte anteriore della chiesa per l'uso dei bambini in modo che possano più facilmente vedere che cosa succede nel santuario. Questi bambini saranno accompagnati dagli studenti e dai cresimandi, che li aiuteranno a partecipare alla liturgia . Cominiciamo questa prossima settimana, 12-13 Ottobre. Sono sicuro di poter contare sulla vostra collaborazione.
Noi continueremo a fare il coro dei bambini è canterranno alla Messa delle 10:15 una volta al mese e durante quella Messa ci sarà un’ omelia per i bambini. Le altre Domeniche i bambini saranno portati alla Liturgia della Parola per bambini. Essi potranno riprendere la Me ssa al Offertorio. Se volete aiutare, vi prego di contattare Luigi Greco. Vi posso mettere in conta tto con lui attraverso l’e-mail parrochiale or dell’ufficio.
Ed, infine, un pò di qualcosa di leggero dal cuore. Frank Scafuri mi ha chiesto di trasmettere a voi questo collegamento sul Youtube in cui lui è il protagonista. Mettete nelle ricerche "Frank’s Waiting!" whose Got Rhyt hm? e godetetevelo!
Dio Vi benedica,
Padre Elias







SEPTEMBER 29, 2013: TWENTY-SIXTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
The Ushers and I have been working together closely to ensure the smooth flow of the Liturgy while maintaining the proper demeanor and tone in the church. We have come up with a couple points that will be helpful for everyone to know
First, if you wish to bring up the gifts at a Mass on a Sunday or a Holy Day of Obligation, when there is a offertory procession, please make this desire known to an usher ten minutes before the Mass starts. Anyone may bring up the gifts. The number of gifts varies from Mass to Mass because experience has told us that the level of interest in bringing up the gifts varies from Mass to Mass.
Second, we are looking for new ushers for the Mass at 7:30 am on Sundays. If you are willing to help, please contact one of the Ushers at that Mass.
In discussion with the Music Director, I have also decided that she will play a Prelude before the Mass starts. When it is over, the Lector will read the announcements. Then, if everything is timed correctly, the Procession will begin shortly thereafter. We are also now experimenting at the English Masses with seasonal responsorial psalms that have the benefit of repetition over several weeks so that we can sing them together by memory.
Also, I want everyone to be aware of the fact that I have raised the fee for the Music Director to $250, which is commensurate with other parishes and with Maureen’s professional expertise. Next weekend, we will hear from a representative from the Life Center of Long Island, who will kick off a month long baby bottle fund-raiser here at St Rocco to help collect money for fathers and mothers in crisis pregnancies. The good news is that every day more and more people are recognizing that abortion is the wrong answer to crisis pregnancies. Violence is not the solution.
Abortion clinics are closing down at an accelerating rate around the country thanks to a change in hearts and minds that has translated in more humane laws that protect the unborn and women from abortionists. The conversation of hearts and minds means also that we too must help those in distress with compassion and care for fathers, mothers and children. It is up to us to help change the hearts and minds of our fellow Long Islanders. This fund raising campaign helps real people find answers that are constructive and positive. Let’s all take part in this excellent program for life. God bless you,
Father Elias









Cari Amici in Cristo,
Cari amici in Cristo, Gli uscieri ed Io abbi amo lavorato in stretta collaborazione per garant ire la fluidità della Liturgia, pur mantenendo il corretto comportamento e il tono in chiesa. Siamo venuti su con un paio di punti che saranno utili pe r tutti di sapere
Primo, se volete portare i regali a una Messa la Domenica o un giorno fes tivo di precetto, quando vi è una processione delle offerte, vi prego di far sapere questo desiderio a un usciere dieci minuti prima che la Messa inizia. Chiunque può portare i doni. Il numero di regali varia da Messa a Messa, perché l'esperienza ci ha detto che il livello di interesse nel portare i doni varia da Messa a Messa.
Secondo, cerchiamo più uscieri per la Messa della Domenica alle 7:30. Se siete disposti ad aiutare, Vi prego di contat tare uno degli uscieri in quella Messa Nella discussione con il direttore musicale, ho anche deciso che suonerà un preludio prima della Messa Quando è finita, il Lettore leggerà gli annunci. Poi, se tutto è a tempo correttamente, la processione inizierà subito dopo che gli annunci sono terminati. Proviamo nelle Messe in inglesi con salmi responsoriali stagionali che hanno il vantaggio di ripetizione durante diverse settimane in modo da poter cantare insieme a memoria.
Inoltre, voglio che tutt i siete consapevoli del fatto che ho aumentato la paga per il direttore di musica a $250, che è commisurato con le altre parrocchie e con la compet enze professionali di Maureen.
La prossima fine settimana, qui a San Rocco ascolteremo un rappresentant e del Centro Vita di Long Island, che incomin cerà un mese lungo fundraiser “infanzia bottig lia” per contribuire a raccogliere fondi per i padri e le madri in crisi della gravidanza. La buona notizia è che ogni giorno sempre più persone riconoscono che l'aborto è la risposta sbagliata alla crisi delle gravidanze. La violenza non è la soluzione.
Le Cliniche abortiste chiudono ad un ritmo sempre crescente in tutto il paese grazie ad un cambiamento nei cuori e nelle menti che ha tradotto in leggi più umane che pr oteggono il nascituro e le donne da abortisti.
La conversazione dei cuori e delle menti significa anche che noi dobbiamo aiutare chi è in difficoltà con la compassione e la cura per i padri, madri e figli. Spetta a noi ad aiutare a cambiare i cuori e le menti dei nostri abitanti di Long Island. Questa campagna di raccolta fondi aiuta le persone reali a trovare risposte che sono costruttive e positive. Facciamo si che tutti prendono parte a questo ottimo programma per la vita.
Dio Vi benedica,
Padre Elias






SEPTEMBER 22, 2013: TWENTY-FIFTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
This week I want to direct you to the article on the healing value of silen ce. Silence more and more reigns in our church but there are notable exceptions: weddings and baptisms. On account of the congregation's verbal inc ontinence, which evinces lack of respect for God and for neighbor as well as a lack of self respect, I must often remove the Blessed Sacrament from the tabernacle. I realize that baptisms and weddings are joyful occasions. But joy cannot be opposed to respect for God. It is a matter of awareness of where one is and what one is doing. Fun, by the way, is not the same thing as joy. Fun is sometimes a counterfeit of joy, its pale reflection. Joy rather is a deep and abiding happiness that is a fruit of the Holy Spirit that does not harm anyone but rather elevates and digni fies. It may be “fun” to laugh at another human being, but this is cruel and certainly not joy. Silence on the other hand is not an absence but rather a presence of the fundamental unity of being. It unites us to the world around us. Who doesn't love a walk in the woods, or by the sea, or in the mountains to feel one with Creation in silence. Si- lence also reintegrates us. Hence the importance of mediation in silence to encounter God, who is the source of everything. Silence together as human beings profoundly affirms our unity with one an- other. Sound, words and la nguage an often divide, separate and exclude. When we are silent together, we are one. Finally, this week I must attend a conference for school administrators. I will be out in Riverhead from Wednesday to Friday. Also on Friday, Sep- tember 27 th , my confrere, Dom Sebastian will be ordained to the priesthood. Father Gabriel will be representing the Canons and our parishes.
God bless you,
Father Elias









Cari Amici in Cristo,
Questa settimana voglio indirizzarvi all'articolo (in inglese, ma non è troppo difficile) sul valore curativo del silenzio. Il Silenzio sempre più regna nella nostra chiesa, ma ci sono notevoli eccezioni: matrimoni e battesimi. A causa di incontinenza verbale della congregazione, che manifesta mancanza di rispetto per Dio e per il prossimo, così come una mancanza di rispetto di sé, devo spesso portare via dal tabernacolo il Santissimo Sacramento. Capisco che battesimi e matrimoni sono occasioni gioiose. Ma la gioia non può essere contraria al rispetto per Dio. È una questione di consapevolezza di dove si è e ciò che si sta facendo. Divertimento, tra l'altro, non è la stessa cosa di gioia. Il divertimento è a volte una contraffazione della gioia, il suo pallido riflesso. La Gioia invece è una felicità profonda e duratura che è un frutto dello Spirito Santo che non danneggia nessuno, ma piuttosto eleva e nobilita. P uò essere divertente per ridere di un altro essere umano, che è crudele e certamente non gioia. Il Silenzio invece non è un'assenza ma una presenza dell'unità fondamentale dell'essere. Ci unisce il mondo intorno a noi. Chi non ama una passeggiata nei boschi o in riva al mare, o in montagna per sentirsi tutt'uno con la creazione, in silenzio. Il silenzio ci reintegra anche. Da qui l'importanza della mediazione in silenzio per incontrare Dio, che è la fonte di tutto. Silenzio insieme come esseri umani afferma profondamente la nostra unità tra loro. Su oni, parole e il linguaggio spesso dividono, separano ed escludono. Quando siamo in silenzio insieme, tuttavia, siamo sempre uno. Una cultura del silenzio porterà benefici a tutti noi, e attraverso di noi al mondo. Infine, questa settimana devo partecipare a una conferenza per gli amministratori scolastici. Sarò a Riverhead dal Mercoledì al Venerdì. Sempre il Venerdì, 27 Settembre, il mio confratello, Dom Sebastian sarà ordinato al sacerdozio. Padre Gabriel rappresenterà i Canonici e le nostre parrocchie.
Dio Vi benedica,
Padre Elias







SEPTEMBER 15, 2013: TWENTY-FOURTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
Dear Friends in Christ, We are very happy to welcome back Deacon Joseph Scolaro this weekend. He is serving as Deacon at the Mass on Sunday at 10:15. We are very much looking forward to his ordination to the priesthood next year. In the meantime, please remember him in your good prayers, and remember to pray for many men to have hearts open to a priestly vocation. Without priests, there is no Mass.
A vocation is a gift from God. He calls men to serve as priests and deacons, He calls men and women to the religious life and He has universally called the human race to marriage. Occasionally and for good reasons, such as care of parents or siblings or other forms of service, God calls men and women to the single state (celibacy). In all these vocations God is pleased and the Church enriched. I have heard that our parish has never produced a single priestly vocation. Please correctly me if I am wrong on this important fact. It begs the question: why? Why has our parish failed to produce a priestly vocation? I have heard some speculations about this. No doubt these proposals do help us to understand this history of sterility thus far. Understanding the past may help us to plan for the future. But more importantly I am interested in how we as a parish can create a positive and supportive culture of vocations. That means how can we help young men and women open their hearts to God’s plan for their lives? It is a challenging task because the local culture of New York is for the most part at odds with the vision of life set forth by Jesus and the Church.
Please pray about this and reflect on it. If you have any concrete suggestions and wish to realize them in actions, I am most interested to hear. In Austria, some people complain that there were too few priests. The opposite was in fact so. There were too few faithful. For priestly vocations and for the perseverance of priests in their vocation, parishes need to be vibrant and mature communities of disciples who devote themselves personally to a relationship with Jesus Christ in prayer and in their daily conduct. Heresy, irreverence, impiety, individualism, negativity, gossiping, backbiting and thoughtless criticism poisons a parish, turning God's vineyard into a wasteland. These are certainly not helpful, and they are indeed often sinful. Today fewer and fewer priests want to become pastors. The causes no doubt are varied. Yet, this should give everyone pause because among other things it speaks about the numerous negative experiences that pastors beyond those encountered in pastoral work: incomprehension about the priestly vocation (what a priest is?), a hostile culture, negative portrayals in the Mass Media and so forth. Yes, pastors can be insensitive, thoughtless and make errors in judgment – every priest knows this from personal experience as one who lives and works with pastors – because we are fellow sinners in the need of salvation. At the same time, pastors have been educated for this role, ordained – having received the Sacrament of Holy Orders – to help them carry out this office in fidelity to Christ and the Church, and selected by the Bishop, who serves in Christ's place as a successor to the Apostles.
If we truly want holy priests -- and I believe we all do -- then we need to pray for them, to sacrifice for them and to encourage them. Before I open my mouth, I should ask: am I building up this man or tearing him down? Is my goal to win an argument or to help him? Am I motivated by charity or anger? Such questions apply, of course, to all our interactions with every other human being.
In conclusion, I want to end on a positive note. I consider myself very blessed to be your pastor. I recognize you to be loyal and supportive to me. I thank you for that from the bottom of my heart. Together I pray that we can make a culture of vocations here at Saint Rocco so that our parish will always have priests and a pastor.
God bless you,
Father Elias



Cari Amici in Cristo,
contenti di poter ospitare Diacono Joseph Scolaro questa fine settimana. Egli servirà come diacono alla Messa Domenica alle 10:15. Aspettiamo con ansia la sua ordinazione sacerdotale il prossimo anno. Nel frattempo, ricordatelo nelle vostre buone preghiere, e ricordatevi di pregare per molti uomini ad avere il cuore aperto ad una vocazione sacerdotale. Senza sacerdoti, non c'è la Messa
La vocazione è un dono di Dio. Egli chiama gli uomini a servire come sacerdoti e diaconi, e chiama uomini e donne alla vita religiosa e ha chiamato tutto il genere umano al matrimonio. Di tanto in tanto e per buone ragioni, come ad esempio la cura di genitori o fratelli o altre forme di servizio, Dio chiama gli uomini e le donne allo stato celibato. In tutte queste vocazioni Dio si compiace e la Chiesa si arricchische.
Ho sentito dire che la nostra parrocchia non ha mai prodotto una vocazione sacerdotale. Vi prego di correggermi se mi sbaglio su questo fatto importante. Esso pone la domanda: perché? Perché la nostra parrocchia non è riuscita a produrre una vocazione sacerdotale? Ho sentito alcune speculazioni su questo. Senza dubbio queste proposte non ci aiutano a capire il perché.
Comprendere il passato può aiutare a pianificare per il futuro. Ma ancora più importante io sono interessato a questo: come noi, come una parrocchia può creare una cultura positiva e di sostegno delle vocazioni? Questa significa come possiamo aiutare i giovani uomini e le donne affinché aprono il loro cuore al progetto di Dio per la loro vita? Si tratta di un compito impegnativo, perché la cultura locale di New York è per la maggior parte in contrasto con la visione della vita stabilito da Gesù e la Chiesa.
Vi chiedo di pregare per questo e riflettere su di esso. Se avete suggerimenti concreti e volete realizzarli in azioni, sono più che interessato ad ascoltare. In Austria, alcune persone si lamentano che ci sono stati pochi sacerdoti. L'opposto è stato infatti così. Ci sono stati troppo pochi fedeli. Per le vocazioni sacerdotali e per perseveranza dei sacerdoti nella loro vocazione, le parrocchie devono essere comunità vibranti e mature di discepoli che si dedicano personalmente a un rapporto con Gesù Cristo nella preghiera e nella loro condotta quotidiana. Eresia, irriverenza, empietà, l'individualismo, la negatività, pettegolezzi, la maldicenza e la critica sconsiderata avvelenano una parrocchia, trasformando la vigna di Dio in un deserto. Questi atteggiamenti e comportamenti non sono certamente utili, e sono anzi spesso peccaminosi.
mpre meno sacerdoti vogliono diventare parroci. Le cause senza dubbio sono molteplici. Eppure, questo dovrebbe fare pensare a tutti perché tra le cose si parla delle numerose esperienze negative dei parroci incontrati nel lavoro pastorale: incomprensioni sulle vocazione sacerdotale (che cos'è un prete?), una cultura ostile, rappresentazioni negative nei mass media e così via. Sì, i parroci possono essere insensibili, sconsiderati e fanno errori di giudizio - ogni sacerdote lo sa per esperienza personale come uno che vive e lavora con i parroci - perché siamo tutti peccatori, nel bisogno di salvezza. Allo stesso tempo, i parroci sono stati educati per questo ruolo, ordinati - avendo ricevuti il sacramento dell'Ordine - per aiutarli a svolgere questo ufficio nella fedeltà a Cristo e alla Chiesa, e selezionati dal Vescovo, che serve al posto di Cristo come successore degli Apostoli.
Se vogliamo veramente santi sacerdoti - e credo che siamo d’accordo - allora dobbiamo pregare per loro, di sacrificare per loro e di incoraggiarli. Prima che io apro la bocca, dovrei pensare: elevo questo uomo o lo abbatto? È il mio obiettivo è di vincere un argomento o per aiutarlo? Sono motivato dalla carità o rabbia? Queste domande si applicano, ovviamente, a tutte le nostre interazioni con ogni altro essere umano. In conclusione, vorrei concludere con una nota positiva. Io mi considero benedetto di essere il vostro parroco. Riconosco che siete fedeli e mi sopportate. Vi ringrazio per questo dal profondo del mio cuore. Io prego affinchè insielme possiamo fare una cultura vocazionale qui a San Rocco in modo che la nostra parrocchia avrà sempre i sacerdoti e un parroco.
Dio Vi benedica,
Padre Elias







SEPTEMBER 8, 2013: TWENTY-THIRD SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
With the arrival of September, new things are starting. I want to tell you about two of them. First, we have decided to offer the class for the Rite of Christian Initiation for Adults (RCIA) and the Bible Study on Tuesday evenings. The evening starts at 7 pm with the RCIA class meeting in the Parish Center. This will allow those interested in learning more about the Catholic faith to have some extra time with the instructors before the Bible Study starts at 7:30 pm. The RCIA class is available to those interested in learning more about the Catholic Church in preparation for entrance into full communion at the Easter Vigil, either through baptism or the profession of faith for those already baptized. The Bible Study this year will be somewhat different from years past insofar as it will aim to present an introduction to story of salvation told through the books of the Bible. The goal is to cover this story by next May. The Bible Study will not, therefore, review Genesis, Exodus or Leviticus, which were thoroughly covered already. Rather it will start with Numbers. We hope to meet about thirty times, so there should be plenty of opportunity to cover the material as well as to pay special attention to critical biblical passages. All are invited to attend. Please, bring a Bible with you.
Second, after having discussed the matter with the Padre Pio Prayer Group, we have decided to try to new initiative this year. Every third Friday of the month (except summer) we will have a Holy Hour and a Mass. The Holy Hour will begin at 7 pm with the Exposition of the Blessed Sacrament. During the Holy Hour, the prayer group will lead various devotions and confessions will be heard. The Holy Hour will end with Benediction of the Blessed Sacrament. A Mass will be celebrated afterwards. All are most welcome to participate in all or part of the evening. The first Holy Hour and Mass will be held on September 20th . Finally, on Sunday, September 15th, the newly ordained Deacon Joseph Scolaro will serve and preach at the 10:15 Mass.
God bless you,
Father Elias



