English
The Stations of the Cross Information on the Stations of the Cross
The Stations of the Cross

 

 

 

 

S1 The First Station

Preparatory Prayer
ALL: My Lord, Jesus Christ, / You have made this journey to die for me with unspeakable love; / and I have so many times ungratefully abandoned You. / But now I love You with all my heart; / and, because I love You, I am sincerely sorry for ever having offended You. / Pardon me, my God, and permit me to accompany You on this journey. / You go to die for love of me; / I want, my beloved Redeemer, to die for love of You. / My Jesus, I will live and die always united to You.

At the cross her station keeping Stood the mournful Mother weeping Close to Jesus to the last

The First Station: Jesus is condemned to death by Pontius Pilate
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how Jesus Christ, after being scourged and crowned with thorns, was unjustly condemned by Pilate to die on the cross. (Kneel)

R: My adorable Jesus, / it was not Pilate; / no, it was my sins that condemned You to die. / I beseech You, by the merits of this sorrowful journey, / to assist my soul on its journey to eternity./ I love You, beloved Jesus; / I love You more than I love myself. / With all my heart I repent of ever having offended You. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Through her heart, His sorrow sharing
All His bitter anguish bearing
Now at length the sword has passed

 

 

S2 The Second Station

The Second Station: Jesus takes up His Cross
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider Jesus as He walked this road with the cross on His shoulders, thinking of us, and offering to His Father in our behalf, the death He was about to suffer. (Kneel)

R: My most beloved Jesus, / I embrace all the sufferings You have destined for me until death. / I beg You, by all You suffered in carrying Your cross, / to help me carry mine with Your perfect peace and resignation. / I love You, Jesus, my love; / I repent of ever having offended You. / Never let me separate myself from You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

O, how sad and sore depressed
Was that Mother highly blessed
Of the sole Begotten One

 

 

S3 The Third Station

The Third Station: Jesus Falls the First Time
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider the first fall of Jesus. Loss of blood from the scourging and crowing with thorns had so weakened Him that He could hardly walk; and yet He had to carry that great load upon His shoulders. As the soldiers struck Him cruelly, He fell several times under the heavy cross. (Kneel)

R: My beloved Jesus, / it was not the weight of the cross / but the weight of my sins which made You suffer so much. / By the merits of this first fall, / save me from falling into mortal sin. / I love You, O my Jesus, with all my heart; / I am sorry that I have offended You. / May I never offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)
Christ above in torment hangs
She beneath beholds the pangs
Of her dying, glorious Son

 

 

 

S4 The Fourth Station

The Fourth Station: Jesus Meets His Afflicted Mother
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how the Son met his Mother on His way to Calvary. Jesus and Mary gazed at each other and their looks became as so many arrows to wound those hearts which loved each other so tenderly (Kneel)

R: My most loving Jesus, / by the pain You suffered in this meeting / grant me the grace of being truly devoted to Your most holy Mother. / And You, my Queen, who was overwhelmed with sorrow, / obtain for me by Your prayers / a tender and a lasting remembrance of the passion of Your divine Son. / I love You, Jesus, my Love, above all things. / I repent of ever having offended You. / Never allow me to offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Is there one who would not weep,
'whelmed in miseries so deep
Christ's dear Mother to behold.

 

 

 

S5 The Fifth Station

The Fifth Station: Simon Helps Jesus Carry the Cross
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how weak and weary Jesus was. At each step He was at the point of expiring. Fearing that He would die on the way when they wished Him to die the infamous death of the cross, they forced Simon of Cyrene to help carry the cross after Our Lord. (Kneel)

R: My beloved Jesus / I will not refuse the cross as Simon did: / I accept it and embrace it. / I accept in particular the death that is destined for me / with all the pains that may accompany it. / I unite it to Your death / and I offer it to You. / You have died for love of me; / I will die for love of You and to please You. / Help me by Your grace. / I love You, Jesus, my Love; / I repent of ever having offended You. / Never let me offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Can the human heart refrain
From partaking in her pain
In that Mother's pain untold?

 

 

 

S6 The Sixth Station

The Sixth Station: Veronica Offers Her Veil to Jesus
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider the compassion of the holy woman, Veronica. Seeing Jesus in such distress, His face bathed in sweat and blood, she presented Him with her veil. Jesus wiped His face, and left upon the cloth the image of his sacred countenance. (Kneel)

R: My beloved Jesus, / Your face was beautiful before You began this journey; / but, now, it no longer appears beautiful / and is disfigured with wounds and blood. / Alas, my soul also was once beautiful / when it received Your grace in Baptism; / but I have since disfigured it with my sins. / You alone, my Redeemer, can restore it to its former beauty. / Do this by the merits of Your passion; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Bruised, derided, cursed, defiled
She beheld her tender Child
All with bloody scourges rent.

 

 

S7 The Seventh Station

The Seventh Station: Jesus Falls the Second Time
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how the second fall of Jesus under His cross renews the pain in all the wounds of the head and members of our afflicted Lord. (Kneel)

R: My most gentle Jesus, / how many times You have forgiven me; / and how many times I have fallen again and begun again to offend You! / By the merits of this second fall, / give me the grace to persevere in Your love until death. / Grant, that in all my temptations, I may always have recourse to You. / I love You, Jesus, my Love with all my heart; / I am sorry that I have offended You. / Never let me offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

For the sins of His own nation
Saw Him hang in desolation
Till His spirit forth He sent.

 

 

 

S8 The Eighth Station

The Eighth Station: Jesus Speaks to the Women
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how the women wept with compassion seeing Jesus so distressed and dripping with blood as he walked along. Jesus said to them, "Weep not so much for me, but rather for Your children.'' (Kneel)

R: My Jesus, laden with sorrows, / I weep for the sins which I have committed against You / because of the punishment I deserve for them; / and, still more, because of the displeasure they have caused You / who have loved me with an infinite love. / It is Your love, more than the fear of hell, / which makes me weep for my sins. / My Jesus, I love You more than myself; / I am sorry that I have offended You. / Never allow me to offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

O sweet Mother! Fount of Love,
Touch my spirit from above
Make my heart with yours accord.

 

 

S9 The Ninth Station

The Ninth Station: Jesus Falls the Third Time
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how Jesus Christ fell for the third time. He was extremely weak and the cruelty of His executioners was excessive; they tried to hasten His steps though He hardly had strength to move. (Kneel)

R: My outraged Jesus, / by the weakness You suffered in going to Calvary, / give me enough strength to overcome all human respect / and all my evil passions which have led me to despise Your friendship. / I love You, Jesus my Love, with all my heart; / I am sorry for ever having offended You. / Never permit me to offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Make me feel as You have felt
Make my soul to glow and melt
With the love of Christ, my Lord.

 

 

S10 The Tenth Station

The Tenth Station: Jesus Is Stripped of His Garments
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how Jesus was violently stripped of His clothes by His executioners. The inner garments adhered to his lacerated flesh and the soldiers tore them off so roughly that the skin came with them. Have pity for your Savior so cruelly treated and tell Him: (Kneel)

R: My innocent Jesus, / by the torment You suffered in being stripped of Your garments, / help me to strip myself of all attachment for the things of earth / that I may place all my love in You who are so worthy of my love. / I love You, O Jesus, with all my heart; / I am sorry for ever having offended You. / Never let me offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Holy Mother, pierce me through
In my heart each wound renew
Of my Savior crucified.

 

S11 The Eleventh Station

The Eleventh Station: Jesus Is Nailed to the Cross
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider Jesus, thrown down upon the cross, He stretched out His arms and offered to His eternal Father the sacrifice of His life for our salvation. They nailed His hands and feet, and then, raising the cross, left Him to die in anguish. (Kneel)

R: My despised Jesus, / nail my heart to the cross / that it may always remain there to love You and never leave You again. / I love You more than myself; / I am sorry for ever having offended You. / Never permit me to offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Let me share with you His pain,
Who for all our sins was slain,
Who for me in torments died.

 

 

 

S12 The Twelfth Station

The Twelfth Station: Jesus Dies Upon the Cross
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how Your Jesus, after three hours of agony on the cross, is finally overwhelmed with suffering and, abandoning Himself to the weight of His body, bows His head and dies. (Kneel)

R: My dying Jesus, / I devoutly kiss the cross on which You would die for love of me. / I deserve, because of my sins, to die a terrible death; / but Your death is my hope. / By the merits of Your death, / give me the grace to die embracing Your feet and burning with love of You. / I yield my soul into Your hands. / I love You with my whole heart. / I am sorry that I have offended You. / Never let me offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Let me mingle tears with thee
Mourning Him who mourned for me,
All the days that I may live.

 

 

S13 The Thirteenth Station

The Thirteenth Station: Jesus Is Taken Down from the Cross
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world.