Cari Amici in Cristo,
arrivo di Settembre, nuove cose
incominciano. Voglio parlarvi di due di loro.
Primo, abbiamo deciso di offrire la classe per il
Rito dell’iniziazione cristiana per gli adulti (RCIA)
e lo studio della Bibbia il Martedì sera. La serata
inizia alle 19:00 con la riunione delle classe del
RCIA nel Centro Parrocchiale. Questo permetterà
coloro che sono interessati di sapere di più sulla
fede cattolica e per avere un pò di tempo in più con
gli istruttori prima dello studio della Bibbia che
inizia alle 19:30. Ambedue sono in inglese.
Lo studio della Bibbia di quest'anno sarà un pò
diverso dagli anni passati in quanto avrà lo scopo di
presentare una introduzione alla storia della
salvezza raccontata attraverso i libri della Bibbia.
L'obiettivo è di terminare questa storia entro il
prossimo mese di Maggio. Lo studio della Bibbia
non sarà, pertanto, riassumere Genesi, Esodo e
Levitico, che sono stati accuratamente trattati già.
Piuttosto inizierà con i Numeri. Speriamo di
incontrarci una trentina di volte, quindi ci
dovrebbero essere molta opportunità di coprire il
materiale, e di prestare particolare attenzione alle
critiche dei passi biblici. Tutti sono invitati a
partecipare. Vi prego di portare una Bibbia con voi.
Secondo, dopo aver discusso la questione con il
gruppo di preghiera di Padre Pio, abbiamo deciso di
provare una nuova iniziativa per quest'anno. Ogni
terzo Venerdì del mese (tranne in estate) avremo
una Ora Santa e una Messa. L'Ora Santa inizierà
alle 19:00 con l'Esposizione del Santissimo
Sacramento. Durante l'Ora Santa, il gruppo di
preghiera condurrà varie devozioni e le confessioni
saranno ascoltate. L'Ora Santa termina con la
Benedizione del Santissimo Sacramento. La Messa
sarà celebrata dopo. Tutti siete benvenuti a
partecipare in tutto o in parte della serata. La prima
ora Santa e la Santa Messa si terrà il 20 Settembre.
L’ultima cosa, Domenica, 15 Settembre, il
neoordinato diacono Joseph Scolaro servirà e
predicherà alla Messa delle 10:15.
Dio Vi benedica,
Padre Elias







































AUGUST 18, 2013: TWENTIETH SUNDAY IN ORDINARY TIME















AUGUST 11, 2013: NINETEENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,
I want to express my gr atitude to everyone who made the Feast a great success this year. Although we had one day of poor weather, the rest of the days were beautiful – thank you Saint Rocco! We all have stories and observations. Here are a few of mine. I am very happy with the way in which the Feast is gaining a clea rer profile as not only a celebration of our Italian culture and heritage, but also our Catholic faith. The atmosphere in the church was appropriately re verent most of the time.
The celebrations of the Liturgy of the Hours and the devotions bore elegant witness to the fact that we are first and foremost, a community of faith. During the feast, the activities inside and outside of the church constitute the whole parish harmoniously working together as the mys tical body of Christ.
The Franciscan Sisters of the Renewal held a wonderful Holy Hour. We hope that they will come again. I will be looking to invite other religious com- munities or groups to help us to increase our spiri- tual offerings during the feast.
I have asked Maureen Husing, our music director, to plan on holding an organ concert during the feast next year to show off our organ, which at the mo- ment is a source of concer n. She is currently prepar- ing a report to the parish about the needs of the or- gan. The renovations and repairs are urgent and we will have to undertake them soon. Maureen is also working hard with our adult and children’s choirs. Please, if you want to help us sing better at Saint Rocco, join, or encourage others to join. Furthermore, Maureen is working with Lynn Wilson, the director of the Our Lady of Angels young women’s choir, who sang so beautifully on Thursday.
We will not have the final results for some time because of invoices and other bills. Rest assured, however, that God has ble ssed our parish not only with a significant financial reward, but more impor- tantly, with the rewards of friendship, community and family.
The Feast is important for us. But its importance to Glen Cove should not be under estimated. We have created a unique six day long event for families and friends to come together in a peaceful, safe atmosphere to enjoy each other’s company, eat great Italian food, and to give tha nks to God, the source of all blessings.
For these reasons, we should be very proud of the efforts of this parish to make a positive difference in our world and to let the light of God’s peace and love shine in the darkness.
God bless you,
Father Elias



Cari Amici in Cristo,
Voglio esprimere la mia gratitudine a tutti coloro che hanno reso la festa un grande successo quest'anno. Anche se abbiamo avuto una giornata di maltempo, il resto dei giorni sono stati bellissimi - grazie San Rocco!
Tutti noi abbiamo racconti e osservazioni. Qui ci sono alcuni dei miei. S ono molto contento del modo in cui la festa guadagna un profilo più chiaro come non solo una celebrazione della nostra cultura e del patrimonio italiano, ma anche la nostra fede cattolica. L'atmosfera nella chiesa è stata appropriata la maggior parte del tempo. Le celebrazioni della Liturgia delle Ore e le devozioni testimoniavano elegantemente che noi siamo prima di tutto, una comunità di fe de. Durante la festa, le attività all'interno e all'esterno della chiesa costituiscono tutta la pa rrocchia armoniosamente lavorare insieme come corpo mistico di Cristo. Le Suore Francescane del Rinnovamento hanno tenuto una meravigliosa Or a Santa. Speriamo che verranno di nuovo. Cercherò di invitare altre comunità religiose o gruppi di aiutarci ad aumentare le nostre offerte spirituali durante la festa.
Ho chiesto Maureen Husing, la nostra direttrice musicale, per pianificare in un concerto d'organo durante la festa del prossimo anno per mostrare il nostro organo, che al momento è una fonte di preoccupazione. Ora lei st a preparando un riporto a riguardo i bisogni dell'orga no. Le ristrutturazioni e riparazioni sono urgenti e dobbiamo intraprendere presto.
Anche Maureen lavora molto con i nostri cori. Per favore, se volete aiutar ci di cantare meglio a Saint Rocco, unitevi al cor o, o incoraggiate altri ad unirsi. Inoltre Maureen co llabora con Lynn Wilson, la direttrice del coro delle donne giovani, “Nostra Signora degli Angeli”, che hanno cantato splendidamente Giovedì. Non avremo i risultati fi nali per qualche tempo a causa di fatture e altre sp ese. State certi, però, che Dio ha benedetto la nostra parrocchia non solo con un significativo premio in denaro, ma ancora più importante, con i frutti di amicizia, di comunità e di famiglia.
La Festa è importante per noi. Ma la sua importanza a Glen Cove non dovrebbe essere sottovalutata. Abbiamo cr eato un unico evento lungo sei giorni per le fa miglie e gli amici di incontrarsi in un'atmosfera tranquilla e sicura per godere della reciproca compagnia, per mangiare ottimo cibo italiano, e per rendere grazie a Dio, fonte di ogni benedetto. Per queste ragioni, noi dovremmo essere fieri degli sforzi di questa parrocchia per fare una differenza positiva nel nostro mondo e per lasciare che la luce della pace di Dio e il suo amore illuminano il buio. Dio Vi benedica,
Padre Elias





AUGUST 4, 2013: EIGHTEENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME















July 28, 2013: Seventh SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,

The Feast fast approaches! Thank you to everyone for all the hard work over the past weeks and months. We have a full liturgical and devotion program including a visit from the Franciscan Sisters of the Renewal, who will host a youth holy hour on Wednesday tentatively scheduled for 8 pm.
s many have already noticed, we have the pleasure to host Father Matthew Obiekezie this summer. A US citizen, Father Matthew comes from Nigeria and has studied and worked in Americ a for almost a decade. He will help us here and at Sa int Patrick through September.
After the Feast I shall visit my religious community in Norway and Austria. I will return just before school starts at the end of August. On August 28th, Dom Am- bros, who visited us several times in Glen Cove will make his solemn vows. Shortly thereafter on Sunday, September 1st, Joseph Scolaro, a seminarian for the Dio- cese of Rockville Centre, will be ordained a deacon.
This gives me a chance to explain the difference be- tween Canons and diocesan priests. Diocesan priests belong to a specific diocese. The diocese – its history, identity and customs – shapes the diocesan priest. Dio- cese priests do not take vows of poverty, chastity and obedience; they promise obedience to the bishop and his successors, promise celibacy when they are ordained deacons, and are called to follow simplicity of life. Di- ocesan priests have to pay for their own cars, pay for their travels and provide for their retirement.
Canons, on the other hand, are religious. We profess vows of common property without private property, chastity and obedience. Our community looks after all our expenses; we contribute whatever we earn to our community. This brief explanation can help you to un- derstand that we Canons belong to a priestly family. For Father Daniel, Father Gabrie l and me, we belong to the abbey of Klosterneuburg, a nearly nine hundred year old family of Canons. In addition to our house here in Glen Cove, we also have a house in Bergen, Norway, where I have also worked.
Every family needs to get together from time to time to stay in touch. A family gets together for important events in the life of the family. For religious, those events include the investiture of novices (new mem- bers), professions of vows (members make lifelong commitments to the community), ordinations to the di- aconate and priesthood, the semi-annual chapters (meetings of the solemnly professed members)
and other special chapters (fo r example, to elect new su- periors). For this reason, all or some of us often must travel to Europe a two or three times a year. Of course, many Canons have already made the trip to Glen Cove. In fact, this weekend, three Canons have arrived to participate in the Feast. Please welcome them! They are
Father Nicholas (who was here for the Ball in February), Dom Ignatius and Dom Florian. They join a long list of Can- ons who have helped keep the bonds between Klosterneub- urg and Glen Cove. Therefore, I will be doing much the same as I visit our communities in Bergen, my old novice master (and now bishop) in Oslo, and finally the abbey for my longest visit (almost a week) since I came to Glen Cove.
Looking ahead to September, we will probably start up the Bible Study in conjunction with a course for those inter- ested in becoming Catholic (RCIA) on Monday evenings. We have not yet quite worked out the details, but Monday evenings seems best suited for this.
God bless you,
Father Elias







Cari Amici in Cristo,


La festa arriva subito! Ringrazio a tutti per il vostro lavoro diligente per la preparazione per la festa. Abbiamo un programma completo di attività liturgiche e devozionali tra cui una visita dalle Suore Francescane del Rinnovamento, che terranno un’ora santa per i giovani Mercoledì previsto alle 20:00. Come molti hanno già notato, abbiamo il piacere di ospitare Padre Matteo Obiekezie questa estate. Un cittadino degli Stati Uniti, Padre Matteo viene dalla Nigeria ha studiato e lavorat o in America per quasi un decennio. Egli ci aiuterà qui e a Saint Patrick fino alla fine di Settembre. Dopo la festa visiterò la mia comunità religiosa in Norvegia e in Austria.
Tornerò appena prima dell'inizio della scuola alla fine di Agosto. Il 28 Agosto, Dom Ambros, che ci ha visitato più volte a Glen Cove farà la sua professione dei voti solenni. Poco dopo Domenica 1 Settembre, Joseph Scolaro, un seminarista della Diocesi di Rockville Centre che ha lavorato qui l'anno scorso, sarà ordinato diacono.
Questo mi dà la possibilità di spiegare la differenza tra Canonici e sacerdoti diocesani. I sacerdoti Diocesani appartengono a una diocesi specifica. La Diocesi - la sua storia, identità e costumi - configura il sacerdote diocesano. I sacerdoti della Diocesi non prendono voti di povertà, castità e obbedienza, promettono obbedienza al vescovo e ai suoi successori, promettono celibato quando vengono ordinati diaconi, e sono chiamati a seguire la semplicità di vita. I sacerdoti diocesani devono pagare per la propria auto, pagare per i lori viaggi e provvedere alla propria vecchiaia.
I Canonici, d'altra parte, sono religiosi. Noi professiamo voti di proprietà comune senza proprietà privata, castità e obbedienza. La nostra comunità prende cura di tutte le nostre spese; contribuiamo ciò che guadagniamo per la nostra comunità.
Questa breve spiegazione può aiutare a capire che noi Canonici apparteniamo ad una famiglia sacerdotale. Padre Daniel, Padre Gabriel ed io apparteniamo all’abbazia di Klosterneuburg, una famiglia di Canonici che è quasi 900 anni vecchia. In aggiunta alla nostra casa qui a Glen Cove, c’è un’altra casa a Bergen, in Norvegia, dove ho anche lavorato.
Ogni famiglia ha bisogno di stare insieme di tanto in tanto per rimanere in contatto. Una famiglia si riunisce per gli eventi importanti della vita della famiglia. Per i religiosi, quegli eventi includono l'investitura dei novizi (nuovi membri), professioni di voti (i membri assumono impegni per tutta la vita per la comunità), ordinazioni al diaconato e al sacerdozio, i capitoli semestrali (riunioni dei membri professi solenni) e altri capitoli speciali (ad esempio, per eleggere i nuovi superiori). Per questo motivo, tutti o alcuni di noi spesso dobbiamo viaggiare per l'Europa due o tre volte l'anno.
Naturalmente, molti Canonici hanno già fatto il viaggio per Glen Cove. In r ealtà, questa fine settimana, tre Canonici sono arrivati per partecipare alla festa. Vi prego di dare loro il benvenuto! Essi sono Padre Nicholas (che era qui per la festa a Febbraio), Dom Ignazio e Dom Florian. Si uniscono una lunga lista di Canonici che hanno contribuito a mantenere i legami tra Klosterneuburg e Glen Cove. Pe rciò, io faccio la stessa cosa andrò a visitare le nostre comunità a Bergen, il mio vecchio maestro dei novizi (e ora vescovo) a Oslo, e, infine, l'abbazia per la mia visita più lunga (quasi una settimana) da quando sono venuto a Glen Cove.
Guardando avanti a Settembre, probabilmente ricominciamo lo studio della Bibbia in combinazione con un corso per chi è interessato a diventare cattolico (RICA), il Lunedì sera. Non abbiamo ancora abbastanza elaborato i dettagli ma Lunedì sera sembra più adatto per questo.
Dio Vi benedica,
Padre Elias





July 28, 2013: Seventh SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,

The Feast fast approaches! Thank you to everyone for all the hard work over the past weeks and months. We have a full liturgical and devotion program including a visit from the Franciscan Sisters of the Renewal, who will host a youth holy hour on Wednesday tentatively scheduled for 8 pm.
s many have already noticed, we have the pleasure to host Father Matthew Obiekezie this summer. A US citizen, Father Matthew comes from Nigeria and has studied and worked in Americ a for almost a decade. He will help us here and at Sa int Patrick through September.
After the Feast I shall visit my religious community in Norway and Austria. I will return just before school starts at the end of August. On August 28th, Dom Am- bros, who visited us several times in Glen Cove will make his solemn vows. Shortly thereafter on Sunday, September 1st, Joseph Scolaro, a seminarian for the Dio- cese of Rockville Centre, will be ordained a deacon.
This gives me a chance to explain the difference be- tween Canons and diocesan priests. Diocesan priests belong to a specific diocese. The diocese – its history, identity and customs – shapes the diocesan priest. Dio- cese priests do not take vows of poverty, chastity and obedience; they promise obedience to the bishop and his successors, promise celibacy when they are ordained deacons, and are called to follow simplicity of life. Di- ocesan priests have to pay for their own cars, pay for their travels and provide for their retirement.
Canons, on the other hand, are religious. We profess vows of common property without private property, chastity and obedience. Our community looks after all our expenses; we contribute whatever we earn to our community. This brief explanation can help you to un- derstand that we Canons belong to a priestly family. For Father Daniel, Father Gabrie l and me, we belong to the abbey of Klosterneuburg, a nearly nine hundred year old family of Canons. In addition to our house here in Glen Cove, we also have a house in Bergen, Norway, where I have also worked.
Every family needs to get together from time to time to stay in touch. A family gets together for important events in the life of the family. For religious, those events include the investiture of novices (new mem- bers), professions of vows (members make lifelong commitments to the community), ordinations to the di- aconate and priesthood, the semi-annual chapters (meetings of the solemnly professed members)
and other special chapters (fo r example, to elect new su- periors). For this reason, all or some of us often must travel to Europe a two or three times a year. Of course, many Canons have already made the trip to Glen Cove. In fact, this weekend, three Canons have arrived to participate in the Feast. Please welcome them! They are
Father Nicholas (who was here for the Ball in February), Dom Ignatius and Dom Florian. They join a long list of Can- ons who have helped keep the bonds between Klosterneub- urg and Glen Cove. Therefore, I will be doing much the same as I visit our communities in Bergen, my old novice master (and now bishop) in Oslo, and finally the abbey for my longest visit (almost a week) since I came to Glen Cove.
Looking ahead to September, we will probably start up the Bible Study in conjunction with a course for those inter- ested in becoming Catholic (RCIA) on Monday evenings. We have not yet quite worked out the details, but Monday evenings seems best suited for this.
God bless you,
Father Elias







Cari Amici in Cristo,


La festa arriva subito! Ringrazio a tutti per il vostro lavoro diligente per la preparazione per la festa. Abbiamo un programma completo di attività liturgiche e devozionali tra cui una visita dalle Suore Francescane del Rinnovamento, che terranno un’ora santa per i giovani Mercoledì previsto alle 20:00. Come molti hanno già notato, abbiamo il piacere di ospitare Padre Matteo Obiekezie questa estate. Un cittadino degli Stati Uniti, Padre Matteo viene dalla Nigeria ha studiato e lavorat o in America per quasi un decennio. Egli ci aiuterà qui e a Saint Patrick fino alla fine di Settembre. Dopo la festa visiterò la mia comunità religiosa in Norvegia e in Austria.
Tornerò appena prima dell'inizio della scuola alla fine di Agosto. Il 28 Agosto, Dom Ambros, che ci ha visitato più volte a Glen Cove farà la sua professione dei voti solenni. Poco dopo Domenica 1 Settembre, Joseph Scolaro, un seminarista della Diocesi di Rockville Centre che ha lavorato qui l'anno scorso, sarà ordinato diacono.
Questo mi dà la possibilità di spiegare la differenza tra Canonici e sacerdoti diocesani. I sacerdoti Diocesani appartengono a una diocesi specifica. La Diocesi - la sua storia, identità e costumi - configura il sacerdote diocesano. I sacerdoti della Diocesi non prendono voti di povertà, castità e obbedienza, promettono obbedienza al vescovo e ai suoi successori, promettono celibato quando vengono ordinati diaconi, e sono chiamati a seguire la semplicità di vita. I sacerdoti diocesani devono pagare per la propria auto, pagare per i lori viaggi e provvedere alla propria vecchiaia.
I Canonici, d'altra parte, sono religiosi. Noi professiamo voti di proprietà comune senza proprietà privata, castità e obbedienza. La nostra comunità prende cura di tutte le nostre spese; contribuiamo ciò che guadagniamo per la nostra comunità.
Questa breve spiegazione può aiutare a capire che noi Canonici apparteniamo ad una famiglia sacerdotale. Padre Daniel, Padre Gabriel ed io apparteniamo all’abbazia di Klosterneuburg, una famiglia di Canonici che è quasi 900 anni vecchia. In aggiunta alla nostra casa qui a Glen Cove, c’è un’altra casa a Bergen, in Norvegia, dove ho anche lavorato.
Ogni famiglia ha bisogno di stare insieme di tanto in tanto per rimanere in contatto. Una famiglia si riunisce per gli eventi importanti della vita della famiglia. Per i religiosi, quegli eventi includono l'investitura dei novizi (nuovi membri), professioni di voti (i membri assumono impegni per tutta la vita per la comunità), ordinazioni al diaconato e al sacerdozio, i capitoli semestrali (riunioni dei membri professi solenni) e altri capitoli speciali (ad esempio, per eleggere i nuovi superiori). Per questo motivo, tutti o alcuni di noi spesso dobbiamo viaggiare per l'Europa due o tre volte l'anno.
Naturalmente, molti Canonici hanno già fatto il viaggio per Glen Cove. In r ealtà, questa fine settimana, tre Canonici sono arrivati per partecipare alla festa. Vi prego di dare loro il benvenuto! Essi sono Padre Nicholas (che era qui per la festa a Febbraio), Dom Ignazio e Dom Florian. Si uniscono una lunga lista di Canonici che hanno contribuito a mantenere i legami tra Klosterneuburg e Glen Cove. Pe rciò, io faccio la stessa cosa andrò a visitare le nostre comunità a Bergen, il mio vecchio maestro dei novizi (e ora vescovo) a Oslo, e, infine, l'abbazia per la mia visita più lunga (quasi una settimana) da quando sono venuto a Glen Cove.
Guardando avanti a Settembre, probabilmente ricominciamo lo studio della Bibbia in combinazione con un corso per chi è interessato a diventare cattolico (RICA), il Lunedì sera. Non abbiamo ancora abbastanza elaborato i dettagli ma Lunedì sera sembra più adatto per questo.
Dio Vi benedica,
Padre Elias