V: Consider how, after Our Lord had died, He was taken down from the cross by two of His disciples, Joseph and Nicodemus, and placed in the arms of His afflicted Mother. She received Him with unutterable tenderness and pressed Him close to her bosom. (Kneel)

R: O Mother of Sorrows, / for the love of Your Son, / accept me as Your servant and pray to Him for me, / And You, my Redeemer, since you have died for me, / allow me to love You, / for I desire only You and nothing more. / I love You, Jesus my Love, / and I am sorry that I have offended You. / Never let me offend You again. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

By the cross with you to stay
There with you to weep and pray
Is all I ask of you to give.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

S14 The Fourteenth Station

The Fourteenth Station: Jesus Is Placed in the Sepulcher
V: We adore You, O Christ, and we praise You. (Genuflect)
R: Because, by Your holy cross, You have redeemed the world. (Rise)

V: Consider how the disciples carried the body of Jesus to its burial, while His holy Mother went with them and arranged it in the sepulcher with her own hands. They then closed the tomb and all departed. (Kneel)
R: Oh, my buried Jesus, / I kiss the stone that closes You in. / But You gloriously did rise again on the third day. / I beg You by Your resurrection that I may be raised gloriously on the last day, / to be united with You in heaven, to praise You and love You forever. / I love You, Jesus, and I repent of ever having offended You. / Grant that I may love You always; and then do with me as You will.

(Our Father, Hail Mary, Glory be.)

Virgin of all virgins blest! Listen to my fond request: Let me share your grief divine.

Prayer to Jesus Christ Crucified
My good and dear Jesus, I kneel before You,
asking You most earnestly to engrave upon my heart
a deep and lively faith, hope, and charity, with true repentance for my sins,
and a firm resolve to make amends. As I reflect upon Your five wounds,
and dwell upon them with deep compassion and grief, I recall, good Jesus,
the words the Prophet David spoke long ago concerning Yourself:

"They pierced My hands and My feet; they have numbered all My bones.''

The faithful who, after receiving Communion, recite this prayer before a picture of Christ Crucified may gain a plenary indulgence on any Friday in Lent and a partial indulgence on other days of the year, with the addition of prayers for the Holy Father's intention.
Enchiridion Indulgentiarum, no. 22

A Plenary indulgence is grated to the faithful who make the pious exercise of the Way of the Cross. Those who are impeded can gain the same indulgence if they spend at least one half an hour in pious reading and meditation on the Passion and Death of our Lord Jesus Christ.

Enchiridion Indulgentiarum, no. 63

The Stations of the Cross Information on the Stations of the Cross
Information on the Stations of the Cross or the Way of the Cross

1. Jesus is condemned to Death
2. Jesus is made to carry His Cross
3. Jesus falls the First Time
4. Jesus meets His Sorrowful Mother
5. Simon of Cyrene helps Jesus to carry His Cross
6. Veronica wipes the Face of Jesus
7. Jesus falls the Second Time
8. The Women of Jerusalem weep over Jesus
9. Jesus falls the Third Time
10. Jesus is stripped of His Garments
11. Jesus is nailed to the Cross
12. Jesus is raised upon the Cross and Dies
13. Jesus is taken down from the Cross and placed in the Arms of His Mother
14. Jesus is laid in the Sepulchre

The object of the Stations is to help the faithful to make in spirit, as it were, a pilgrimage to the chief scenes of Christ’s sufferings and death, and this has become one of the most popular of Catholic devotions. It is carried out by passing from Station to Station with certain prayers at each and devout meditation on the various incidents in turn. It is very usual, when the devotion is performed publicly, to sing a stanza of the “Stabat Mater” while passing from one Station to the next.

Inasmuch as the Way of the Cross, made in this way, constitutes a miniature pilgrimage to the holy places at Jerusalem, the origin of the devotion may be traced to the Holy Land. The Via Dolorosa at Jerusalem (though not called by that name before the sixteenth century) was reverently marked out from the earliest times and has been the goal of pious pilgrims ever since the days of Constantine. Tradition asserts that the Blessed Virgin used to visit daily the scenes of the Passion of Christ, and St. Jerome speaks of the crowds of pilgrims from all countries that used to visit the holy places in his day.