------





JULY 14, 2013: FIFTEENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


------





JULY 14, 2013: FIFTEENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


------





JULY 7, 2013: Fourteenth SUNDAY IN ORDINARY TIME


------


     



JUNE 30, 2013: thirteenth SUNDAY IN ORDINARY TIME


------







JUNE 30, 2013: thirteenth SUNDAY IN ORDINARY TIME


------







JUNE 23, 2013: TWELFTH SUNDAY IN ORDINARY TIME


Dear Friends in Christ,

This weekend marks second anniversary of the arrival of the Canons Regular of Saint Augustine in Glen Cove. How quickly the time has flown, and how much we have seen and done together. I want to reflect on this a little more with you, but first, I want to announced with great pleasure and satisfaction that Saint Rocco now has a new Music Director, Maureen Husing, who come to us from the First Presbyterian Church in Glen Cove, where she has worked for twenty-two years. She officially starts on July 1st.
A Saint Gertrude’s parishioner in Bayville, Maureen is an accomplished organist and choir director who is very excited about building up a new liturgical music program at Saint Rocco. Her first venture starts immediately with a Saint Rocco Feast Choir, whose organizational meeting is on Wednesday, June 26th at 7 pm in the Parish Center, just prior to the Memorial Mass for Nicholas Pedone at 7:30 pm. This extraordinary Feast Choir is open to al parishioners. I want to encourage many to come out to sing for the Feast and also to take advantage of this opportunity to help Maureen to get to know the parish.
It bears repeating that I am grateful to Frank Scafuri, Kim Panoff and Roseanne Sheehan, who have regularly provided us with musical accompaniment for the Liturgy. The new Music Director will be taking over for all the Masses on weekends and holy days, so if you wish to thank personally our great helpers, please take you chance now. Of course, we may be seeing them to help out from time to time, but in general, Maureen will be here to bring our musical program, our choirs and our congregational singing to new places. I know you will make her feel most welcome.
Returning to the anniversary of our arrival, Father Daniel and I will be presenting a letter to both parishes to review our progress and to lay out our vision for the future. When we arrived two years ago, three Canons replaced four resident priests and a fifth, who regularly helped out on Sundays, namely, Msgr. Peter Vaccari. Our hope that we would again be four resident priests has not -- to date – come to fruition. This has left us with serious questions about the viability of certain programs and schedules, which we will need to review in the coming months. The amount of pastoral work has increased, not diminished since our arrival. Our deep commitment to All Saints has moreover stretched our limited priestly resources greatly, as many of you know.
But let me be clear on one point: no matter what changes we might implement to alleviate some of the pastoral burdens, you should be sure of one thing: this is done with the prevision and the commitment that Saint Rocco and Saint Patrick will continue to be two interdependent, but separate parishes. So, when the rumor mill starts, and hysterical speculations arise, please, remember what I have just written. As long as the Canons are in Glen Cove, we are committed to the survival of both parishes. Indeed, we want both to thrive. The efforts and investments we have made in Saint Rocco during the last two years should demonstrate to anyone with eyes to see that Saint Rocco will be around for a long time.
All living beings must respond to changes in their environment if they want to live. So too for our parish. We must adapt to the demographic changes in Glen Cove and beyond to find new ways to ensure the viability of the parish, not only financially, but also more importantly, spiritually, sacramentally and liturgically.
The parish council will be initiating programs to improve our finance security in the coming months. All of us must dedicate ourselves to promoting our spiritual vitality through a serious life of prayer, conversion and charity that shaped our daily life and finds us together on Sunday in the Mass to worship God. This is the reason for our parish. We have much to do, and we can do it, if we ask for God’s blessing and work together.
God bless you,
Father Elias







Cari Amici in Cristo,


Questa fine settimana segna il secondo anniversario dell'arrivo dei Canonici Regolari di Sant'Agostino a Glen Cove. Quanto velocemente il tempo è volato, e quanto abbiamo visto e fatto insieme. Vorrei riflettere su questo un pò di più con te, ma prima, voglio annunciare con grande piacere e soddisfazione che San Rocco dispone ora di una nuova direttrice musicale, Maureen Husing, che viene a noi dalla Prima Chiesa Presbiteriana di Glen Cove, dove ha lavorato per 22 anni. Lei inizia ufficialmente il primo Luglio.
Una parrocchiana di Saint Gertrude in Bayville, Maureen è un organista esperta e direttrice del coro ed è molto entusiasta di costruire un nuovo programma di musica liturgica a San Rocco. La sua prima avventura inizia subito con un Coro per la Festa di San Rocco, la cui riunione organizzativa è Mercoledì, 26 Giugno alle 19:00 nel Centro Parrocchiale, poco prima della Messa memoriale per Nichoas Pedone alle 19:30. Questo straordinario coro festivo è aperto a tutti i parrocchiani. Voglio incoraggiare molti a venire a cantare per la festa e anche di approfittare di questa occasione per aiutare Maureen per conoscere la parrocchia.
Vale la pena ripeterlo, che voglio ringraziare Frank Scafuri, Kim Panoff e Roseanne Sheehan, che hanno regolarmente fornito con l'accompagnamento musicale per la liturgia. La nuova direttrice musicale assumerà per tutte le Messe della fine settimana e nei giorni festivi, quindi se volete ringraziare personalmente i nostri grandi aiutanti, vi prego di prendere occasione adesso. Certo, potremmo vedere loro per dare una mano di tanto in tanto, ma in generale, Maureen sarà qui per portare il nostro programma musicale, i nostri cori e il nostro canto congregazionale verso nuovi luoghi. So che tutti voi la farete sentire ben benvenuta.
Tornando all’anniversario del nostro arrivo, Padre Daniel ed io presenteremmo una lettera ad entrambe le parrocchie di rivedere i nostri progressi e di esporre la nostra visione per il futuro. Quando siamo arrivati due anni fa, tre canonici hanno sostituiti quattro sacerdoti residenti e un quinto, che regolarmente ha aiutato la Domenica, vale a dire, Mons. Peter Vaccari. La nostra speranza che ci sarebbe ancora una volta di essere quattro sacerdoti residenti non ha - ad oggi - giungere a buon fine. Questo ci ha lasciato con seri interrogativi sulla sostenibilità di alcuni programmi e gli orari, che avremo bisogno di rivedere nei prossimi mesi. La quantità di lavoro pastorale è aumentato, non diminuito fin dal nostro arrivo. Il nostro profondo impegno verso All Saints, inoltre, ha allungato le nostre risorse sacerdotali limitate notevolmente, come molti di voi sanno.
Ma voglio essere chiaro su un punto: non importa quali cambiamenti possiamo implementare per alleviare alcuni degli carichi pastorali, dovete essere sicuri di una cosa: questo è fatto con la previsione e l'impegno che San Rocco e San Patrizio continueranno ad essere due parrocchie interdipendenti, ma separate. Così, quando le voci di corridoio cominciano e speculazioni isteriche sorgono, per favore, ricordate quello che ho appena scritto. Finché i Canonici sono a Glen Cove, ci siamo impegnati per la sopravvivenza di entrambe le parrocchie. Anzi, vogliamo entrambi a prosperare. Gli sforzi e gli investimenti che abbiamo fatto a San Rocco nel corso degli ultimi due anni dovrebbero dimostrare a chiunque abbia occhi per vedere che San Rocco sarà qui per molto tempo.
Tutti gli esseri viventi devono rispondere ai cambiamenti nel loro ambiente, se vogliono vivere. Così anche per la nostra parrocchia. Dobbiamo adattarci ai cambiamenti demografici a Glen Cove e al di là di trovare nuovi modi per garantire la vitalità della parrocchia, non solo finanziariamente, ma anche più importante, spiritualmente, sacramentalmente e liturgicamente.
Il consiglio parrocchiale inizierà dei programmi per migliorare la nostra sicurezza finanziara nei prossimi mesi. Tutti noi dobbiamo dedicarci a promuovere la nostra vitalità spirituale attraverso una vita seria di preghiera, di conversione e di carità che forma la nostra vita quotidiana e ci trova insieme la Domenica nella Messa per adorare Dio. Questa è la ragione per la nostra parrocchia. Abbiamo molto da fare, e possiamo farlo, se chiediamo la benedizione di Dio e lavoriamo insieme.
Dio Vi benedica,
Padre Elias






JUNE 16, 2013: ELEVENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME

....------.-----






JUNE 9, 2013: TENTH SUNDAY IN ORDINARY TIME



Dear Friends in Christ,


This weekend we welcome Sister Jane Reilly, CSJ, who brings us a message from the Diocesan Mission in the Dominican Republic. We shall listen to her message after having received Holy Communion. How can we refuse to help Jesus in poor wh en He has come to us in Holy Communion? A special collection will be taken following Sister Jane’s appeal.
As you certainly will have noticed, we have installed and blessed our new votive candle racks. Two more are on the way to complete the ensemble. While several have already been donated and dedicated, there are still many available for a partial or total dedication. Please contact the parish office for details.
On Monday evening, the Padre Pio Prayer Group has organized its last evening of prayer and a Mass before the summer vacation. I was unfamiliar with the history of this group. I thought we all might benefit from learn- ing more about this group. Here’s the story.

In 1999 – the same year in which Padre Pio was be- atified in Rome – a group of sixteen parishioners joined its efforts to raise funds in order to honor Padre Pio by commissioning a beautiful statue that was solemnly dedicated in 2000. Their devotion continued with more

Padre Pio statues erected in the Chapel at the Holy Rood cemetery and at the Chapel of the Glen Cove Hos- pital.

Their work continued with the establishment of a statue of Jesus, standing 6 feet tall again at the Holy Rood cemetery to welcome the departed souls and all who visit the cemetery.

For the past fourteen years, these dedicated parishioners have contributed their work of devotion to honor the memory and miracles of Padre Pio. Padre Pio was canonized in 2002, less than three years after his beatification and 34 years after his birth to eternal life.

Our pastor, Father Elias, invite you to join and participate in this important group, which meets once per month to pray and plan for future activities.

For further information, please read the bulletin of St. Rocco
.

I want to reiterate the i nvitation above. I would very much like to see the Prayer Group grow and reach out embrace our parish. I want to discuss with its member the possibilities of changing some of the format to in- clude the possibility of Eucharistic Adoration rather the Mass on some occasions.

Of course, if you wish to be a part of this exciting conver- sation, we need you to be a part of this group. Come this week and let’s see what we might do in the autumn.

Finally, best wishes and God’s blessing to our Eighth Graders, whom All Saints will graduate this Friday, June 14 th . Ad multos annos to our parishioners, Thomas Paulich, Gian- carlo Servedio, Brittany Vonsknsky and Christine Whitton.
God bless you,
Father Elias


Cari Amici in Cristo,

Questa fine settimana accogliamo Suor Jane Reilly, CSJ, che ci porta un messaggio dalla Missione Diocesana nella Repubblica Dominicana. Dobbiamo ascoltare il suo messaggio dopo aver ricevuto la Santa Comunione. Come possiamo rifiutare di aiutare Gesù nei poveri, quando Egli è venuto a noi nella Santa Comunione? Una raccolta speciale sarà presa in seguito l'appello di Suor Jane.
Come sicuramente avrete notato, abbiamo installato e benedetto le nostre nuove candele votivi. Altri due sono sulla via per completare l'ensemble. Mentre alcuni sono già stati donati e dedicati, ci sono ancora molti disponibili per una dedizione to tale o parziale. Vi prego di contattare l'ufficio parrocchiale per i dettagli.

Lunedì sera, il Gruppo di Preghiere di Padre Pio ha organizzato la sua ultima serata di preghiera e una messa prima delle vacanze estive. Io non conoscevo la storia di questo gruppo. Ho pensato che tutti noi potremmo beneficiare di imparare di più su questo gruppo. Ecco la storia.

Nel 1999 - Lo stesso anno in cui Padre Pio è stato beatificato a Roma - un gruppo composto di sedici fedeli, si è riunito per raccogliere fondi per onorare Padre Pio commissionando una bella statua che è stata solennemente consacrata nel 2000. La loro devozione ha continuato con la dedica di altre statue di Padre Pio erette nella Cappella del cimitero di Holy Rood, e, anche nella Cappella dell'ospedale di Glen Cove. Il loro lavoro è prosegui to con la commissione di un'altra statua di Gesù, alta due metri sempre nel cimitero di Holy Rood che accoglie le anime dei defunti e di tutti coloro che visitano il cimitero. Negli ultimi quattordici anni, questi fedeli hanno continuato la loro opera di devozione per onorare la memoria ed i miracoli di Padre Pio.

Padre Pio è stato canonizzato nel 2002, meno di tre anni dopo la sua beatificazi one e trentaquattro anni dopo la sua nascita alla vita eterna.

Il nostro parroco, Padre Elias, Vi invita ad aderire e partecipare a questo importante gruppo che si riunisce una volta al mese per pregare e pianificare le attività future.

Per ulteriori informazioni si prega di leggere il bollettino settimanale di St. Rocco.

Voglio ribadire l'invito di sopra. Mi piacerebbe molto vedere il Gruppo di Preghiera crescere e raggiungere ad abbracciare la nostra parrocchia.

Voglio discutere con i suoi membri la possibilità di cambiare alcuni dei fo rmati per includere la possibilità di Adorazione Eucaristica piuttosto la Messa in alcune occasioni. Naturalmente, se volete essere parte di questo entusiasmante conversazione, abbiamo bisogno che siate parte di questo gruppo. Venite questa settimana e vediamo cosa possiamo fare in autunno.

Infine, i migliori auguri e la benedizione di Dio per i nostri scholari dell’ Ottavo Grado, la quale si laureranno a tutti i Santi questo Venerdì 14 Giugno. Ad multos annos , ai nostri parrocchiani, Thomas Paulich, Giancarlo Servedio, Brittany Vonsknsky and Christine Whitton.
Dio Vi benedica,
Padre Elias





JUNE 2, 2013: THE MOST HOLY BODY AND BLOOD OF CHRIST


Dear Friends in Christ,
This weekend we celebrate the Solemnity of the Body of Christ, Corpus Christi. The Body of Christ encompasses the mystery of three inter-related reali- ties,
(1) the historical body of Jesus of Nazareth , the Incarnate Word of God, who is now Risen from the dead and intercedes for us at the Right Hand of the Father,
(2) the Eucharistic Body of Christ, the Blessed Sacrament, God’s greatest gift to us to sus- tain us on our earthy journey to the New Creation, and
(3) the Mystical Body of Christ, that is, the Catholic Church , the community of the baptized who among other things are united to Christ as the body is united to its head.
Jesus – Eucharist – Church: three essential elements of the Catholic Faith. In the weeks to come, we shall explore ways in which we can grow in love for Jesus and the Church through greater reverence for the Holy Eucharist. We shall be reflect on the role of Holy Communion in a life of conversion and discipleship, and learn about the surest paths to holiness.
If we are to be worthy of our name as Christians, then reverence for the Blessed Sacrament and re- spect for the things of God must be evident in our conduct and speech. But there is of course more. We need to recall that the Love of God, given to us in the Blessed Sacrament, aims to empower us to love our neighbor through acts of charity, mercy and generosity.
This explains why the Eucharist makes the Church. The worship of God in the Sacred Liturgy, the Mass, and the worthy reception of Holy Communion, literally constitutes the Church, ekklesia , from individuals whom God has gathered or convoked by His Word and His Spirit. Having been made through the Eucharist, the Church expresses her identity through service to our neighbor. In this light, I would like to take a moment to observe some of the achievements of the Rosarians under the presidency of Maryann Ward, whose term concludes this week.
In addition to a variety of speakers, increased membership and many successful events including a pilgrimage to the Shrine of Our Lady of the Island, participation in the Rosary in the town square for Life, the Rosarians helped the parish restore the tradition of the Veiling of Statue and organized the evening of reflection with Fr. Charles Mangano and Laurie Mangano.
The Rosarians, moreover, fostered devotion to Our Lady with the recitation of the Holy Rosary in October and May after the morning Mass and sponsored a special Mass for the Nativity of Our Lady (September 8 th ).
The Rosarians also donated over $15,000 to help elevate and beautify our worship of God: the altar pillows, Paschal candle stand, the processional cross, processional candle sticks, the silver Byzantine chalice, the thurible and the 75'th anniversary neo-gothic Monstrance. Lastly, the Rosarians have awarded their first $1,000 Scholarship to Nadia Santoro for her devotion to our parish and to support her Catholic education.
On behalf of the whole parish, I thank the Rosarians, and their outgoing President, Maryann Ward, for their boundless efforts and generosity. Thanks to you, our parish is certainly a better place. Also, I would like to congratulate the new leadership team of the Rosarians under the Presidency of Toni Rokos.
God bless you,
Father Elias





Cari Amici in Cristo,
Questa fine settimana celebriamo la solennità del Corpo di Cristo, Corpus Christi. Il Corpo di Cristo abbraccia il mistero di tre realtà interconnesse, (1) il corpo storico di Gesù di Nazareth, il Verbo di Dio incarnato, che ora è risorto dai morti e intercede per noi alla destra del Padre, (2 ), il Corpo eucaristico di Cristo, il Santissimo Sacramento, più grande dono di Dio a noi per sostenerci nel nostro cammino terrestre per la Nuova Creazione, e (3) il corpo mistico di Cristo, cioè la Chiesa cattolica, la comunità dei battezzati che tra l'altro sono uniti a Cristo come il corpo è unito alla sua testa.
Gesù - Eucaristia - Chiesa: tre elementi essenziali della fede cattolica. Nelle settimane successive, esploreremo i modi in cui possiamo crescere nell'amore per Gesù e per la Chiesa attraverso una maggiore venerazione per la Sant a Eucaristia. Tutti debbono riflettere sul ruolo della Sant a Comunione in una vita di conversione e di discepolato, e conoscere i percorsi più sicuri per la santità. Se vogliamo essere degni del nostro nome di cristiani, quindi rispetto per il Santissimo Sacramento e il rispetto per le cose di Dio devono manifestarsi nella nostra condotta e nel nostro discorso. Ma c'è ovviamente di più. Dobbiamo ricordare che l'Amore di Dio, dato a noi nel Santissimo Sacramento, intende responsabilizzare noi di amare il nostro prossimo attraverso gesti di carità, di misericordia e generosità. Questo spiega perché l'Eucaristia fa la Chiesa. Il culto di Dio nella sacra liturgia, la Santa Messa e ricevere degnamente della Santa Comunione, letteralmente costituisce la Chiesa, ekklesia , da individui, che Dio ha raccolti o convocati dalla sua Parola e dal suo Spirito. Aver realizzato mediante l'Eucaristia, la Chiesa esprime la sua identità attraverso il servizio al prossimo. In questa luce, mi piacerebbe prendere un momento per osservare alcuni dei risultati delle Rosariane sotto la presidenza di Maryann Ward, il cui mandato conclude questa settimana. Oltre a una serie di parlatori, maggiore iscrizione nell’associazione, e molti eventi di successo, tra cui un pellegrinaggio al Santuario della Madonna dell'Isola e la partecipazione al Rosario per la Vita nella piazza di Glen Cove, le Rosariane hanno aiutato la parrocchia rintrodurre la tradizione quaresimale della velazione delle statue organizzate la serata di riflessione con padre Charles Mangano e Laurie Mangano.
Le Rosariane, inoltre, ha nno promosso la devozione alla Madonna con la recita de l Santo Rosario nel mese di
Ottobre e Maggio, dopo la Santa Messa feriale e hanno sponsorizzato una messa speciale per la Natività di Maria (8 Settembre). Le Rosariane hanno donato più di $ 15,000 a contribuire a elevare e abbellire il nostro culto divino: i cuscini per l’altare, la Candela pasquale, la croce processionale, candelieri processionali, il calice bizantino d'argento, il turibolo, e il 75 ° anniversario Ostensorio stile neo-gotico. Infine, le Rosariane hanno assegnato la loro prima Borsa di studio di $1,000 a Nadia Santoro per la sua devozione per la nostra parrocchia e per sostenere la sua educazione cattolica. A nome di tutta la parrocchia, Io ringrazio le Rosariane, e il vostro presidente uscente, Maryann Ward, per i vostri sforzi e per la generosità senza limiti. Grazie a voi, la nostra parrocchia è certamente un posto migliore. Inoltre, vorrei augurare il nuovo gruppo dirigente delle Rosariane sotto la Presidenza di Toni Rokos.
Dio Vi benedica,
Padre Elias




MAY 26 , 2013: MOST HOLY TRINITY


Dear Friends in Christ,
A blessed Solemnity of the Most Holy Trinity, the most precious dogma of the Christian faith be- cause it reveals to us about God, Who is a Commun- ion of Persons. This central theological truth gives to Christianity its unique understanding of God, who is one and yet who is also three persons – Fa- ther, Son and Holy Spirit.
The unity of God and the plurality of Persons are best captured in the phrase from Saint John’s First Letter, “God is Love” (1 Jn. 4:8). Saint John says God is Love because He really is love. It is an accu- rate, meaningful statement because He is an eternal exchanging of life among the Father, the Son and the Holy Spirit.
When we say, “God is Love”, we say that love makes the Father, the Son and the Holy Spirit one without destroying them as persons. Love’s power is unlike worldly power, which works by force and by violence to unite. Love cre- ates unity without destroying those brought to- gether. Rather love brings forth new things in each person. In earthly terms, we can think of the reality of man and woman being brought together in mar- riage as adding something new to each of them as husband and wife. When they come together as hus- band and wife, they can also bestow on each other the gift of fatherhood and motherhood.
Genuine love reflects its origin: God. There are counterfeit versions of love that misuse the word for ends that do not unite, but rather destroy humanity dignity and personhood. When love is reduced to mere emotion or passion, when love is applied to sin or disordered relationships, it looses its truth, and with that, its power to un ite without harming and its capacity to bestow new dimensions to a human life. Human love, worthy of the name must strive con- stantly to love as the Trinitarian God.
As Christians, we recognize the reality and pres- ence of Trinitarian Love in its purest form and in its most exceptional appearance in history: Jesus of Nazareth. He showed us the contours of human love elevated to its divine perfection by his fidelity and by his sacrificial love. Jesus kept his word. He is faithfulness embodied. Moreover, Jesus loved through his radical self-giving as a chaste celibate man who entrusted his entire life to His Father so that he could deliver his brothers and sisters from the bonds of sin and the pain of death. When we want to find the authentic definition of love in this world – which remains still disfigured by sin and death – we look to the Crucified. This is what love Many will recall their spouses, parents and grandpar- ents as men and women of fidelity and sacrificial love.
This Memorial Day Weekday we recall those men and women who died for to protect and serve our country in the military but also in other forms of public service. In light of these reflections, it is appropriate to conclude with mention of the Memorial Day Mass for local Law Enforcement on Monday at 7:45 am at Saint Rocco
PLEASE NOTE that Mass will start at 7:45 am, NOT at the usual time of 7:30).
God bless you,
Father Elias
















Cari amici in Cristo,
Voglio augurarvi una bella Solennità della Santissima Trinità, il più prezioso dogma della fede cristiana, perché ci rivela di Dio, che è comunione di Persone. Questa verità teologica centrale dà al cristianesimo la sua comprensione unica di Dio, che è uno e che tuttavia è anche tre persone - Padre, Figlio e Spirito Santo.
L'unità di Dio e la pluralità di persone sono meglio catturate nella frase della pr ima lettera di San Giovanni: "Dio è amore" (1 Gv 4,8). San Giovanni dice che Dio è Amore, perché Egli è veramente l'amore. Si tratta di una dichiarazione precisa e significativa, perché Egli è un eterno scambio di vita tra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Quando diciamo “Dio è Amore”, diciamo che l'amore fa uno il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo uno senza distruggerli come persone. Il potere dell'amore è diverso dal potere mondano, che funziona con la forza e con la violenza di unire.
L'amore crea unità senza distruggere quelli riuniti. Piuttosto l'amore produce cose nuove in ogni persona. In termini terreni, possiamo pensare la realtà dell'uomo e della donna di essere riunite in matrimonio come l'aggiunta di qualcosa di nuovo per ciascuno di loro come marito e moglie. Quando arrivano insieme come marito e moglie, possono anche dare a vicenda il dono della paternità e della maternità.
L'amore autentico riflette la sua origine: Dio. Ci sono versioni contraffatte di amore che abusano la parola per fini che non uniscono, ma distruggono la dignità umana e la pers onalità. Quando l'amore è ridotto a mera emozione o passione, quando l'amore è applicato al peccato o ai rapporti disordinati, perde la sua verità e con questo, il suo potere di unire senza danneggiare e la sua capacità di donare nuove dimensioni di una vita umana. L'amore umano, degno di questo nome, deve costantemente sforzarsi di amare come Dio trinitario.
Come cristiani, riconosciamo la realtà e la presenza dell'Amore trinitario nella sua forma più pura e nel suo aspetto più straordinario della storia: Gesù di Nazareth. Ci ha mostrato i contorni di amore umano elevato alla sua perfezione divina per la sua fedeltà e il suo amore sacrificale. Gesù ha mantenuto la parola. Egli è la fedeltà incarnata. Inoltre, Gesù ha amato con la sua radicale donazione di sé come uomo celibe casto che ha affidato tutta la sua vita al Padre in modo che potesse fornire i suoi fratelli e sorelle dai legami del peccato e il dolore della morte. Quando vogliamo trovare la definizione autentica di amore in questo mondo - che rimane comunque sfigurato dal peccato e dalla morte - guardiamo al Crocifisso.
Questo è ciò che l'amore fa e sopporta volentieri in questo mondo, fino alla Resurrezione e alla Nuova Creazione, quando il peccato e la morte non ci saranno più.
Noi viviamo tra la risurrezione di Gesù e il nostro. Con il nostro battesimo e la nostra cresima già partecipiamo alla vita della Santissima Trinità. Per questa ragione, è giusto e il diritto di aspettarsi che i cristiani devono mostrare segni di questa vita di fedeltà e di amore sacrificale nella nostra condotta durante il nostro soggiorno terreno. Durante la Domenica della Santissima Trinità dobbiamo rendere grazie a Dio per tutti quelli che hanno dimostrato la presenza di Dio sulla terra attraverso la vita di fedeltà e di amore sacrificale. Molti ricorderanno i loro coniugi, genitori e nonni, come uomini e donne di fedeltà e di amore sacrificale.
Questo Memorial Day Weekend ricordiamo quegli uomini e donne che sono morti per proteggere e servire il nostro Paese in campo militare, ma anche in altre forme di servizio pubblico. Alla luce di queste riflessioni, è opportuno finire con la menzione della Messa commemorativa per il Law Enforcement locale il Lunedì alle 7:45 a San Rocco ( vi prego di notare che la Messa inizierà alle 7:45, non al solito tempo di 7:30.
Dio Vi benedica,
Padre Elias





MAY 19 , 2013: PENTECOST SUNDAY






MAY 12 , 2013: SEVENTH SUNDAY OF EASTER


Dear Friends in Christ,

Dear Friends in Christ, Happy Mother’s Day! I hope all the mothers of Saint Rocco enjoy this day with their families. Please remem- ber to pray for all mothers, no matter the age of their children. We remember them in a special way this week- end at all the Masses. Motherhood is a great gift to women as individuals and to the human race as a whole. Our mothers are our first experience of God’s love, His sheltering presence, His life-giving generosity, His fidel- ity and His goodness. Through our Mother, the Church, we have gained access to these eternal goods, which our earthly mothers made possible through their sharing of their bodies with us as babies. Mothers have a great and noble vocation that no one can replace. Today, let us thank our mothers, living on earth or with God, for their generosity and love. Let us forgive them for any failings and finally, let us thank God for our mothers. May God bless her!
Next weekend we celebrate the Solemnity of Pente- cost, the festival of the ingathering of the nations and the rebirth of the human race, born not only of our mothers, but of the Church through th e Holy Spirit (as in the crea- tion of Adam). The Creator Spirit makes God’s life and love present in our world. Indeed, our world with all its sinfulness and brutality cries out in agony and pain for men and women and children filled with the Holy Spirit. Just as the Creator Spirit filled Adam with life in the Garden of Eden, so too the Spirit wishes to fill us with God’s life. In so doing, we become like a garden in which we must tend and cultivate the Life of the Spirit so that we may bear much fruit. Jesus reiterates again and again that the presence of the Spirit in a person can be known if they bear good fruit. And what are these good fruit? The fruits of the Holy Spirit: love, joy, peace, forbearance, kindness, goodness, faithfulness, gen- tleness and self-control (Gal. 5:22-23).
How is my harvest going each day? Do I find that I am a loving, joyful, patient, forbearing, kind, good spir- ited, faithful, gentle, chast e and self-governed person? Or am I often producing the rotten and corrupt fruits of sin? St Paul names in particular among these rotten fruit “...sexual immorality, impurity and debauchery; idola- try and witchcraft; hatred, discord, jealousy, fits of rage, selfish ambition, dissensions, factions and envy; drunk- enness, orgies, and the like” (Gal. 5:19-21). If I find toxic fruit in my garden, then this is a reli- able sign that I need to change the direction of my life. I need to abandon those worldly ways that have led me away from God and to sin and death. A good confession
is the best remedy because it requires honesty. I must hon- estly confess that I have put myself, my opinions, my desires, my thoughts before and above God. I have pretended to be a god. It’s laughable and pathetic, but it happens all the time. Humility, not arrogance, is divine.
Conversion is the essence of the Christian discipleship. We constantly confront our need to turn away from sin and turn toward God. For this, we need strength: that which comes from a well-prepared reception of Holy Communion, and of course, the reception of the S acrament of Confirmation. I re- new my appeal on that latter: if you an adult Catholic (over 18 years old) and have not received this Sacrament (for whatever reason), please, contact the Office or email me so that you can receive this Sacrament on Penteco st. All I need from you is a Baptismal Certificate (unless you were baptized here at the Church of Saint Rocco), and an open heart to repent of your sin and to seek God’s mercy and grace. Do not miss this op- portunity!
God bless you,
Father Elias

























Cari Parrocchiani!
Buona Festa della Mamma! Spero che tutte le mamme di San Rocco godono questa giornata con le loro famiglie. Ricordatevi di pregare per tutte le madri, non importa l'età dei loro figli. Noi li ricordiamo in modo speciale questa fine settima na a tutte le Messe. La maternità è un grande dono per le donne come individui e per la razza umana in generale. Le nostre madri sono la nostra prima esperienza dell'amore di Dio, la Sua presenza al riparo, la sua vivificante generosità, la sua fedeltà e la sua bontà. Attraverso la nostra Madre, la Chiesa, abbiamo guadagnato l'accesso a questi beni eterni, che le nostre madri terrene hanno reso possibile attraverso la loro condivisione dei loro corpi con noi come i bambini. Le madri hanno una vocazione nobile e grande che nessuno può sostituire. Oggi, ringraziamo le nostre madri, che vivono sulla terra o con Dio, per la loro generosità e amore. Diamo loro perdono per le eventuali carenze e, infine, rendiamo grazie a Dio per le nostre madri. Che Dio benedica lei! La prossima fine settimana celebriamo la solennità di
Pentecoste, la festa del radunamento delle nazioni e la rinascita della razza umana, nata non solo dalle nostre madre, ma della Chiesa per mezzo dello Spirito Santo (come nella creazione di Adamo). Lo Spirito Creatore rende la vita e l'amore di Dio presente nel nostro mondo. Infatti, il nostro mondo con tutta la sua peccaminosità e la brutalità grida in agonia e nel dolore per il sollievo e la consolazione che vengono da uomini e donne e bambini pieni di Spirito Santo. Come lo Spirito Creatore ha ispirato Adamo con la vita nel Giardino di Eden, così anche lo Spirito vuole riempirci con la vita divina . In tal modo, diventiamo come un giardino in cui dobbiamo tendere e coltivare la vita dello spirito in modo che possiamo portare molti frutti. Gesù ribadisce ripetutamente che la presenza dello Spirito in una persona può essere conosciuto se portano buoni frutti. E quali sono questi buoni frutti? I frutti dello Spirito Santo: amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mi tezza, dominio di sé (Gal 5,22-23).
Come va con la mia mietitura ogni giorno? Trovo che io sono una persona, amorevole, gioiosa, paziente, tollerante, gentile, magnanima, fedele, casta e determinata? O spesso produco i frutti marci e corrotti del peccato? San Paolo chiama in particolare tra questi frutti marci “fornicazione, impurità, libertinaggio, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere (Gal. 5,19-21). Se trovo frutta tossica nel mio giardino, allora questo è
un segno affidabile che ho bisogno di cambiare la direzione della mia vita. Ho bisogno di abbandonare quei modi mondani che mi hanno portato via da Dio, e mi ha portato al peccato e alla morte. Una buona confessione è il rimedio migliore perché richiede onestà. Onestamente devo confessare che io ho messo, le mie opinioni, i miei desideri, i miei pensieri, prima e sopra di Dio. Ho finto di essere un dio. È ridicolo e patetico, ma succede sempre. L'umiltà, non arroganza, è divina.
La conversione è l'essenza della sequela di Cristo. Costantemente ci confrontiamo con il nostro bisogno di allontanarci dal peccato e ritornare a Dio. Per questo, abbiamo bisogno della forza: quella che proviene da una ricezione ben preparata della Santa Comunione, e, naturalmente, la ricezione del sacramento della Confermazione. Rinnovo il mio appello a quest'ultima: se sei un adulto cattolico (oltre 18 anni) e di non aver ricevuto questo sacramento (per qualsiasi motivo), vi prego di contattare l'Ufficio, anche tramite la posta elettronica in modo da poter ricevere questo sacramento nel giorno di Pentecoste. Tutto quello che ho bisogno da voi, è un certificato di battesimo (eccetto che sei stato battezzato qui alla Chiesa di San Rocco), e un cuore aperto a pentirsi del peccato e di cercare la misericordia e la grazia di Dio. Non perdete quest’occasione!

Quindi abbiamo un grosso problema, che può essere risolto solo insieme. Che cosa po ssiamo fare? Come possiamo aiutare questi uomini e queste d onne apprezzare che la chiesa non è un bar or il loro salotto, ma un luogo sacro per le attività sacre, per la preghiera, per adorazioni, per la lode di Dio, per il ringraziamento, per raccoglimento, per l'incontro con Dio? Come possiamo aiutarli a recuperare il senso del sacro e di scoprire la pace e la gioia della comunione con Dio? Non vedo l'ora di sentire i vostri suggerimenti
Dio Vi benedica,
Padre Elias








MAY 5'th, 2013: SIXTH SUNDAY OF EASTER


Dear Friends in Christ,

I have a few things to share with you this week. First, here is the job description for the Music Director position. If you know anyone who might qualify and be interested, please di- rect him or her to this information:

Music Director
The Church of Saint Rocco in Glen Cove, NY seeks a part-time Music Director for 15 hours a week to plan and di- rect a parish music program under the pastor’s guidance. This position includes: ·
Providing music selections for all major liturgies throughout the year, including Saturday evening and Sunday masses, all Holy Day services and First Holy Communion and Confirmation masses · Training and scheduling cantors for all services · Working with adult and children choirs and the con- gregation · Supervising paid and volunteer musicians Beside the requisite instrumental and/or vocal skills, the ideal candidate will be committed to inspiring the whole par- ish to worship God through music according to the norms of the Catholic Church. Knowledge of Italian liturgical music is desired but not required, but one must be willing to learn. Additional fees are paid for wedding and funeral liturgies held in the parish.
Send Resume to:
Office of Human Resources
Diocese of Rockville Centre
P.O. Box 9023
Rockville Centre, NY 11571-9023
Fax: 516.678.9566
E-mail: HR@DRVC.org

Second, I am happy to announce that Joseph Lane has ac- cepted our offer of employment as the Parish Facilities Man- ager. He starts on Monday, May 13 th . Please keep him in your prayers.