It cannot be said with any certainty when indulgences for visiting the holy places began to be granted, but most probably they may be due to the Franciscans, to whom in 1342 the guardianship of the holy places was entrusted. A desire to reproduce the holy places in other lands, in order to satisfy the devotion of those who were hindered from making the actual pilgrimage, seems to have manifested itself at quite an early date.

Realizing that comparatively few persons were able to gain these by means of a personal pilgrimage to the Holy Land, Innocent XI, in 1686, granted to the Franciscans, in answer to their petition, the right to erect the Stations in all their churches and declared that all the indulgences that had ever been given for devoutly visiting the actual scenes of Christ’s Passion could thenceforth be gained by Franciscans and all others affiliated with their order if they made the Way of the Cross in their own churches in the accustomed manner. Innocent XII confirmed the privilege in 1694 and Benedict XIII in 1726 extended it to all the faithful. In 1731, Clement XII still further extended it by permitting the indulgenced Stations to all churches, provided that they were erected by a Franciscan father with the sanction of the ordinary. At the same time, he definitely fixed the number of Stations at fourteen. Benedict XIV in 1742 exhorted all priests to enrich their churches with so great a treasure, and there are few churches now without the Stations.

There is some uncertainty as to what are the precise indulgences belonging to the Stations. It is agreed that all that have ever been granted to the faithful for visiting the holy places in person can now be gained by making the Via Crucis in any church where the Stations have been erected in due form.

In 1773, Clement XIV attached the same indulgence, under certain conditions, to crucifixes duly blessed for the purpose, for the use of the sick, those at sea or in prison, and others lawfully hindered from making the Stations in a church. The conditions are that, whilst holding the crucifix in their hands, they must say the “Our Father” and “Hail Mary” fourteen times, then the “Our Father”, “Hail Mary”, and “Glory Be” five times, and the same prayers once each for the pope’s intentions.

In conclusion, it may be safely asserted that there is no devotion more richly endowed with indulgences than the Way of the Cross and none which enables us more literally to obey Christ’s injunction to take up our cross and follow Him. A perusal of the prayers usually given for this devotion in any manual shows what abundant spiritual graces, even apart from the indulgences, may be obtained through the devotion. The fact that the Stations may be made either publicly or privately in any church renders the devotion suitable for all.

Excerpted from the Catholic Encyclopedia

Carmelite Monastery --http://www.sistersofcarmel.com/stations-of-the-cross-way-of-the-cross-information.php--

The Stations of the Cross Information on the Stations of the Cross

 

 

English
Italiano
Le stazioni della Via Crucis

 

 

 

 

S1 La prima stazione

Preghiera preparatoria
TUTTO: Il mio Signore, Gesù Cristo, / che avete fatto questo viaggio a morire per me con indicibile amore; / e io ho tante volte sgradevole abbandonato si. / Ma ora ti amo con tutto il mio cuore; / e, perché ti amo, mi dispiace sinceramente per sempre aver offeso. / Pardon me, mio Dio e permesso di me per accompagnarvi in questo viaggio. / Si va a morire per amore di me; / Voglio, mio amato Redentore, a morire per amore di lei. / Mio Gesù, sarà vivere e morire sempre Uniti a voi.

Alla croce suo mantenimento della stazione si trovava la lugubre madre piangente vicino a Gesù all'ultimo

La prima stazione: Gesù è condannato a morte da Ponzio Pilato
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come Gesù Cristo, dopo essere flagellato e coronato di spine, è stato ingiustamente condannato da Pilato a morire sulla Croce. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù adorabile, / non era Pilato; / no, era miei peccati che condannato a morire. / Io supplico, per i meriti di questo viaggio addolorato, / per assistere la mia anima il suo viaggio per l'eternità. / vi amo, amato Gesù; / Ti amo più di amo me stesso. / Con tutto il mio cuore mi pento di mai aver offeso. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Attraverso il suo cuore, sua condivisione del dolore
Tutti i suoi cuscinetti angoscia amaro
Ora è passato a lungo la spada

 

 

S2 La seconda stazione

La seconda stazione: Gesù prende la sua croce
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare Gesù camminava questa strada con la croce sulle spalle, pensando di noi, e che offre al padre nel nostro nome, la morte stava per soffrire. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù più amato, / mi abbracciare tutte le sofferenze che hanno destinato per me fino alla morte. / Io prego, da tutti voi subito in portando la Croce, / per aiutarmi a portare in miniera con tua pace perfetta e rassegnazione. / Amo te, Gesù, il mio amore; / Mi pento di mai aver offeso. / Never let me me separare da voi ancora una volta. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Oh, come triste e dolente depresso
Che fu madre altamente Beata
Di sole Unigenito One