Third, I believe we need to have a serious discussion about the behavior of occasional parishioners and guests in our church. For the most, the regular parishioners, who come to Mass on Sundays, get it. The church is a sacred place in which we have the privilege to reserve the Blessed Sacrament – God’s Presence on earth. Consequently, the norms of piety govern our behavior in the church which include the observations of reverential silence, blessing with Holy Water as we enter the church, and of course, genuflections to adore the Blessed Sacrament reposed in the Tabernacle, the Heart of our church.
The rude behavior of numerous adults at the Mass of First Holy Communion on last Saturday shocked many people. It is a sign of the general decay of our frayed and fragile society.
The lives of people, who cannot keep their mouths shut for an hour, must be so brutal that the noise keeps them from facing reality.
I can only imagine the horrors that await these poor souls who fear silence so much. The noise was so loud in the church that after the children had received their first Holy Communion, I had no choice but stop the distribution of Holy Communion to admonish the adults to be quiet and behave. How embarrassing for everyone!
Sadly, this is not the first time I had to make such an announcement at Saint Rocco. At weddings I have also sometimes encountered this sort of rude and inappropriate behavior. These events also kill a priest’s love for his people. This must also be understood.
So, we have a big problem, which can only be solved together. What can we do about this? How can we help these men and women appreciate that a church is not a bar or their living room but a sacred place for sacred activities, for prayer, for worship, for praise of God, for thanksgiving, for recollection, for encountering God? How can we help them recover a sense of the sacred and to discover the peace and joy of communion with God?
I look forward to hearing your suggestions.
God bless you,
Father Elias









Cari Parrocchiani!
Questa settimana vorrei comunicarvi alcune cose. Innanzitutto, qui è la descrizione del lavoro per la posizione di direttore musicale. Se cono scete qualcuno che potrebbe qualificarsi ed è interessato, vi prego di dirigere a lui o lei a queste informazioni:

Direttore musicale La Chiesa di San Rocco a Glen Cove, NY cerca a tempo parziale direttore musicale per 15 ore la settimana per pianificare e dirigere un pr ogramma musicale parrocchiale sotto la guida del pastore. Questa posizione comprende: · Fornire le selezioni musicali di tutte le liturgie più importanti durante tutto l’anno, inclusi le Messe di Sabato sera e Domenica, i servizi dei giorni di precetti, e le Messe per la Prima Comunione e per la Cresima. · Formazione e programmazione dei cantori per tutti i servizi · Lavorare con i cori degli adulti dei Bambini e la congregazione · Supervisione di musicisti pagati e volontari Accanto alle competenze strumentali e / o vocali necessarie, il candidato ideale sarà impegnato ad ispirare tutta la parrocchia di adorare Dio attraverso la musica secondo le norme della Chiesa cattolica. La conoscenza della musica liturgica italiana è desiderata ma non richiesta, ma deve essere disposti ad imparare. I costi aggiuntivi sono pagati per le litturgie dei matrimoni e funerali nella parrocchia. Invia il curriculum a:
Office of Human Resources
Diocese of Rockville Centre
P.O. Box 9023
Rockville Centre, NY 11571-9023
Fax: 516.678.9566
E-mail: HR@DRVC.org

Secondo, Sono contento di annunciare che Joseph Lane ha accettato la nostra offerta di lavoro, come il direttore dei Servizi della Parrocchia. Egli inizia Lunedi, 13 Maggio. Si prega di tenerlo nelle vostre preghiere. Terzo credo che abbiamo bisogno di avere una discussione seria sul comportamento dei parrocchiani occasionali e gli ospiti nella nostra chiesa. Per la maggior parte, i parrocchiani regolari, che vengono a Messa Domenicale, capito. La chiesa è un luogo sacro in cui abbiamo il privilegio di conservare il Santissimo Sacramento
- La Presenza di Dio sulla terra. Di conseguenza, le norme di pietà governano il nostro comportamento nella chiesa che comprendono le osservazioni di silenzio reverenziale, benedizione con l'acqua benedetta, quanto entriamo nella chiesa e, naturalmente, una genuflessione per adorare il San tissimo Sacramento riposto nel tabernacolo, il cuore della nostra chiesa.

Il comportamento maleducato di numerosi adulti alla Messa della Prima Comunione di Sabato scorso ha scioccato molte persone. È un segno del decadimento generale della nostra società sfilacciata e fragile. La vita delle persone, che non riescono a tenere la bocca chiusa per un'ora, deve essere così brutale che il rumore impedisce lo ro di affrontare la realtà. Posso solo immaginare gli orrori che attendono queste povere anime che temono il silenzio così tanto.
Il rumore era così forte nella chiesa che dopo ch e i bambini avevano ricevuto la prima comunione, non avevo altra scelta che fermare la distribuzione della Santa Comunione per ammonire gli adulti ad essere silenziosi e di comp ortarsi. Come era imbarazzante per tutti! Purtroppo, questo non è la prima volta che ho dovuto fare un tale annuncio a San Rocco. Ai matrimoni a volte ho anche incontrato questo tipo di comportamento maleducato e inadeguato. Questi eventi uccidono l'amore di un prete per i suoi popoli. Questo deve anche essere capito.

Quindi abbiamo un grosso problema, che può essere risolto solo insieme. Che cosa po ssiamo fare? Come possiamo aiutare questi uomini e queste d onne apprezzare che la chiesa non è un bar or il loro salotto, ma un luogo sacro per le attività sacre, per la preghiera, per adorazioni, per la lode di Dio, per il ringraziamento, per raccoglimento, per l'incontro con Dio? Come possiamo aiutarli a recuperare il senso del sacro e di scoprire la pace e la gioia della comunione con Dio? Non vedo l'ora di sentire i vostri suggerimenti
Dio Vi benedica,
Padre Elias




APRIL 28 , 2013: FIFTH SUNDAY OF EASTER


Dear Parishioners!
During the fiscal year ending August 31, 2012, the Parish had a shortfall; how ever this was the result of the renovations that we completed on the Parish Center and the Rectory. As you may recall, we re- ceived a very generous bequest from Mary and Frank Spano, which we applied to these costs. Also, please note the importance of fund raising to our financial wellbeing, primarily the Feast of St. Rocco. We ask for your continued support for the "Best Feast in the East" and other ventures. We are all very appreciative of the dedication and hard work of our parish staff and the volunteers who have worked on parish programs and fund raising activities. May God bless you, your families and our parish, spiritually and financially.
Father Elias and the Finance Council




Cari Parrocchiani!
Durante l'anno fiscale, che finisce il 31 agosto 2012 la Parrocchia, ha avuto un de ficit, ma era frutto dei lavori di ristrutturazione ch e abbiamo completato il centro parrocchiale e la canonica. Come potete ricordare, abbiamo ricevuto un generoso lascito di Mary e Frank Spano, che abbiamo applicato a questi costi. Inoltre, vi preghiamo di notare l'importanza della raccolta di fondi per il nostro benessere finanziario, in primo la Festa di San Rocco. Vi preghiamo il vostro continuo sostegno per il "Best Feast in the East" e altre iniziative. Siamo tutti molto riconoscenti della dedizione e il duro lavoro del nostro pe rsonale parrocchiale ei volontari che hanno lavorato su programmi parrocchiali e le attività di raccolta fondi. Dio vi benedica, le vostre famiglie e la nostra parrocchia, spiritualmente e finanziariamente. Padre Elias e Il Consiglio Finanziario
Dio Vi benedica,
Padre Elias




APRIL 21 , 2013: FOURTH SUNDAY OF EASTER


Dear Friends in Christ,
These days many changes are underway at Saint Rocco. I am working diligently on finding us a new music director. It’s not an easy task because the parish cannot offer a big salary. Still I am in contact with the Diocese, and I am pursuing other routes as well. In the meantime, I am grateful for the gracious ser- vice of all those who help me each week to ensure that we have quality liturgical music to accompany our worship of God. I am also pleased with the posi- tive development of the children’s choir, which is singing at the 10:15 am this Sunday. I hope that the choir will be able evolve into a children’s choir and a youth choir.

Also, I want to thank Francesco Iona for his service to the parish. He officially retired from his position on Friday. We have already started our search for a new Parish Facilities Manager. Applicants should submit a resume and recommendations to the Parish Office. A third major change, which affects us, is the re- tirement of Sr. Teresa as the Director of Religious Education at Saint Patrick. Father Daniel has asked Bernadette Heym to take over their program and she has accepted a new position as Director of Religious Education for all of Glen Cove, that is, one director for both programs, for Saint Patrick AND Saint Rocco.

This will entail some changes for us so that we can better coordinate the programs. Saint Patrick’s pro- gram runs exclusively on Tuesdays in afternoon or evening sessions. We will run ours on days other than Tuesday in the afternoon and in the evening. We will use the same textbooks in both parishes, and introduce uniform standards and fees. With this new configura- tion, other innovations will also be possible.

With all these changes, I beg your prayer for our parish. Let us pray that God will send us the help we need to make our parish a happy and holy community. Finally, I would like to announce the fulfillment of a long desired wish of the Parish Council – the instal- lation of new votive candles. We have purchased a number of units from St. Killians, a producer of a new votive candle system, in Ireland. The owner visited us in March and they construct the new units now. We hope to have them in place shortly. The suggested offering for a candle is set at one dollar each.

The units are available for donations (sixty or ninety can- dles); please contact the parish office for details. You can learn more about this system on the web at www.saintkillians.ie . Consequently, we have already removed some of the older units in preparation for the upcoming arrival of the new units. I believe you will be pleased by this addition to our church
God bless you,
Father Elias














Cari Amici in Cristo,
In questi giorni molti ca mbiamenti sono in corso a San Rocco. Lavoro diligentemente per trovarci un nuovo direttore musicale. Non è un compito facile, perché la parrocchia non può offrire uno stipendio grande. Eppure io sono in contatto con la Diocesi, e anch’io perseguo altre vie.

Nel frattempo, sono grato per il servizio gentile di tutti quelli che mi aiutano ogni settimana per assicurarsi che abbiamo una buona musica liturgica per accompagnare la nostra adorazione di Dio. Sono anche soddisfatto del positivo sviluppo del coro dei bambini, che canta alla Messa alle 10:15 di questa Domenica. Spero che potrà evolvere in un coro di bambini e un coro di giovani.

Inoltre, voglio ringraziare Francesco Iona per il suo servizio alla nostra parrocchia. Ha ufficialmente ritirato dal suo incarico a San Rocco questo Venerdì. Abbiamo già iniziato la ricerca di un nuovo Direttore dei Servizi della Parrocchia. I richiedenti devono presentare un curriculum e raccomandazioni all'ufficio parrocchiale.

Un terzo cambiamento importante, che ci riguarda, è il pensionamento di Suor Teresa come la direttrice di educazione religiosa a San Patrizio. Padre Daniel ha chiesto Bernadette Heym di prendere in consegna il loro programma e lei ha accettato una nuova posizione di Dirrectrice di Educazione Religiosa per tutto Glen Cove, cioè, una direttrice per tutte due i programmi, per San Patrizio e per San Rocco.

Ciò comporterà alcune modifiche minori ma significativi per noi in San Rocco in modo da poter coordinare meglio i programmi. Il Programma di San Patrizio va esclusivamente il martedì in una sessione nel pomeriggio ed un’altra sessione serale. Il nostro programma avverrà in giorni diversi di Martedì pomeriggio e la sera. Useremo gli stessi libri di testo in entrambe le parrocchie, e introdurremo norme uniformi e tasse uniformi. Con questa nuova configurazione, altre innovazioni saranno anche possibile.

Con tutti questi cambiamenti, chiedo una vostra preghiera per la nostra parrocchia. Preghiamo che Dio ci manderà l'aiuto di cui abbiamo bisogno per rendere la nostra parrocchia una comunità felice e santa. Infine, vorrei annunciare la realizzazione di un desiderio lungo desiderato del Consiglio parrocchiale - l'installazione delle nuove candele votive.
Abbiamo aquistato un numero di unità da St. Killilans , un produttore di un nuovo sistema di candela votiva, in Irlanda. Il proprietario ci ha visitato a Marzo ed ora costruiscono le nuove unità. Speriamo di averle al loro posto tra breve. L'offerta suggerita per una candela è fissata per un dollaro ciascuno.

Le unità sono disponibili per le donazioni (60 o 90 candele), Vi prego di mettervi in contatto con l'ufficio parrocchiale per i dettagli. Potete imparare più su questo sistema sul web a www.saintkillians.ie .
Di conseguenza, abbiamo già rimosse alcune delle unità più vecchie in preparazione per l'imminente arrivo delle nuove unità. Credo che sarete lieti di quest’aggiunta alla nostra chiesa.
Dio Vi benedica,
Padre Elias











APRIL 7 , 2013: SECOND SUNDAY OF EASTER

Dear Friends in Christ,
Today we close the Octave of Easter – eight days of Easter – with a special treat: the young women’s choir of Our Lady of Angels at the Mass at 11:30 am. Even if you have already come to Mass, you might wish to come to listen to their truly angelic voices.
Last Saturday at the Easter Vigil, we witnessed the baptism of two men, received two women into full com munion with the Catholic Church and saw six adults be sealed with the sacred anointing of the Sacrament of Confirmation.
On Sunday, after the Mass with our special choir, three boys, who have asked to receive the Sacrament of Baptism, will be given the gift of new life. These men, women and children are signs of the Holy Spirit’s activity in our parish. God is with us as He promised. We only need to recognize His Presence and His Action in our midst. Too often despair and doubt blind us to His Life. The antidote to this hopelessness is all around us, if only we are willing to see and acknowledge the action of grace in our lives. Let us, therefore, be profligate in our prayers that the Holy Spirit will stir up in our hearts an ardent love for God, so that more men, women and children will be moved to join our parish. The Easter Season lasts for fifty day, concluding on Pentecost. On that weekend, Bishop Murphy permits the priests of the Diocese to confer the Sacrament of Confirmation on any Catholic adult who has not yet be con firmed. If you have not been confirmed for any reason, please, contact the Office so that this Pentecost you can be sealed with the gift of the Sacrament of Confirma tion.
Confirmation is one of the three Sacraments of Chris tian Initiation. Until we are baptized and confirmed and have received Holy Communion, our Sacramental Union is imperfect and less than He wants for us. God wishes to share His Life with us. He has given the Church the Sacraments to communicate His Life and Grace to us, who are in desperate need of it. Baptism is for my salvation, and Confirmation enables me to share that same salvation with others. Confirmation is the Sacrament that assists with the strength to love as Our Lord
loved, not just those who are good to me, but also those who are not: to love our neighbor, yes, but even more, to love our enemies. That is why confirmation is so impor tant.
Holy Week and the Easter Liturgies require a great deal of work. I want to thank everyone who contributed to the beautiful and solemn celebrations of the mysteries of our faith. I am grateful to each one of you and am proud to be your pastor.
Finally, if you ever have concerns or questions, I wish to reiterate that I am here to for you. I wish to hear from you. Please contact me through email or through the of fice. I have only one request in return: please treat my staff with courtesy and kindness. They work very hard, and provide excellent service, for which I am grateful.
God bless you,
Father Elias







Cari Amici in Cristo,
Oggi finiamo l'Ottava di Pasqua - otto giorni di Pasqua - con un regalo speciale: il coro dei giovani, “Nostra Signora degli Angeli” , alla Messa alle 11.30. Anche se siete già venuti a messa, potete venire ad ascoltare le loro voci davvero angeliche.
Sabato scorso nella Veglia Pasquale, abbiamo assistito al battesimo di due uomini, abbiamo ricevuto due donne nella piena comunione con la Chiesa cattolica e abbiamo visto sei adulti sigillati con la sacra unzione del Sacramento della Confermazione. Domenica, dopo la Messa con il coro speciale, tre ragazzi, che hanno chiesto di ricevere il sacramento del Battesimo, riceveranno il dono della vita nuova.
Questi uomini, donne e ragazzi sono segni di attività dello Spirito Santo nella nostra parrocchia. Dio è con noi come ha promesso. Abbiamo solo bisogno di riconoscere la sua presenza e la sua azione in mezzo a noi. Troppo spesso la disperazione e il dubbio ci rende ciechi alla sua vita. L'antidoto a questa disperazione è tutto intorno a noi, se solo siamo disponibili a vedere e a riconoscere l'azione della grazia nella nos tra vita.
Dobbiamo pertanto essere dissoluti nelle nostre preghiere che lo Spirito Santo suscita nel nostro cuore un amor e di Dio più ardente, in modo che più gli uomini, donne e bambini sono spostati di unirsi alla nostra parrocchia. Il tempo Pasquale estende cinquanta giorni, terminando la Pentecoste. In quel fine settimana, Mons.
Murphy consente ai sacerdoti della diocesi di conferire il sacramento della Cresima a qualsiasi adulto cattolico che non è stato ancora confermato. Se voi non siete stati confermati per qualsiasi motivo, vi prego di contattare l'ufficio in modo che questa Pentecoste potete essere sigillati
con il dono del Sacramento della Confermazione. La confermazione è uno dei tre sacramenti dell'iniziazione cristiana. Fino a quando siamo stati battezzati e confermati e abbiamo ricevuto la Santa Comunione, la nostra unione sacramentale con Dio è imperfetta e Dio non vuole questo. Dio vuole condividere la sua vita con noi. Egli ha dato alla Chiesa i sacramenti per comunicare la sua vita e la grazia a noi, che hanno un disperato bisogno di esso. Il Battesimo è per la mia salvezza e la Cresima mi permette di condividere che la stessa cosa con gli altri. La confermazione è il Sacramento che assiste con la forza di amare come il Signore ci ha amato, non solo quelli che sono buoni, ma anche coloro che non sono: amare il nostro prossimo, sì, ma ancora di più, di amare i nostri nemici. Ecco, l’importanza della confermazione.
La settimana Santa e le liturgie Pasquali richiedono una grande quantità di lavoro. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alle belle celebrazioni solenne dei misteri della nostra fede. Ringrazio ciascuno di voi e sono orgoglioso di essere il vostro parroco.
Infine, se avete qualche dubbio o domande, voglio ripetere che io sono qui per voi. Vorrei sentire da voi. Vi prego di contattarmi tramite e-mail o tramite l'ufficio. Ho solo una richi esta in cambio: vi prego di trattare il mio personale con cortesia e gentilezza. Lavorano molto duro e forniscono un servizio eccellente, per cui ringrazio a tutti.
Dio Vi benedica,
Padre Elias















MARCH 24, 2013: PALM SUNDAY OF THE PASSION OF THE LORD













MARCH 17, 2013: FIFTH SUNDAY OF LENT













MARCH 10, 2013: FOURTH SUNDAY OF LENT


Dear Friends in Christ,
The Holy See is now vacant. We now await the out- come of the conclave (literally, “ con chiave ”, locked in).
This will take place shortly. In the meantime, you will doubtless notice that during the Eucharistic Prayer, we do not mention the Pope because Rome is sede vacante (literally, the seat is empty). By the way, the word “See” in reference to the “Holy See” derives from sede , the Latin word for seat.
There are naturally many questions about what it means to have a retired Pope. We know that he will be continued to be called Benedict XVI and that his title is Pope Emeritus (a pope having completed his service). In any case, let us continue to pray for the Holy Spirit to guide the Cardinals in the election of the new Holy Fa- ther, their most important duty.
Dom Ambros, who is one of our confrères, is currently giving talks for Lent based on the Wisdom of the retired Pope, Benedict XVI. Unfortunately we cannot host him for the last two evening sessions of his talks – he was here on Friday – because our church had already two Me- morial Masses on Monday and Tuesday. Do, however, go and listen to his presentations at Saint Patrick, which he offers twice daily after the
9:00 am and at 7:30 pm.
This Wednesday from 7:00-9:00 pm we will be hold- ing another Open House at All Saints for prospective families.
Please see the bulletin for further details. We are making many changes and want your children and grand- children to benefit!
A few remainders:
(1) the Fifth Annual Catholic Men’s Conference will be held at Holy Trinity High School in Hicksville on Saturday, March 9 th .
The conference fea- tures Mass with the Bishop, speakers and the chance to go to Confession.
This is a great opportunity to grow in love of God and the Church.
For info: www.catholicmensministry.net
(2) The Night of Recollection on Wednesday, March 13 th , with Father Charles Mangano and his sister, Laura Mangano. With songs, prayers and testimonies, this eve- ning offers a beautiful way in which to enter into the deeper meaning of Lent. Please encourage family and friends to this event, which is open to everyone.
(3) All Saints’ theatre production, Beauty and the Beast , will be performed at Saint Hyacinth on
Friday and
Saturday evenings (March 15 th and 16 th )
and Sunday af- ternoon (after the parade).
(4) On Monday, March 18 th , Bishop Murphy confirms our fifty-one candidates at 4 pm .