 

 

S3 La terza stazione

La terza stazione: Gesù cade la prima volta
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare la prima caduta di Gesù. Perdita di sangue dalla flagellazione e canto con spine così aveva indebolito lui che egli potrebbe difficilmente camminare; e ancora ha dovuto portare quel grande carico sulle sue spalle. Come i soldati lo colpì crudelmente, cadde più volte sotto la croce pesante. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù amato, / non era il peso della croce / ma il peso dei miei peccati che ti ha fatto soffrire così tanto. / By i meriti di questo primo autunno / Salvami da cadere in peccato mortale. / Ti amo, O mio Gesù, con tutto il mio cuore; / Mi dispiace che io ti ho offeso. / Maggio mai offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).
Cristo sopra nel tormento si blocca
Lei sotto vede i morsi
Di suo figlio morente, glorioso

 

 

 

S4 La quarta stazione

La quarta stazione: Gesù incontra sua madre afflitte
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come il figlio incontrato sua madre per la sua strada al Calvario. Gesù e Maria guardava a vicenda e loro sguardi divennero così tante frecce ferire quei cuori che amava vicenda così teneramente (inginocchiarsi)

R: il mio Gesù più amorevole, / con il dolore si ha subito in questo incontro / fammi la grazia di essere veramente dedicato alla tua Santissima Madre. / E voi, mia regina, che è stato sopraffatto con dolore, / vostre preghiere per ottenere per me / un bando di gara e un ricordo duraturo della passione del tuo figlio divino. / Amo te, Gesù, amore mio, sopra tutte le cose. / Mi pento di mai aver offeso. / Mai consentitemi di offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

È là colui che sarebbero non piangete,
' sommerso in miserie così profondi
Cara madre di Cristo a vedersi.

 

 

 

S5 La quinta stazione

La quinta stazione: Simon aiuta Jesus Carry Croce
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come deboli e stanchi Gesù era. Ad ogni passo era al momento della scadenza. Temendo che sarebbe morto sulla strada quando augurato a morire la morte infame della Croce, costrinsero Simone di Cirene per contribuire a portare la Croce dopo nostro Signore. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù amato / non si rifiuterà la Croce, in come Simon ha fatto: / accettarlo e abbracciarla. / Accetto in particolare la morte che è destinata per me / con tutti i dolori che possono accompagnarla. / Ho unirle alla tua morte / e offro a voi. / Si sono morti per amore di me; / Morirò per amore di te e ti prego. / Aiutarmi con la tua grazia. / Amo te, Gesù, il mio amore; / Mi pento di mai aver offeso. / Never let me offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Può astenersi il cuore umano
Dal partecipare in suo dolore
Nel dolore di quella madre indicibile?

 

 

 

S6 La sesta stazione

La stazione di sesta: Veronica offre il suo velo a Gesù
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare la compassione della Santa donna, Veronica. Vedendo Gesù in tale angoscia, il suo volto inondato di sudore e sangue, ha presentato lui con il suo velo. Gesù asciugò il viso e l'immagine del suo sacro volto a sinistra sul panno. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù amato, / il viso era bello prima hai cominciato questo viaggio; / ma, ora, non appariranno più bella / ed è sfigurato con ferite e sangue. Ahimè, mia anima anche era ancora una bella / quando ha ricevuto la tua grazia nel battesimo; / ma io ho da allora sfigurato con i miei peccati. / Tu solo, mio Redentore, possibile ripristinare per la sua bellezza ex. / Farlo i meriti della tua passione; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Contuso, avvilita, maledetto, contaminati
Lei vide il suo bambino tenero
Tutti con cruento flagelli in affitto.

 

 

S7 La settima stazione

La stazione di settima: Gesù cade la seconda volta
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come la seconda caduta di Gesù sotto la sua croce rinnova il dolore in tutte le ferite della testa e membri del nostro Signore afflitti. (Inginocchiarsi)

R: il mio più dolce Gesù, / quante volte si hanno perdonato me; / e quante volte ho caduto nuovamente e cominciato nuovamente a offenderti! / By i meriti di questo secondo fall, / mi dia la grazia a perseverare nel tuo amore fino alla morte. / Grant, che in tutte le mie tentazioni, sempre avere il ricorso a voi. / Amo te, Gesù, il mio amore con tutto il mio cuore; / Mi dispiace che io ti ho offeso. / Never let me offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Per i peccati della propria nazione
Lo vide appendere in desolazione
Fino al suo spirito avanti ha inviato.

 

 

 

S8 L'ottava stazione

L'ottava stazione: Gesù parla alle donne
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come le donne piansero con compassione, vedendo che Gesù così addolorato e grondante di sangue, mentre camminava lungo. Gesù disse loro: "piangere non tanto per me, ma piuttosto per i vostri bambini. ' (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù, caricato di dolori, / piango per i peccati che ho commesso contro di voi / a causa della punizione che meritano per loro; / e, ancora più, causa di dispiacere che hanno causato / che mi hanno amato con un amore infinito. / È tuo amore, più che la paura dell'inferno, / che mi fa piangere per i miei peccati. / Mio Gesù, ti amo più di me stesso; / Mi dispiace che io ti ho offeso. / Mai consentitemi di offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

O dolce madre! Fonte di amore,
Toccare il mio spirito dall'alto
Rendere il mio cuore con il vostro accordo.

 

 

S9 La nona stazione

La nona stazione: Gesù cade la terza volta
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come Gesù Cristo è caduto per la terza volta. Era estremamente debole e la crudeltà dei suoi carnefici era eccessiva; hanno cercato di affrettare i suoi passi, anche se aveva appena la forza di muoversi. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù indignato, / dalla debolezza subito ad andare al Calvario, / mi danno abbastanza forza per superare tutto rispetto umano / e tutte le mie passioni malvagi che hanno condotto me a disprezzare la vostra amicizia. / Ti amo, amore mio, Gesù con tutto il mio cuore; / Mi dispiace per sempre aver offeso. / Mai consentitemi di offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Mi fanno sentire come avete sentito
Rendere la mia anima per bagliore e fondere
Con l'amore di Cristo, mio Signore.

 

 

S10 La decima stazione

La decima stazione: Gesù È spogliato delle vesti
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come Gesù fu violentemente spogliato dei suoi vestiti dai suoi carnefici. Le vesti interne aderiscono a sua carne lacerata e i soldati li strappò all'incirca che la pelle è venuto con loro. Abbi pietà per vostro Salvatore così crudelmente trattati e dirgli: (inginocchiarsi)

R: il mio Gesù innocenti, dal tormento subito in essere spogliati delle vostre vesti, / mi aiutano a me striscia di tutti gli allegati per le cose della terra / che io posso inserire tutto il mio amore in voi che sono così degno del mio amore. / Ti amo, O Gesù, con tutto il mio cuore; / Mi dispiace per sempre aver offeso. / Never let me offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Madre Santissima, bucare me attraverso
Nel mio cuore ogni ferita rinnovo
Del mio Salvatore crocifisso.

 

S11 L'undicesima stazione

L'undicesima stazione: Gesù È inchiodato sulla Croce
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare Gesù, buttato giù sulla Croce, egli stese le braccia e offerto al padre eterno il sacrificio della sua vita per la nostra salvezza. Essi inchiodato le sue mani e piedi e poi, alzando la Croce, lo ha lasciato a morire nell'angoscia. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù disprezzato, / mio cuore alla Croce del chiodo / che può sempre rimanere lì ad amarti e never leave You nuovamente. / Amo voi più di me stesso; / Mi dispiace per sempre aver offeso. / Mai consentitemi di offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Mi permetta di condividere con voi il suo dolore,
Che per tutti i nostri peccati fu ucciso,
Che per me in tormenti morì.

 

 

 

S12 La dodicesima stazione

La dodicesima stazione: Jesus Dies in croce
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come tuo Gesù, dopo tre ore di agonia sulla Croce, è infine sopraffatto con sofferenza e, abbandonando lo stesso il peso del suo corpo, la testa si inchina e muore. (Inginocchiarsi)

R: il mio Gesù morente, / bacio devotamente la croce su cui sarebbe morto per amore di me. / I meriti, a causa dei miei peccati, a morire di una morte terribile; / ma tua morte è la mia speranza. / By i meriti della tua morte / Dammi la grazia a morire che abbraccia i piedi e la masterizzazione con amore di lei. / Io cedo mia anima nelle vostre mani. / Ti amo con tutto il mio cuore. / Mi dispiace che io ti ho offeso. / Never let me offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Mi permetta di mescolarsi lacrime con te
Colui che ha pianto per me, in lutto
Tutti i giorni che io posso vivere.