The Holy Week Schedule:
Palm Sunday - normal
Monday -
Confessions at 3 pm and again at 4 pm. After having heard all the confessions from 3 pm, I will go back to work in the office. If they continue for the whole hour, I will remain in the confessional. Otherwise, I will return to the confessional at 4 pm and remain until 5 pm. After 5 pm confessions are heard at Saint Patrick until 9 pm.
Holy Thursday
Mass of the Lord’s Supper at 7:30 pm followed by the Procession and watching in the Madonna Room until 11:00 pm.
Good Friday – Neighborhood Stations of the Cross at Noon (in church if poor weather), the Lit- urgy of the Passion of the Lord at 3 pm and Stations of the Cross at 7:30.
Easter Vigil – 8:30 pm
Easter Sunday – normal.
God bless you, Father Elias


O God, eternal shepherd,
who govern your flock
with unfailing care,
grant in your boundless fatherly love
a pastor for your Church
who will please you by his holiness
and to us show watchful care.
Through Christ Our Lord. Amen.
God bless you,
Father Elias


Cari Amici in Cristo,
La Santa Sede è ora vacante. Attendiamo ora il risultato del Conclave (le tteralmente, "con chiave", chiuso in).
Ciò avverrà a breve. Nel frattempo, è senza dubbio che avete notato durante la preghiera eucaristica, non preghiamo per il Papa, perché la sede di San Pietro è sede vacante (letteralmente, la sede è vuota).
Tra l'altro, la parola “See” (in inglese) in riferimento al “Santa Sede” deriva dalla sede, la parola latina per la sede (anche naturalmente in italiano).
Ci sono naturalmente molte domande su ciò che significa avere un Papa in pensione. Sappiamo che egli continuerà a essere chiamato ancora Benedetto VXI ed il suo titolo è “Papa Emerito” (un papa che ha compiuto il suo servizio). In ogni caso, continuiamo a pregare per lo Spirito Santo a guidare i Cardinali per l'elezione del nuovo Santo Padre, il loro compito più importante.
Dom Ambros, che è uno dei nostri confratelli, dà in questo periodo i colloqui per la Quaresima dal punto di partenza della sapienza del Papa in pensione, Benedetto XVI. Purtroppo non possiamo ospitarlo per le ultime due sessioni serali dei suoi discorsi – lui era qui fra noi Venerdì sera, perché nella nostra chiesa avevamo già due Messe memoriale il Lunedi e Martedì. Vi prego però, di andare ad ascoltare la sua presentazione a San Patrizio, che fa due volte al giorno dopo la Messa delle 9:00 e 19:30.
Questo Mercoledì dalle 19:00-21:00 si terrà un’altra Open House a tutti i Santi per le famiglie prospettive. Vi prego di consultare il bolle ttino per ulteriori dettagli. Facciamo molti cambiamenti e vogliamo dare un vantaggio per una buona e ducazione ai vostri figli e nipoti !
Poche reminiscenze:
(1) la Quinta Conferenza Annuale degli Uomini Cattolici si terrà ad Holy Trinity High School in Hicksville Sabato, 9 Marzo. La conferenza offre la Messa con il Vescovo, relatori e la possibilità di andare a confessarsi. Questa è una grande opportunità per crescere nell'amore di Dio e della Chiesa. Per info: www.catholicmensministry.net
(2) La notte di raccoglimento Mercoledì, 13 Marzo, con Padre Carlo Mangano e di sua sorella, Laura Mangano. Con canti, preghiere e testimonianze, questa sera offre un bel modo in cui entrare nel significato più profondo della Quaresima. Vi prego di incoraggiare la vostra famiglia e gli amici a questo evento, che è aperto a tutti.
(3) la produzione drammatica della scuola “All Saints”, Bella e la Bestia , sarà effettuata a san Giacinto: Venerdì e Sabato sera (15 e 16 Marzo) e Domenica pomeriggio (dopo il corteo).
(4) Lunedì, 18 Marzo, Mons. Murphy conferma i nostri cinquantuno candidati alle 16:00.
Il Programma di Settimana Santa :
Domenica delle Palme - normale
Lunedi - Confessioni alle 15:00 e di nuovo alle 16:00. Dopo aver ascoltato tutte le confessioni delle 15:00, tornerò a lavorare in ufficio. Se continuano per tutta l'ora, Io resterò nel confessionale. In caso contrario, tornerò al confessionale alle 16:00 e resterò fino alle 17:00. Dopo 17:00, le confessioni sono sentite a San Patrizio fino alle 21:00.
Giovedì Santo - Santa Messa della Cena del Signore alle 19:30 seguita dalla proc essione e venerazione nella Sala della Madonna fino alle 23:00.
Venerdì Santo – Via Cruis nel Quartiere a mezzogiorno (in chiesa, se fa brutto tempo), l a Liturgia della Passione del Signore , alle 15:00 e stazioni della Via Crucis alle 7:30 .
Veglia Pasquale - 20:30
Domenica di Pasqua - normale.
Dio vi benedica,
Padre Elias


O Dio, pastore eterno,
che governi il tuo popolo
con sollecitudine di padre,
dona alla tua Chiesa
un pontefice a te accetto
per santità di vita,
interamente consacrato
al servizio del tuo popolo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.
Dio vi benedica,
Padre Elias


MARCH 3, 2013: THIRD SUNDAY OF LENT


Dear Friends in Christ,
The Holy See is now vacant. We now await the out- come of the conclave (literally, “ con chiave ”, locked in).
This will take place shortly. In the meantime, you will doubtless notice that during the Eucharistic Prayer, we do not mention the Pope because Rome is sede vacante (literally, the seat is empty). By the way, the word “See” in reference to the “Holy See” derives from sede , the Latin word for seat.
There are naturally many questions about what it means to have a retired Pope. We know that he will be continued to be called Benedict XVI and that his title is Pope Emeritus (a pope having completed his service). In any case, let us continue to pray for the Holy Spirit to guide the Cardinals in the election of the new Holy Fa- ther, their most important duty.
Dom Ambros, who is one of our confrères, is currently giving talks for Lent based on the Wisdom of the retired Pope, Benedict XVI. Unfortunately we cannot host him for the last two evening sessions of his talks – he was here on Friday – because our church had already two Me- morial Masses on Monday and Tuesday. Do, however, go and listen to his presentations at Saint Patrick, which he offers twice daily after the
9:00 am and at 7:30 pm.
This Wednesday from 7:00-9:00 pm we will be hold- ing another Open House at All Saints for prospective families.
Please see the bulletin for further details. We are making many changes and want your children and grand- children to benefit!
A few remainders:
(1) the Fifth Annual Catholic Men’s Conference will be held at Holy Trinity High School in Hicksville on Saturday, March 9 th .
The conference fea- tures Mass with the Bishop, speakers and the chance to go to Confession.
This is a great opportunity to grow in love of God and the Church.
For info: www.catholicmensministry.net
(2) The Night of Recollection on Wednesday, March 13 th , with Father Charles Mangano and his sister, Laura Mangano. With songs, prayers and testimonies, this eve- ning offers a beautiful way in which to enter into the deeper meaning of Lent. Please encourage family and friends to this event, which is open to everyone.
(3) All Saints’ theatre production, Beauty and the Beast , will be performed at Saint Hyacinth on
Friday and
Saturday evenings (March 15 th and 16 th )
and Sunday af- ternoon (after the parade).
(4) On Monday, March 18 th , Bishop Murphy confirms our fifty-one candidates at 4 pm .

The Holy Week Schedule:
Palm Sunday - normal
Monday -
Confessions at 3 pm and again at 4 pm. After having heard all the confessions from 3 pm, I will go back to work in the office. If they continue for the whole hour, I will remain in the confessional. Otherwise, I will return to the confessional at 4 pm and remain until 5 pm. After 5 pm confessions are heard at Saint Patrick until 9 pm.
Holy Thursday
Mass of the Lord’s Supper at 7:30 pm followed by the Procession and watching in the Madonna Room until 11:00 pm.
Good Friday – Neighborhood Stations of the Cross at Noon (in church if poor weather), the Lit- urgy of the Passion of the Lord at 3 pm and Stations of the Cross at 7:30.
Easter Vigil – 8:30 pm
Easter Sunday – normal.
God bless you, Father Elias


O God, eternal shepherd,
who govern your flock
with unfailing care,
grant in your boundless fatherly love
a pastor for your Church
who will please you by his holiness
and to us show watchful care.
Through Christ Our Lord. Amen.
God bless you,
Father Elias


Cari Amici in Cristo,
La Santa Sede è ora vacante. Attendiamo ora il risultato del Conclave (le tteralmente, "con chiave", chiuso in).
Ciò avverrà a breve. Nel frattempo, è senza dubbio che avete notato durante la preghiera eucaristica, non preghiamo per il Papa, perché la sede di San Pietro è sede vacante (letteralmente, la sede è vuota).
Tra l'altro, la parola “See” (in inglese) in riferimento al “Santa Sede” deriva dalla sede, la parola latina per la sede (anche naturalmente in italiano).
Ci sono naturalmente molte domande su ciò che significa avere un Papa in pensione. Sappiamo che egli continuerà a essere chiamato ancora Benedetto VXI ed il suo titolo è “Papa Emerito” (un papa che ha compiuto il suo servizio). In ogni caso, continuiamo a pregare per lo Spirito Santo a guidare i Cardinali per l'elezione del nuovo Santo Padre, il loro compito più importante.
Dom Ambros, che è uno dei nostri confratelli, dà in questo periodo i colloqui per la Quaresima dal punto di partenza della sapienza del Papa in pensione, Benedetto XVI. Purtroppo non possiamo ospitarlo per le ultime due sessioni serali dei suoi discorsi – lui era qui fra noi Venerdì sera, perché nella nostra chiesa avevamo già due Messe memoriale il Lunedi e Martedì. Vi prego però, di andare ad ascoltare la sua presentazione a San Patrizio, che fa due volte al giorno dopo la Messa delle 9:00 e 19:30.
Questo Mercoledì dalle 19:00-21:00 si terrà un’altra Open House a tutti i Santi per le famiglie prospettive. Vi prego di consultare il bolle ttino per ulteriori dettagli. Facciamo molti cambiamenti e vogliamo dare un vantaggio per una buona e ducazione ai vostri figli e nipoti !
Poche reminiscenze:
(1) la Quinta Conferenza Annuale degli Uomini Cattolici si terrà ad Holy Trinity High School in Hicksville Sabato, 9 Marzo. La conferenza offre la Messa con il Vescovo, relatori e la possibilità di andare a confessarsi. Questa è una grande opportunità per crescere nell'amore di Dio e della Chiesa. Per info: www.catholicmensministry.net
(2) La notte di raccoglimento Mercoledì, 13 Marzo, con Padre Carlo Mangano e di sua sorella, Laura Mangano. Con canti, preghiere e testimonianze, questa sera offre un bel modo in cui entrare nel significato più profondo della Quaresima. Vi prego di incoraggiare la vostra famiglia e gli amici a questo evento, che è aperto a tutti.
(3) la produzione drammatica della scuola “All Saints”, Bella e la Bestia , sarà effettuata a san Giacinto: Venerdì e Sabato sera (15 e 16 Marzo) e Domenica pomeriggio (dopo il corteo).
(4) Lunedì, 18 Marzo, Mons. Murphy conferma i nostri cinquantuno candidati alle 16:00.
Il Programma di Settimana Santa :
Domenica delle Palme - normale
Lunedi - Confessioni alle 15:00 e di nuovo alle 16:00. Dopo aver ascoltato tutte le confessioni delle 15:00, tornerò a lavorare in ufficio. Se continuano per tutta l'ora, Io resterò nel confessionale. In caso contrario, tornerò al confessionale alle 16:00 e resterò fino alle 17:00. Dopo 17:00, le confessioni sono sentite a San Patrizio fino alle 21:00.
Giovedì Santo - Santa Messa della Cena del Signore alle 19:30 seguita dalla proc essione e venerazione nella Sala della Madonna fino alle 23:00.
Venerdì Santo – Via Cruis nel Quartiere a mezzogiorno (in chiesa, se fa brutto tempo), l a Liturgia della Passione del Signore , alle 15:00 e stazioni della Via Crucis alle 7:30 .
Veglia Pasquale - 20:30
Domenica di Pasqua - normale.
Dio vi benedica,
Padre Elias


O Dio, pastore eterno,
che governi il tuo popolo
con sollecitudine di padre,
dona alla tua Chiesa
un pontefice a te accetto
per santità di vita,
interamente consacrato
al servizio del tuo popolo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.
Dio vi benedica,
Padre Elias


FEBRUARY 24, 2013: SECOND SUNDAY OF LENT


Dear Friends in Christ,
We are in the midst of the first period of Lent, we might call it Lent proper. A period in which the liturgy directs us to our conversion; to our turning away from the licit pleasures of the world through fasting and sharing our blessings with others through almsgiving, and turning towards the Lord through a renewed life of prayer, that is, the sacred conversation between God and each person. We should be taking advantage of these four weeks of conversion. At home we should shut off the television, turn off the computer, sit down and have meals with the whole family, speak of important and meaningful things about our lives, and resolve to conform ourselves more closely to Our Lord Jesus Christ.
At the church, we can attend the daily Mass at 7:30 am (or over at St Patrick at 9 am). We can participate in Sta- tions of the Cross at 7:30 pm on Fridays during Lent. We pray the Stations in English and Italian, alternative each station, and each week. We hope to have one common version of the Stations by next week at the latest. We will be using the Stations which St Alphonsus Ligouri, the founder of the Redemptorists, composed.
Starting next Friday we will have a series of Lenten activities under the guidance of our confrere, Dom Am- bros. We will publish a schedule of events in St Patrick and St Rocco shortly. There will be opportunities to go to confession.
The Fifth Annual Catholic Men’s Conference will be held at Holy Trinity High School in Hicksville on Satur- day, March 9 th .
The conference features Mass with the Bishop, speakers and the chance to go to Confession. This is a great opportunity to grow in love of God and the Church.
For info : . www.catholicmensministry.net
We are hosting a Night of Recollection on Wednesday, March 13 th , with Father Charles Mangano and his sister, Laura Mangano. With songs, prayers and testimonies, this evening offers a beautiful way in which to enter into the deeper meaning of Lent. Please encourage family and friends to this event, which is open to everyone. Looking ahead to the weekend of March16th-17 th ,
All Saints’ theatre production, Beauty and the Beast , will be performed at Saint Hyacinth on Friday and Saturday eve- nings (March 15 th and 16 th ) and Sunday afternoon (after the parade). On Monday, March 18 th ,
Bishop Murphy confirms our fifty-one candidates at 4 pm. The Fifth Sunday of Lent (March 17 th ) – no, I won’t be wearing green!!!
–also signals a transition from Lent to Passiontide, namely, the last two weeks of Lent. The tra- dition of veiling sacred images focuses our eyes, minds and hearts on the passion of the Lord Jesus Christ. On him alone should our attention be centered for it is by him alone that we are saved from sin and death. The church will again be veiled from March 16 th until the Easter Vigil on March 30 th .
The Easter Vigil takes place at 8:30 pm. We expect this year to celebrate a number of Sacraments including a baptism or two, a number of confirmations and first Holy Communion for Catholics who did not receive their Sacraments growing up and for baptized Christians who have decided to be received into full communion with the Catholic Church. Please pray for our catechu- mens and our candidates!

O God, eternal shepherd,
who govern your flock
with unfailing care,
grant in your boundless fatherly love
a pastor for your Church
who will please you by his holiness
and to us show watchful care.
Through Christ Our Lord. Amen.
God bless you,
Father Elias








Cari Amici in Cristo,
Ora siamo nel primo periodo di Quaresima, che potremmo chiamare la Quaresima giusta. Un periodo in cui la liturgia ci dirige alla nostra conversione, al nostro allontanamento dai piaceri leciti del mondo tramite digiuno e la condivisione delle nostre benedizioni con gli altri per mezzo dell'elemosina, rivolgendo verso il Signore mediante una vita rinnova ta di preghiera, cioè, la conversazione sacra tra Dio e ogni persona.
Dovremmo approfittare di queste quattro settimane di conversione. A casa dobbiamo spegnere il televisore, spegnere il computer, sedersi e mangiare i pasti con tutta la famiglia, parlare di cose importanti e significative riguardo la nostra vita, e risolvere a conformarci più attentamente a Nostro Signore Gesù Cristo.
In chiesa, possiamo assister e alla Messa tutti i giorni alle 7:30 (o anche a San Patrizio alle 9:00). Possiamo partecipare alla Via Crucis alle 19:30 il Venerdì durante la Quaresima. Preghiamo le stazioni in Italiano e Inglese, alternativa a ciascuna stazione, ogni settimana. Speriamo di avere una versione comune delle stazioni la prossima settimana al più tardi. Useremo le stazioni che San Alfonso Liguori, fondatore dei Redentoristi, ha composto.
A partire Venerdì prossimo avremo una serie di attività quaresimali dalla guida del nostro confratello, Dom Ambros. Noi fra poco pubblicheremo un programma di eventi a San Patrizio e a San Rocco. Ci sarà la possibilità di andare a confessarsi. L
a Quinta Conferenza Annuale degli Uomini Cattolici si terrà al Holy Trinity High School in Hicksville Sabato, 9 Marzo.
La conferenza offre la Messa con il Vescovo, relatori e la possibilità di andare a confessarsi. Questa è una grande opportunità per crescere nell'amore di Dio e della Chiesa. Per info: www.catholicmensministry.net
Ospitiamo una notte di raccoglimento Mercoledì, 13 Marzo, con Padre Carlo Mangano e sua sorella, Laura Mangano. Con canti, preghiere e testimonianze, questa sera propone un bel modo in cui entrare nel significato più profondo della Quaresima.
Vi prego di incoraggiare la famiglia e gli amici a qu esto evento, che è aperto a tutti.
In vista al weekend del 16-17 Marzo, la produzione drammatica della scuola “All Saints”, Bella e la Bestia , sarà effettuata a san Giacinto: Venerdì e Sabato sera (15 e 16 Marzo) e Domenica pomeriggio (dopo il corteo). Lunedì,
18 Marzo, Mons. Mu rphy conferma i nostri cinquantuno candidati alle 16:00.
La quinta Domenica di Quaresima (17 Marzo) – no, Io non mi vestirò verde – segna un passaggio dalla Quaresima al tempo di Passione, vale a dire, le ultime due settimane di Quaresima. La tradizione di velazione delle immagini sacre concentra i nostri occhi, mente e cuore sulla passione del Signore Gesù Cristo. Solo su di lui dovrebbe essere concentrata la nostra attenzione perché è da lui che siamo stati salvati dal peccato e dalla morte. La chiesa sarà di nuovo velata dal 16 Marzo fino alla Veglia pasquale il 30 Marzo.
La Veglia Pasquale succ ede alle 20:30. Aspettiamo che quest'anno a celebrare un certo numero di sacramenti tra cui un battesimo o due, un certo numero di conferme e prime sante comunioni per i cattolici che non hanno ricevuto i Sacramenti all'età abituali e per i cristiani battezzati che hanno deciso di essere ricevuti nella piena comunione con la Chiesa cattolica. Vi prego di pregare per i nostri catecumeni ei nostri candidati!