 

 

S13 La tredicesima stazione

La tredicesima stazione: Gesù È preso giù dalla croce
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo.

V: considerare come, dopo la morte di nostro Signore, fu deposto dalla croce da due dei suoi discepoli, Giuseppe e Nicodemo e collocato tra le braccia di sua madre afflitte. Lei lo accolse con tenerezza indicibile e premuto lui vicino al suo seno. (Inginocchiarsi)

R: O madre dei dolori, / per amore di tuo figlio e / accettarmi come tuo servo e pregare per lui, per me, / E tu, mio Redentore, dal momento che vi sono morti per me, / mi permettono di amarti, / per desidero solo tu e nulla più. / Ti amo, Gesù mio amore, / e mi dispiace che io ti ho offeso. / Never let me offenderti nuovamente. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Dalla croce con voi per rimanere
Lì con voi a piangere e a pregare
È tutto ciò che vi chiedo di dare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

S14 La quattordicesima stazione

La stazione XIV: Gesù È posto nel sepolcro
V: ti adoriamo, O Cristo, e noi ti lodiamo. (Genuflettersi)
R: perché, da tua Santa Croce, hai redento il mondo. (Aumento)

V: considerare come i discepoli eseguito il corpo di Gesù alla sua sepoltura, mentre sua Madre Santissima è andato con loro e disposti nel sepolcro con le proprie mani. Hanno poi chiuso la tomba e tutto partì. (Inginocchiarsi)
R: Oh, mio Gesù sepolto, / baciare la pietra che chiude il si poll / But You gloriosamente ha fatto salire nuovamente il terzo giorno. / Ti prego di tua risurrezione che io posso essere sollevato gloriosamente l'ultimo giorno, e per essere Uniti con voi in cielo, ti lodiamo e ti amo per sempre. / Ti amo, Gesù, e mi pento di mai aver offeso. / Grant che posso amarti sempre; e poi fare con me come vuoi tu.

(Essere Padre nostro, Ave Maria, Gloria).

Vergine delle vergini tutti i Beati! Ascolta la mia richiesta affezionato: mi permetta di condividere il tuo dolore divino.

Preghiera a Gesù Cristo crocifisso
Mio caro e buon Gesù, mi inginocchio davanti a voi,
che ti chiede più seriamente per incidere sul mio cuore
un vivace e profonda fede, la speranza e la carità, con vero pentimento per i miei peccati,
e la modifica di una ferma volontà di fare. Come rifletto su vostro cinque piaghe,
e soffermarsi su di loro con profonda compassione e dolore, mi ricordo, buon Gesù,
le parole del Profeta David parlavano tempo fa riguardo voi stessi:

"Hanno trafitto le mie mani e i miei piedi; essi sono annoverati tutte le mie ossa. '

I fedeli che, dopo aver ricevuto la comunione, recitano questa preghiera prima di un'immagine di Cristo crocifisso possono guadagnare un'indulgenza plenaria su ogni venerdì di Quaresima e un'indulgenza parziale in altri giorni dell'anno, con l'aggiunta di preghiere per intenzione del Santo Padre.
Enchiridion Indulgentiarum, n. 22

Un'indulgenza plenaria è grattugiato ai fedeli che fanno Pio esercizio della via della Croce. Coloro che sono ostacolata può ottenere l'indulgenza stesso se trascorrono almeno metà un'ora in Pio lettura e meditazione sulla passione e morte di nostro Signore Gesù Cristo.

Enchiridion Indulgentiarum, n. 63

 

Informazioni sulle stazioni della Via Crucis o la Via Crucis

1. Gesù è condannato a morte
2. Gesù è fatto di portare la sua croce
3. Gesù cade la prima volta
4. Gesù incontra sua madre addolorata
5. Simone di Cirene aiuta a Gesù per portare la sua croce
6. Veronica asciuga il volto di Gesù
7. Gesù cade la seconda volta
8. Le donne di Gerusalemme piangeranno su Gesù
9. Gesù cade la terza volta
10. Gesù è spogliato dei suoi capi
11. Gesù è inchiodato sulla Croce
12. Gesù viene generato dopo la croce e muore
13. Gesù è deposto dalla croce e collocati nelle braccia di sua madre
14. Gesù è deposto nel sepolcro

L'oggetto delle stazioni è quello di aiutare i fedeli a fare nello spirito, come fosse un pellegrinaggio per le scene di capo delle sofferenze di Cristo e la morte, e questo è diventato uno dei più popolari di devozioni cattolici. Che viene effettuata passando da stazione a stazione con alcune preghiere a ciascuno e devota meditazione sui vari incidenti a girare. È molto usuale, quando la devozione viene eseguita pubblicamente, a cantare una strofa di "Stabat Mater" passando da una stazione per il prossimo.