O Dio, pastore eterno,
che governi il tuo popolo
con sollecitudine di padre,
dona alla tua Chiesa
un pontefice a te accetto
per santità di vita,
interamente consacrato
al servizio del tuo popolo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.
Dio vi benedica,
Padre Elias




FEBRUARY 17, 2013: FIRST SUNDAY OF LENT

Dear Friends in Christ,
Even though the news is now almost a week old, I believe that for many it is still quite surprising that Our Holy Father, Pope Benedict, has decided to retire. Many stupid and ignorant things have already appeared in the Mass Media. That should surprise no one. If you have not yet read his announcement, it is well worth your time. It evinces his humility and generous heart. He wants to spare the Church from a period of uncertainty with a swift transition to a new pope. This must have been a very difficult decision, but ultimately it shows of his deep love for the Church and his courage.
For almost eight years Benedict has served as the Bishop of Rome. He took on this heavy burden when most are ready to retire. When he could have enjoyed his golden years in peace and quiet, he accepted the responsibility to care for over one billion Catholics and to represent them to the rest of the world. The papal ministry has probably never been so difficulty in terms of numbers and diversity of cultures, languages and peoples.
I cannot here list his numerous accomplishments but only cite what might be his most important legacy, namely, his firm and constant insistency on the grand tradition that makes up the Catholic faith. Pope Benedict time and again reiterated the importance of viewing the Church as a historical continuity rather than see it divided into different, opposing periods.
Concretely, the Second Vatican Council did not demarcate between a “preconciliar” and a “postconciliar” Church. It did not call a new church in being and it did not reject the 1900 years that preceded it. The Holy Father strenuously corrected these erroneous interpretations with a firm belief in the one Catholic Church, which living through history (and beyond history) listens to the Word of God attentively and obediently, and seeks in every age and in every land to live according to God’s plans.
Constituted by God and composed of sinners, the Church experiences continually the mystery of life and death, sin and grace, resurrection and glory. Pope Benedict wants all of us to recognize that there is no rupture in the Church’s faith, even if there are many who are ignorant of Her faith, who fail to live up to Her moral vision, and who sell Her and Her Master out for power and popularity, for wealth and well-being. This is the drama of salvation.
As Catholics, we can take this occasion and indeed the entirety of Lent to reflect on the meaning of the fact that we belong to a historical and transhistorical story. Our lives are immeasurably enriched when we take our place and everyone else’s place seriously in this story.
For these reasons, I thank God that I have had the privilege to be a priest during his pontificate. Although he had numerous enemies who sought to harm him and the Church, he nevertheless governed with charity and with clarity. He is truly a model of humility and courage for which the world yearns.
We are now in a period of transition in the Church. It is a bit disorienting because it is something new for all of us. None of us have lived through this kind of change. We can find peace and solace in the fact that we can pray for a worthy successor to Pope Benedict. We can say this prayer daily (and will be adding as a second Collect at the Mass):
O God, eternal shepherd,
who govern your flock
with unfailing care,
grant in your boundless fatherly love
a pastor for your Church
who will please you by his holiness
and to us show watchful care.
Through Christ Our Lord. Amen.
God bless you,
Father Elias








Cari Amici in Cristo,
Anche se la notizia è ormai quasi di una settimana fa, credo che per molti sia ancora abbastanza sorprendente che il nostro Santo Padre, Papa Benedetto XVI, abbia deciso di andare in pensione. Molte cose stupide e ignoranti sono già apparsi nei mass media. Che dovrebbe sorprendere nessuno. Se non avete ancora letto il suo annuncio, fatelo, perché potete comprendere la realtà. Ciò evince la sua umiltà e il suo cuore generoso. Vuole risparmiare la Chiesa da un periodo d’incertezza, con un passaggio veloce a un nuovo papa. Questa deve essere stata una decisione molto difficile, ma che mostra il suo profondo amore per la Chiesa e il suo coraggio. Per quasi otto anni Benedetto ha servito come Vescovo di Roma. Ha preso su questo pesante fardello quando la maggior parte sono pronti ad andare in pensione. Quando poteva godere i suoi anni d'oro in pace e tranquillità, ha accettato la responsabilità di prendersi cura di oltre un miliardo di cattolici e rappresentarli al resto del mondo. Probabile il ministero papale non è mai stato così difficile in termini di numero e della diversità delle culture, delle lingue e dei popoli.
Non posso qui elencare le sue realizzazioni numerosi, ma solo citare ciò che potrebbe essere la sua eredità più importante, vale a dire, la sua ferma e costante insistenza sulla grande tradizione che costituisce la fede cattolica. Papa Benedetto XVI ha più volte ribadito l'importanza di considerare la Chiesa come una continuità storica piuttosto che vederla divisa in diversi periodi o fasi opposte.
In concreto, il Concilio Vaticano II non ha delimitano tra un chiesa "preconciliare" e "postconciliare". Esso non ha chiamato una nuova chiesa in essistenza e non ha respinto i 1900 anni che lo hanno preceduto. Il Santo Padre ha strenuamente corretto queste interpretazioni erronee con una ferma convinzione della Chiesa cattolica che vive attraverso la storia (e oltre la storia), che ascolta la Parola di Dio con attenzione e obbediente, e cerca in ogni tempo e in ogni luogo a vivere secondo ai piani di Dio.
Costituito da Dio e composta di peccatori, la Chiesa sperimenta continuamente il mistero della vita e della morte, il peccato e la grazia, la risurrezione e la gloria. Papa Benedetto XVI vuole che tutti noi riconosciamo che non vi è alcuna rottura nella fede della Chiesa, anche se ci sono molti che ignorano la sua fede, che non riescono a vivere fino alla sua visione morale, e che esauriscono lei e il suo Maestro per il potere e la popolarità, per la ricchezza e il benessere. Questo è il dramma della salvezza.
Come cattolici, possiamo cogliere quest’occasione e, infatti, il periodo di Quaresima a riflettere sul significato del fatto che apparteniamo a questa bellissima storia. Le nostre vite sono immensamente arricchite quando prendiamo il nostro posto e i posti di tutti gli altri seriamente in questa storia.
Per queste ragioni, ringrazio Dio che ho avuto il privilegio di essere un prete durante il suo pontificato. Anche se aveva numerosi nemici che cercavano di fare male sia a lui e alla Chiesa, ha comunque adempiuto il suo dovere con carità e con chiarezza. Egli è veramente un modello di umiltà e di coraggio al quale il mondo anela.
Ora siamo in un periodo di transizione nella Chiesa. È un pò disorientante, perché è qualcosa di nuovo per tutti noi. Nessuno di noi abbiamo vissuto questo tipo di cambiamento. Possiamo trovare la pace e conforto nel fatto che possiamo pregare per un degno successore di Papa Benedetto XVI. Possiamo dire questa preghiera ogni giorno (e sarà l'aggiunta di un secondo Raccogliere alla Messa):
O Dio, pastore eterno,
che governi il tuo popolo
con sollecitudine di padre,
dona alla tua Chiesa
un pontefice a te accetto
per santità di vita,
interamente consacrato
al servizio del tuo popolo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.
Dio vi benedica,
Padre Elias



FEBRUARY 10, 2013: FIFTH SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
I start with a word of thanks to all who helped the Inaugural Headmaster’s Ball achieve a wonderful evening and a very successful fundraiser. I am glad that I was able to extend an invitation to our choir members as a gesture of gratitude for their service to the parish. In the past, I have shown gratitude to other volunteers, and I plan to continue doing so in the future. I regret if anyone has mistaken or misunderstood my kindness. It would, of course, be a shame if anyone should begrudge my generosity or the good fortune of the recipients. Is this not the point of the Parable of the Workers in the Vineyard (Mt 20:1-16)?
I am pleased to announce that Father Gabriel will regularly hold office hours Tuesdays and Fridays from 10 am to 12 pm except in the cases of sacramental emergencies or funerals. He will be available for any priestly needs you might have including appointments, confession, anointing of the sick, and blessings.
On Tuesday, February 12th, the Glen Cove Conference of the Society of Saint Vincent de Paul hosts the second annual Mardi Gras Masquerade Ball at Saint Patrick’s Parish Hall. Last year’s ball was a big success and a lot of fun, which included Father Daniel making pancakes, the burning of last year’s palms to make ashes and the smashing of the “ALLELUIAS” to signal the end of singing Alleluia during Lent. Admission is $7 for adults and adolescents and $5 for children (ages 2-12). Guests are asked to bring food according to their last name:
A-I - Main Dish
J-R - Desserts
S-Z - Salads
Proceeds from the evening support the charitable work of the Society here in Glen Cove. For further information, please call 615 723-9557 or email at svdpgc@gmail.com. The next day, Lent starts with the distribution of ashes. You will find a complete schedule of Masses and the Distribution of Ashes at Saint Patrick and Saint Rocco in the bulletin. I strongly encourage everyone to seize this annual opportunity to focus anew on the centrality of God in our hectic lives and to choose a sensible penance that helps us to attain that goal. Eliminating or reducing television or surfing the internet can gain one a lot of time that can be spent in prayer or spiritual reading to draw us closer to God. Also a family activity such as attending our bilingual Stations of the Cross or collecting money for a charitable cause can be a great way to prepare for Easter.
Ash Wednesday and Good Friday are days of fasting and abstinence from meat. Fridays during Lent are days of abstinence from meal as well. As part of our parish preparation for Holy Week, we are hosting an Night of Recollection on Wednesday, March 13th, with Father Charles Mangano and his sister, Laura Mangano. With songs, prayers and testimonies, this evening offers a beautiful way in which to enter into the deeper meaning of Lent. Please encourage family and friends to this event, which is open to everyone.
God bless you,
Father Elias






Cari Amici in Cristo,
Comincio con una parola di ringraziamento a tutti coloro che hanno aiutato con il Ballo inaugurale del Headmaster a realizzare una serata meravigliosa e un grande successo raccolta dei fondi. Sono contento che ho potuto estendere l'invito ai nostri membri del coro come gesto di gratitudine per il loro servizio alla parrocchia. In passato, ho mostrato gratitudine verso altri volontari in diversi modi, e intendo continuare a farlo nel futuro. Mi dispiace se qualcuno non ha compreso o apprezzato la mia gentilezza. Sarebbe, naturalmente, un peccato se qualcuno risente la mia generosità o la buona fortuna dei destinatari. Non è questo il punto della parabola dei lavoratori nella vigna (Mt 20,1-16)?
Mi fa piacere di annunciare che Padre Gabriel tiene regolarmente l’orario d'ufficio Martedì e Venerdì 10:00- 12:00, tranne nei casi di emergenze sacramentali o funerali. Sarà a disposizione per qualsiasi necessità sacerdotali come gli appuntamenti, la confessione, unzione degli infermi, e benedizioni.
Martedì, 12 Febbraio, la Conferenza della Società di San Vincenzo de'Paoli di Glen Cove ospita il secondo annuale ballo di Martedì Grasso in maschera a San Patrizio nella sala parrocchiale. Il ballo dell’anno scorso fu un grande successo e un sacco di divertimento: Padre Daniel ha fatto le frittelle, la bruciatura delle palme dell'anno scorso per fare ceneri, e la distruzione dei "Alleluia" per segnalare la fine di cantare “Alleluia” durante la Quaresima. L'ammissione è di $7 per adulti e adolescenti e $5 per i bambini (età 2-12). Gli ospiti sono invitati a portare il cibo in base al loro cognome:
A-I - Primo o Secondo Piatto
J-R - Dolce
S-Z - Insalate I soldi della serata sostengono l'opera caritativa della Società qui a Glen Cove. Per ulteriori informazioni, vi prego di chiamare 516 723-9557 o e-mail a svdpgc@gmail.com.
Il giorno successivo, la Quaresima inizia con la distribuzione delle ceneri. Troverete il programma completo delle Messe e l'imposizione delle Ceneri a San Patrizio e San Rocco nel bollettino. Incoraggio vivamente a tutti di cogliere questa occasione annuale per concentrarsi nuovamente sulla centralità di Dio nella nostra vita frenetica e di scegliere una penitenza ragionevole che ci aiuta a raggiungere questo obiettivo. Eliminare o ridurre la televisione o navigare in internet può guadagnare un sacco di tempo che può essere speso in preghiera o lettura spirituale per avvicinarci a Dio.
Anche un attività di famiglia, come frequentare le nostre stazioni della Via Crucis bilingue o la raccolta di fondi per una causa caritatevole può essere un ottimo modo per prepararsi alla Pasqua.
Ceneri e il Venerdì Santo sono giorni di digiuno e di astinenza dalle carni. Venerdì di Quaresima sono giorni di astinenza da pasto.
Come parte della nostra preparazione parrocchiale per la Settimana Santa, ospitiamo una notte di raccoglimento Mercoledì, 13 Marzo, con Padre Carlo Mangano e sua sorella, Laura Mangano. Con canti, preghiere e testimonianze, questa sera propone un bel modo in cui entrare nel significato più profondo della Quaresima. Vi prego di incoraggiare la famiglia e gli amici a questo evento, che è aperto a tutti.
Dio vi benedica,
Padre Elias



FEBRUARY 3, 2013: FOURTH SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
As we enter the month of February, we are now ten days away from the start of Lent. Looking back to January 25th, the March for Life was a great success. We had a group of students from All Saints as well as many parishioners from Saint Patrick's and beyond. Consequently, we really need to be sure that next year we have a group from Saint Rocco. Although it is a long day, it is a great occasion to stand up for life, and to lend our voices to those who cannot speak for themselves. As I had expected, the Mainstream Media ignored or downplayed the March. The Wall Street Journal did not even mention it. Shame! Newsday managed to find the only pro-abortion demonstrators, and placed a photo (without an article) with the caption “the struggle goes on”. What a disgrace! I was there. I did not see any proabortion demonstrators. I saw hundreds of thousands of Americans marching for life.
This and many other examples show us the sad state to which American journalism has fallen. The right to a free press is based on the notion that journalists have the responsibility to challenge the powers that be and to represent the voiceless. Now, the American media for the most part are lapdogs for the powers that be and try to muffle the cries of the powerless. God, we pray, give courage to journalists and reporters to tell the unwanted truths so that our country can live up to its noble aspirations. The abolition of abortion is the civil rights movement of our age, and it is not going away. Every year the participants at the March get younger and younger. Eventually abortion will be restricted, and finally made rare because it makes a mockery of our democracy and undermines the moral vision of our society. Violence is not the solution to an unplanned pregnancy. Sacrificial love, compassion and the courage to give up one’s child for adoption constitute a solution that transforms desperation and violence into life and happiness.
With the approach of Lent and the acknowledgment of our shortcomings and failings as individuals, we should make reparation and demonstrate our repentance by changing our lives, and especially by helping others. As a parish, we need to do much better on pro-life matters. I hold myself principally responsible because I have not given it the attention it not only deserves, but that it demands. If anyone wants to help organize a pro-life committee for the parish so that we can become better informed about the ways in which abortion distorts our democracy, poisons human relationships, damages our families and harms our moral ecology, in a word, how abortion is the most dangerous structure of sin that faces our country.
A structure of sin is a conglomeration of sinful patterns of behavior and thought that justify and rationalize evil. For this reason, it is extremely powerful and difficult to change. However, when we fight against such evils as Christians, we do not face it alone. God’s People have eliminated numerous structures of sin during the course of Salvation History. Some reappear in new guises. Abortion is certainly one of them. Whether we call it child sacrifice or abortion, it is the same temptation to obtain peace and wellbeing by human sacrifice. May the Holy Spirit, the Paraclete, stir up in our hearts the desire to repent, to turn away from sin, both personal and social, and to embrace a culture of life in which we recognized every unborn child as a gift from God, whose potential for goodness and love can change the world immeasurably for the better.
God bless you,
Father Elias






Cari Amici in Cristo,
Mentre entriamo nel mese di Febbraio, siamo ora dieci giorni di distanza dall'inizio della Quaresima. Guardando indietro al 25 Gennaio, la Marcia per la Vita è stata un grande successo. Avevamo un gruppo di studenti di All Saints e anche molti parrocchiani di San Patrizio e oltre. Di conseguenza, abbiamo davvero bisogno di essere sicuri che il prossimo anno abbiamo un gruppo di San Rocco. Anche se è una lunga giornata, è una grande occasione per stare in piedi per tutta la vita, e di prestare la nostra voce a coloro che non possono parlare per se stessi.
Come avevo previsto, la media tradizionale hanno ignorato o sottovalutato la Marcia. Il Wall Street Journal non ne ha nemmeno parlato. Che vergogna! Newsday è riuscito a trovare gli unici manifestanti pro-aborto, e ha posto una foto (senza articolo) con la didascalia "la lotta continua". Che vergogna! Ero lì. Non ho visto nessun manifestante pro-aborto. Ho visto centinaia di migliaia di americani in marcia per la vita. Questo e molti altri esempi ci mostrano il triste stato in cui il giornalismo americano è caduto. Il diritto alla libertà di stampa si basa sul concetto che i giornalisti hanno la responsabilità di sfidare i poteri che essere e di rappresentare chi non ha voce. Ora, la media americana per la maggior parte sono cagnolini per i poteri forti e cercano di soffocare le grida dei deboli. Dio, ti preghiamo, dia coraggio ai giornalisti e cronisti per raccontare le verità non desiderata in modo che il nostro paese può vivere all'altezza delle sue nobili aspirazioni.
L'abolizione dell'aborto è il movimento per i diritti civili del nostro tempo, e non scomparirà. Ogni anno i partecipanti alla Marcia divengono più giovani. Alla fine l'aborto sarà limitato, e, infine, reso raro, perché si fa beffe della nostra democrazia e mina la visione morale della nostra società. La violenza non è la soluzione per una gravidanza non pianificata. L'amore sacrificale, la compassione e il coraggio di rinunciare a un figlio in adozione costituiscono una soluzione che trasforma la disperazione e la violenza nella vita e la felicità. Con l'avvicinarsi della Quaresima e il riconoscimento dei nostri difetti e le mancanze come individui, dobbiamo riparare e dimostrare il nostro pentimento, cambiando la nostra vita, e soprattutto aiutando gli altri. Come una parrocchia, abbiamo bisogno di fare molto meglio su questioni pro-vita. Mi tengo il principale responsabile perché non ho dato l'attenzione che non solo merita, ma che richiede. Se qualcuno vuole aiutare a organizzare un comitato pro-vita per la parrocchia in modo da poter essere meglio informate circa i modi in cui l'aborto distorce la nostra democrazia, avvelena rapporti umani, nuoce le nostre famiglie e danneggia la nostra ecologia morale, in una parola, come l'aborto è la struttura di peccato più pericolosa che affronta il nostro paese. Una struttura di peccato è un insieme di modelli di comportamento e di pensiero peccaminoso che giustificano e razionalizzano il male. Per questo motivo è estremamente potente e difficile da modificare. Tuttavia, quando lottiamo contro tali mali come cristiani, non possiamo affrontarli da solo. Il popolo di Dio ha eliminato numerose strutture di peccato nel corso della storia della salvezza. Alcuni riappaiono in forme nuove. L'aborto è certamente uno di questi. Sia che lo chiamiamo il sacrificio di bambini o l'aborto, è la stessa tentazione per ottenere la pace e il benessere per mezzo di sacrifici umani.
Che lo Spirito Santo, il Paracleto, possa suscitare nel nostro cuore il desiderio di pentirsi, di allontanarsi dal peccato, personale e sociale, e abbracciare una cultura della vita in cui abbiamo riconosciuto ogni bambino non ancora nato come un dono di Dio, il cui potenziale per il bene e l'amore può cambiare il mondo immensamente per il meglio.
Dio vi benedica,
Padre Elias



JANUARY 27, 2013: THIRD SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
As we enter the month of February, we are now ten days away from the start of Lent. Looking back to January 25th, the March for Life was a great success. We had a group of students from All Saints as well as many parishioners from Saint Patrick's and beyond. Consequently, we really need to be sure that next year we have a group from Saint Rocco. Although it is a long day, it is a great occasion to stand up for life, and to lend our voices to those who cannot speak for themselves. As I had expected, the Mainstream Media ignored or downplayed the March. The Wall Street Journal did not even mention it. Shame! Newsday managed to find the only pro-abortion demonstrators, and placed a photo (without an article) with the caption “the struggle goes on”. What a disgrace! I was there. I did not see any proabortion demonstrators. I saw hundreds of thousands of Americans marching for life.
This and many other examples show us the sad state to which American journalism has fallen. The right to a free press is based on the notion that journalists have the responsibility to challenge the powers that be and to represent the voiceless. Now, the American media for the most part are lapdogs for the powers that be and try to muffle the cries of the powerless. God, we pray, give courage to journalists and reporters to tell the unwanted truths so that our country can live up to its noble aspirations. The abolition of abortion is the civil rights movement of our age, and it is not going away. Every year the participants at the March get younger and younger. Eventually abortion will be restricted, and finally made rare because it makes a mockery of our democracy and undermines the moral vision of our society. Violence is not the solution to an unplanned pregnancy. Sacrificial love, compassion and the courage to give up one’s child for adoption constitute a solution that transforms desperation and violence into life and happiness.
With the approach of Lent and the acknowledgment of our shortcomings and failings as individuals, we should make reparation and demonstrate our repentance by changing our lives, and especially by helping others. As a parish, we need to do much better on pro-life matters. I hold myself principally responsible because I have not given it the attention it not only deserves, but that it demands. If anyone wants to help organize a pro-life committee for the parish so that we can become better informed about the ways in which abortion distorts our democracy, poisons human relationships, damages our families and harms our moral ecology, in a word, how abortion is the most dangerous structure of sin that faces our country.
A structure of sin is a conglomeration of sinful patterns of behavior and thought that justify and rationalize evil. For this reason, it is extremely powerful and difficult to change. However, when we fight against such evils as Christians, we do not face it alone. God’s People have eliminated numerous structures of sin during the course of Salvation History. Some reappear in new guises. Abortion is certainly one of them. Whether we call it child sacrifice or abortion, it is the same temptation to obtain peace and wellbeing by human sacrifice. May the Holy Spirit, the Paraclete, stir up in our hearts the desire to repent, to turn away from sin, both personal and social, and to embrace a culture of life in which we recognized every unborn child as a gift from God, whose potential for goodness and love can change the world immeasurably for the better.
God bless you,
Father Elias






Cari Amici in Cristo,
Mentre entriamo nel mese di Febbraio, siamo ora dieci giorni di distanza dall'inizio della Quaresima. Guardando indietro al 25 Gennaio, la Marcia per la Vita è stata un grande successo. Avevamo un gruppo di studenti di All Saints e anche molti parrocchiani di San Patrizio e oltre. Di conseguenza, abbiamo davvero bisogno di essere sicuri che il prossimo anno abbiamo un gruppo di San Rocco. Anche se è una lunga giornata, è una grande occasione per stare in piedi per tutta la vita, e di prestare la nostra voce a coloro che non possono parlare per se stessi.
Come avevo previsto, la media tradizionale hanno ignorato o sottovalutato la Marcia. Il Wall Street Journal non ne ha nemmeno parlato. Che vergogna! Newsday è riuscito a trovare gli unici manifestanti pro-aborto, e ha posto una foto (senza articolo) con la didascalia "la lotta continua". Che vergogna! Ero lì. Non ho visto nessun manifestante pro-aborto. Ho visto centinaia di migliaia di americani in marcia per la vita. Questo e molti altri esempi ci mostrano il triste stato in cui il giornalismo americano è caduto. Il diritto alla libertà di stampa si basa sul concetto che i giornalisti hanno la responsabilità di sfidare i poteri che essere e di rappresentare chi non ha voce. Ora, la media americana per la maggior parte sono cagnolini per i poteri forti e cercano di soffocare le grida dei deboli. Dio, ti preghiamo, dia coraggio ai giornalisti e cronisti per raccontare le verità non desiderata in modo che il nostro paese può vivere all'altezza delle sue nobili aspirazioni.
L'abolizione dell'aborto è il movimento per i diritti civili del nostro tempo, e non scomparirà. Ogni anno i partecipanti alla Marcia divengono più giovani. Alla fine l'aborto sarà limitato, e, infine, reso raro, perché si fa beffe della nostra democrazia e mina la visione morale della nostra società. La violenza non è la soluzione per una gravidanza non pianificata. L'amore sacrificale, la compassione e il coraggio di rinunciare a un figlio in adozione costituiscono una soluzione che trasforma la disperazione e la violenza nella vita e la felicità. Con l'avvicinarsi della Quaresima e il riconoscimento dei nostri difetti e le mancanze come individui, dobbiamo riparare e dimostrare il nostro pentimento, cambiando la nostra vita, e soprattutto aiutando gli altri. Come una parrocchia, abbiamo bisogno di fare molto meglio su questioni pro-vita. Mi tengo il principale responsabile perché non ho dato l'attenzione che non solo merita, ma che richiede. Se qualcuno vuole aiutare a organizzare un comitato pro-vita per la parrocchia in modo da poter essere meglio informate circa i modi in cui l'aborto distorce la nostra democrazia, avvelena rapporti umani, nuoce le nostre famiglie e danneggia la nostra ecologia morale, in una parola, come l'aborto è la struttura di peccato più pericolosa che affronta il nostro paese. Una struttura di peccato è un insieme di modelli di comportamento e di pensiero peccaminoso che giustificano e razionalizzano il male. Per questo motivo è estremamente potente e difficile da modificare. Tuttavia, quando lottiamo contro tali mali come cristiani, non possiamo affrontarli da solo. Il popolo di Dio ha eliminato numerose strutture di peccato nel corso della storia della salvezza. Alcuni riappaiono in forme nuove. L'aborto è certamente uno di questi. Sia che lo chiamiamo il sacrificio di bambini o l'aborto, è la stessa tentazione per ottenere la pace e il benessere per mezzo di sacrifici umani.
Che lo Spirito Santo, il Paracleto, possa suscitare nel nostro cuore il desiderio di pentirsi, di allontanarsi dal peccato, personale e sociale, e abbracciare una cultura della vita in cui abbiamo riconosciuto ogni bambino non ancora nato come un dono di Dio, il cui potenziale per il bene e l'amore può cambiare il mondo immensamente per il meglio.
Dio vi benedica,
Padre Elias




JANUARY 20, 2013: SECOND SUNDAY IN ORDINARY TIME

Dear Friends in Christ,
First, thank you for giving Father Gabriel such a warm welcome as our new priest. He wishes me to reiterate his gratitude for the numerous gifts and well wishes that you extended to him.
It is customary for a new priest to receive a chalice and paten as a gift from his family. Father Gabriel’s parents, brothers and sister as well as Father Daniel and I have given him his chalice. But, you, my dear parishioners, have given Father Gabriel the paten. For the rest of his life, whenever he offers the Holy Sacrifice of the Mass, the faithful of Saint Rocco will be intimately joined to the sacrifice because the host will rest on the paten, which you have given to him. Pray for him, and pray for vocations to the priesthood.
Some of you have already seen our new exhibition by the artist, Gloria Thomas, in the parish center, which recounts the twenty centuries of the history of the Church. The exhibition, installed on the occasion of the Year of Faith, closes the renovation to the parish center that we started in 2011 and was made possible by the generous donation of Frank and Mary Spano. We will soon install a plaque in their memory.
This series of twenty-one paintings with descriptions becomes an valuable tool for extending our understanding of the Church as a historical and transhistorical body whose membership include not only those baptized and presently living on the earth, but also those who have preceded us on the same journey to the New Creation. I would like to have all the description translated into Italian. If anyone would be interested in working on this important project, please, contact me.
The Church is not only the Mystical Body of Christ moving through and beyond time, it also embraces the whole world, reaching out to every nation. I am sure you will enjoy the experience of the international embrace of the Church with the visit of two confreres this week:
Father Benedict, who celebrated his Mass of Thanksgiving with us last February, and also
Dom Sebastian, who makes his first visit to Glen Cove, and also America. They will be joining us for the March for Life in Washington, DC on January 25, 2013, the feast of the Conversion of Saint Paul. If you have never been, you really ought to go because the March is an incredibly joyful gathering of Americans who recognize that all life is valuable, and that any nation that claims to be a democracy cannot so callously disregard human dignity without dire consequences.
Let’s see if Newsday even bothers to cover the March. It failed to take note of the enormous demonstration of hundreds of thousands – some say up to a million people – in Paris and other French cities in favor of marriage, and against the current fad to redefine marriage to mean anything that the powers of this world want it to mean. Since the United States observes Martin Luther King Jr. Day on Monday, reminding us of another struggle for human dignity, it is fitting that that week should close with the contemporary struggle to protect and extend human dignity by the eradication of child sacrifice in the form of abortion from America.
The protection and education of children is a responsibility for every adult, but especially for parents. I invite all parents to consider the benefits you and your family might receive from enrolling your children in our regional Catholic School, All Saints. You will have chances this week to find out how “Catholic Schools raise the standards” during Catholic Schools week (January 27-February 2, 2013).
Finally, I will be away from January 21-25, 2013 to visit my family in Virginia. Father Daniel, Father Gabriel and Father Benedict will take good care of you in my absence.
God bless,
Father Elias

Cari amic in Cristoi,
Prima di tutto, vi ringrazio per aver dato a Padre Gabriel un benvenuto affettuoso come il nostro nuovo sacerdote. Egli vuole che vi esprimo la sua gratitudine per i numerosi doni ed auguri, che tutti voi gli avete dato. È consuetudine per un nuovo sacerdote per ricevere un calice e la patena come un dono dalla sua famiglia. I genitori, fratelli e sorella di Padre Gabriel e Padre Daniel ed io abbiamo dato il suo calice. Ma, voi, miei cari parrocchiani, avete dato a Padre Gabriel la sua patena. Per il resto della sua vita, ogni volta che offre il Santo Sacrificio della Messa, i fedeli di San Rocco saranno intimamente uniti al sacrificio perché l'ostia è appoggiata sulla patena, che gli avete dato. Pregate per lui, e pregate per le vocazioni al sacerdozio.
Alcuni di voi avete già visto la nostra nuova mostra dell'artista, Gloria Thomas. nel centro parrocchiale che racconta i venti secoli della storia della Chiesa. La mostra, allestita in occasione dell'Anno della Fede, completa il rinnovamento del centro parrocchiale che abbiamo iniziato nel 2011 e reso possibile dalla generosa donazione di Frank e Maria Spano. Presto installiamo una targa in loro memoria. Questa serie di ventuni dipinti con descrizioni diventa uno strumento prezioso per estendere la nostra comprensione della Chiesa come un corpo storico e transtorico i cui membri comprendono non solo quelli battezzati e quelli che ora vivono sulla terra, ma anche quelli che ci hanno preceduto sullo stesso viaggio alla Nuova Creazione. Mi piacerebbe avere tutta la descrizione tradotta in italiano. Se qualcuno sarebbe interessato a lavorare su questo importante progetto, per favore, contattatemi.
La Chiesa non è solo il Corpo mistico di Cristo si muove attraverso e oltre il tempo, abbraccia anche il mondo intero, raggiungendo ad ogni nazione. Sono sicuro che vi piacerà l'esperienza dell'abbraccio internazionale della Chiesa con la visita di due confratelli questa settimana: Padre Benedetto, che ha celebrato la Messa di ringraziamento con noi a Febbraio l’anno scorso, ed anche Dom Sebastian, che visita Glen Cove, ed anche l'America per la prima volta. Essi si uniranno a noi per la Marcia per la Vita a Washington, DC il 25 Gennaio 2013, festa della Conversione di San Paolo. Se non siete mai stati, si dovrebbe davvero andare perché la Marcia è incredibilmente un incontro gioioso di americani che riconoscono che ogni vita è preziosa, e che ogni nazione che dichiara di essere una democrazia non può con tanta insensibilità ignorare la dignità umana senza conseguenze disastrose. Vediamo se a Newsday dà fastidio a coprire la Marcia. Non è riuscito a prendere nota dell’enorme manifestazione di centinaia di migliaia di persone - alcuni dicono fino a un milione di persone - a Parigi e in altre città francesi a favore del matrimonio, e contro la mania corrente di ridefinire il matrimonio a significare tutto ciò che i poteri di questo mondo vogliono che significhi.
Poiché gli Stati Uniti osserva il giorno di Martin Luther King Jr., Lunedì, ricordandoci di un’altra lotta per la dignità umana, è giusto che quella settimana si chiude con la lotta per proteggere ed estendere la dignità umana per l'eradicazione del sacrificio dei bambini nella forma dell'aborto in America. La tutela e l'educazione dei bambini è una responsabilità per ogni adulto, ma soprattutto per i genitori. Invito tutti i genitori a prendere in considerazione i vantaggi che voi e la vostra famiglia potete ricevere da iscrivere i vostri figli nella nostra scuola regionale cattolica, Tutti i Santi. Avrete la possibilità questa settimana per scoprire come “le scuole cattoliche elevano il livello" durante la settimana Scuole Cattoliche (27 Gennaio - 2 Febbraio 2013).
benedica,
Padre Elias





Janurary 13, 2013: THE BAPTISM OF THE LORD

Dear Friends in Christ,
This weekend we have arrived at the joyful occasion of a Mass of Thanksgiving for a newly ordained priest. Father Gabriel celebrates the Mass on Saturday, January 12th at the 4 pm Mass with a reception in the Madonna Room to follow. Father Gabriel will impart his priestly blessing – to which the possibility of a plenary indulgence is attached – at this occasion (one has a whole year to receive this new blessing).
Of course, Father Gabriel will serve in both Saint Patrick and Saint Rocco. Bishop Murphy has assigned him to both parishes in the office of parochial vicar (the vicar of the parochus, pastor). This means he will be part of the normal life of the parish and will regularly celebrate Mass, hear confession, marry, baptize, hold funerals and memorial Masses as well as be available for appointments, home visits, anointing of the sick and other pastoral services. His presence will be a great blessing for our parishes.
A few people have asked me to say more about the Headmaster’s Ball. The ball takes place on Saturday, February 2nd. It is a fundraiser – which explains the ticket price – which these days is a little more than three tanks of gas (for the average car). If you cannot come, please consider making a donation, or placing a congratulatory message in the journal or a sponsorship. In a special way, we are honoring Gary and Gina Galante for all their efforts for our parish and our school.
Our school has much to offer us as a parish. As Headmaster I am always looking for new ways our school might better serve our community. Recently, I read in the newspaper that the North Shore Public School District has decided to drop Italian and replace it with Mandarin Chinese. I don’t know how much Chinese these children will learn – I took two year of Japanese when I was a student at SUNY-Binghamton back in the Eighties – but I am wondering if there would be interest in All Saints’ offering Italian to its students.
Do you think this would be a worthwhile offering for our school? Would you send your children or grandchildren to learn Italian to our school? Do you think that this is part of our mission as the Italian parish of the Diocese of Rockville Centre? Should we encourage such an undertaking? I want to hear your views on the matter because I am willing to introduce Italian next year.
Finally, I am very pleased to announce that Frank Scafuri has accepted my invitation to return to Saint Rocco on a regular basis to cantor at the weekend Masses. He will cantor at the 4 pm Mass on Saturday and the 8:45 am am and 10:15 am Masses on Sunday as often as his schedule permits. I have asked the cantors to take a sabbatical, to which they readily and generously agreed. Thank you! If you love to sing, please, consider joining the adults’ choir or children’s choirs because we need your voices to help praise God.
God bless,
Father Elias




Cari amic in Cristoi,
Questa fine settimana siamo arrivati all'occasione gioiosa di una Messa di ringraziamento per un nuovo sacerdote ordinato. Padre Gabriel celebra la Messa Sabato 12 Gennaio alle 16:00 con un ricevimento nella Sala della Madonna subito dopo. Padre Gabriel impartirà la sua benedizione sacerdotale - e quindi c’è la possibilità di una indulgenza plenaria allelegata - in questa occasione (avete un anno per ricevere questa nuova benedizione).
Naturalmente, padre Gabriel servirà sia Saint Patrick e San Rocco. Mons. Murphy lo ha assegnato ad entrambe le parrocchie nell'ufficio di vicario parrocchiale (il vicario del parochus, parocco). Ciò significa che sarà parte della normale vita della parrocchia: celebra regolarmente la Messa, confessa, benedice i matrimoni, battezza, celebra funerali e messe memoriali ed è disponibile per appuntamenti, visite domiciliari, unzione degli infermi ed altri servizi pastorali. La sua presenza sarà una grande benedizione per le nostre parrocchie.
Alcune persone mi hanno chiesto di dire di più sul Ball dell’Headmaster. Il Ballo si terrà Sabato, 2 Febbraio. Si tratta di una raccolta di fondi - che spiega il prezzo del biglietto - che in questi giorni è un pò più di tre serbatoi di benzine (per una macchina media). Se non potete venire, vi prego di prendere in considerazione di fare una donazione, o un messaggio congratulazioni nella rivista o una sponsorizzazione. In modo speciale, onoriamo Gary e Gina Galante per tutti i loro sforzi per
la nostra parrocchia e la nostra scuola. La nostra scuola ha molto da offrirci come parrocchia. Come Preside cerco continuamente dei nuovi modi per come la nostra scuola potrebbe meglio servire la nostra comunità. Recentemente, ho letto sul giornale che il North Shore Public School District ha deciso di abbandonare l’Italiano e sostituirlo con il Cinese Mandarino. Io non so quanto di questi ragazzi impareranno il cinese - ho preso due anni di Giapponese quando ero studente al SUNY-Binghamton indietro negli anni Ottanta - ma mi chiedo se ci sia interesse per la scuola di All Saints di offrire Italiano ai suoi studenti.
Pensate che questa sarebbe un’offerta interessante per la nostra scuola? Volete inviare i vostri figli o nipoti per imparare l'Italiano nella nostra scuola? Credete che questa faccia parta della nostra missione come la parocchia Italiana della Diocesi di Rockville Centre? Dovremmo incoraggiare una simile impresa? Vorrei sentire le vostre opinioni al riguardo, perché Io sono disposto ad introdurre italiano il prossimo anno.
Infine, sono molto contento di annunciare che Frank Scafuri ha accettato la mia invitazione a tornare a San Rocco regolarmente per cantare nelle Messe della fine settimana. Canta alla Messa alle 16:00 il Sabato e alle 8:45 e alle 10:15 e tutte le volte che la sua disponibilità permette. Ho chiesto ai cantori di prendere un anno sabbatico, al quale prontamente e generosamente hanno accettato. Grazie! Se vi piace cantare, per favore, considerate di unirvi al coro degli adulti o al coro dei bambini, perché abbiamo bisogno delle vostre voci per lodare Dio.
Dio vi benedica,
Padre Elias








Janurary 6, 2013:



2014
 
2013
 
2012
 
2011