La via della Croce, costituiti in questo modo, costituisce un pellegrinaggio in miniatura ai luoghi santi di Gerusalemme, l'origine della devozione possa essere rintracciato in Terrasanta. Via Dolorosa a Gerusalemme (non definito da quel nome prima del Cinquecento) fu segnata riverente dai primi tempi ed è stato l'obiettivo di pellegrini pii mai fin dai giorni di Costantino. Tradizione afferma che la Beata Vergine utilizzato per visitare tutti i giorni le scene della passione di Cristo, e San Girolamo parla di folle di pellegrini provenienti da tutti i paesi che utilizzato per visitare i luoghi santi nel suo giorno.

Si può affermare con certezza quando le indulgenze per visitare i luoghi santi cominciarono a essere concesso, ma molto probabilmente potrebbero essere dovuti ai Francescani, al quale nel 1342 è stata affidata la tutela dei luoghi santi. Il desiderio di riprodurre i luoghi santi in altre terre, al fine di soddisfare la devozione di coloro che sono state ostacolate dal fare il pellegrinaggio reale, sembra avere si è manifestata in data abbastanza presto.

Rendendosi conto che le relativamente poche persone erano in grado di ottenere questi per mezzo di un personale pellegrinaggio in Terrasanta, Innocenzo XI nel 1686, concesso ai Francescani, in risposta alla loro petizione, il diritto di erigere le stazioni in tutte le loro chiese e dichiarato che tutte le indulgenze che mai erano stato dato per la visita devotamente l'effettive scene della passione di Cristo ormai potrebbero essere acquisite dai francescani e tutti gli altri affiliati con il loro ordine, se hanno fatto il Via Crucis nelle proprie chiese alla maniera abituati. Innocenzo XII ha confermato il privilegio nel 1694 e Benedetto XIII nel 1726 estese a tutti i fedeli. Nel 1731, Clemente XII ulteriormente estese permettendo le stazioni indulgenced a tutte le chiese, a condizione che essi furono erette da un padre francescano con la sanzione dell'ordinario. Allo stesso tempo, ha definitivamente fissato il numero di stazioni a quattordici anni. Benedetto XIV nel 1742 esortava tutti i sacerdoti per arricchire le loro chiese con un così grande tesoro, e ci sono alcune chiese ora senza le stazioni.

C'è qualche incertezza per che cosa sono le indulgenze precise appartenendo alle stazioni. Si è convenuto che tutto ciò che mai sono state concesse ai fedeli, per visitare i luoghi santi in persona può ora essere guadagnato facendo la Via Crucis in qualsiasi chiesa dove le stazioni sono state erette dovuta forma.

Nel 1773, Clemente XIV attaccato la stessa indulgenza, in determinate condizioni, al crocifissi debitamente benedetti per lo scopo, per l'uso di malati, quelli in mare o in carcere e altri legalmente ostacolato dal fare le stazioni in una chiesa. Le condizioni sono che, pur tenendo il crocifisso nelle loro mani, deve dicono "Padre nostro" e "Ave Maria" quattordici volte, poi il "Padre nostro", "Ave Maria" e "Gloria essere" cinque volte e le preghiere stesse una volta ciascuno per le intenzioni del Papa.

In conclusione, si può tranquillamente affermare che non non c'è nessuna devozione più riccamente dotato di indulgenze rispetto al modo della Croce e nessuno che ci consente di più letteralmente a obbedire ingiunzione di Cristo a prendere la nostra croce e seguirlo. Una lettura delle preghiere di solito dato per questa devozione in qualsiasi manuale illustrato cosa abbondanti grazie spirituale, anche a prescindere da indulgenze, possono essere ottenute attraverso la devozione. Il fatto che le stazioni possono essere effettuate sia pubblicamente o privatamente in qualsiasi chiesa rende la devozione adatto a tutti.

Tratto dall'Enciclopedia cattolica

Monastero carmelitano

--http://www.sistersofcarmel.com/stations-of-the-cross-way-of-the-cross-information.php--